Come fare un orto in giardino

Nel video trovi dettagli e contenuti extra: organizzare un orto nel tuo giardino sarà ancora più semplice
DIFFICOLTÀ
CONDIVIDI

Realizzare un orto all’interno del tuo giardino è un lavoro piacevole che regala grandi soddisfazioni: con un po’ di tempo e la giusta dose di organizzazione porterai sulla tavola verdure ed ortaggi sempre freschi. Farlo è facile: imposta l’orto, prepara il terreno, organizza le colture, pianta gli ortaggi e cura la manutenzione.

Step 1
Imposta l’orto

La sagoma: scegli un luogo soleggiato, al riparo dai venti dominanti, lontano da alberi e muri che possono creare ombra. La posizione ideale è a ridosso di un muro orientato a sud.

La disposizione: suddividi lo spazio a disposizione in quattro parti di uguale grandezza: ad esempio, quattro quadranti con lati da 1,20 m ciascuno. Prevedi due vialetti centrali che si incrociano al centro, per spostarti facilmente all’interno dell’orto.

La classica disposizione a quadranti favorisce la rotazione annuale delle colture, un sistema che migliora la fertilità e garantisce una maggiore resa del terreno. Tale disposizione permette inoltre di sfruttare al meglio lo spazio e facilita l’accesso all’orto.

L’irrigazione: prevedi una fonte d’acqua nelle vicinanze dell’orto, per evitare di dover utilizzare tubi troppo lunghi. L’ideale sarebbe avere una presa dell’acqua al centro dell’orto. Svuota sempre i tubi prima dell’inverno.

Step 2
Prepara il terreno

Il diserbo: diserba il terreno dalla fine dell’estate: passa il rastrello per raschiare ed elimina il più possibile le erbacce. Con una vanga o una motozappa rivolta le zolle del terreno.

Lascia riposare il terreno per due settimane: i semi delle erbe infestanti spunteranno nuovamente. Rimuovi i germogli con una zappa, rastrella per sminuzzare le zolle e rimuovere le pietre.

Il concime: spargi del compost o del concime sul terreno e rastrella la superficie. L’apporto di concime varia a seconda della varietà di ortaggio. Basta fare analizzare un campione di terreno per avere indicazioni relative alle colture che desideri seminare.

Step 3
Organizza le colture

Gli abbinamenti: pianta nello stesso quadrante ortaggi con caratteristiche simili, per esempio: 1° quadrante: ortaggi da frutto o da bulbo (pomodoro, melanzana, peperone, zucca, finocchio, aglio, porro, cipolla o scalogno). 2° quadrante: verdure a foglia (insalata, spinaci, crescione, cavolo o valeriana).

Le distanze: rispetta le distanze tra le diverse piantine, su una stessa linea di coltura e tra due file, ben definite per ciascun ortaggio. I cavoli, per esempio, devono essere piantati a intervalli di 40 cm (sulla stessa fila e tra due file).

Step 4
Pianta gli ortaggi

Esempio 1: Porro raglia le radici e 1/3 della lunghezza delle foglie. Versa in un secchio un tappo di candeggina ogni litro d’acqua e lascia i porri in ammollo per 15’. Posa la corda e traccia un solco con il sarchiatore. Con il foraterra, fai un foro ogni 10/15 cm, pianta il porro a una profondità di 15 cm, copri con la terra e innaffia abbondantemente

Esempio 2: Insalata: taglia 1/3 della lunghezza delle foglie. Posa la corda, fai con il foraterra un foro ogni 30 cm e mantieni 40 cm di distanza tra una linea e l’altra. Posa le piantine di insalata con il colletto (il punto di intersezione con le foglie) a filo del terreno, per evitarne il deterioramento.

Realizza un secondo foro a 2 cm di distanza, inclinando il foraterra verso la nuova piantina: in questo modo le radici saranno bene a contatto con la terra. Innaffia abbondantemente.

Step 5
Cura la manutenzione

La manutenzione regolare: passa regolarmente la zappa, smuovi il terreno con il sarchiatore, diserba: una manutenzione adeguata favorirà un buon raccolto.

La pacciamatura: ricopri il suolo con un materiale pacciamante organico, per conservare l’umidità in estate e il calore in inverno. Nel corso del tempo, decomponendosi, si trasformerà in humus e renderà il terreno più fertile.

Vuoi scaricare la descrizione del progettoScarica pdf