Proteggere e tinteggiare il ferro esposto agli agenti esterni

Nel video trovi dettagli e contenuti extra: proteggere il ferro esposto agli agenti esterni sarà ancora più semplice.
DIFFICOLTÀ
CONDIVIDI

Proteggere e rimettere a nuovo il ferro del tuo arredo da giardino o delle recinzioni è meno faticoso di quanto pensi: bastano dei semplici trattamenti per eliminare la corrosione, ridare luce al ferro arrugginito e, perché no, cambiargli anche aspetto. Farlo è facile: proteggi senza decapare, esegui se necessario un decapaggio completo, proteggi e tratta il metallo, esegui le finiture.

Step 1
Proteggi senza decapare

Lo stato: Usa uno smalto antiruggine se la vernice aderisce ancora e la ruggine è limitata ad alcuni punti. Se il supporto è molto rovinato, meglio trattarlo a fondo.

Le parti rovinate: Prima di tutto, spazzola energicamente le parti rovinate.

Le parti scrostate: Rimuovi accuratamente con la spazzola montata su trapano tutte le parti scrostate.

La levigatura: Gratta via i residui che si staccano e leviga delicatamente la vecchia vernice, per migliorare la presa del nuovo smalto.

Lo smalto antiruggine: Lo smalto contiene un inibitore di ruggine che protegge dall’ossidazione e dà la finitura nella tinta desiderata. Stendilo bene, incrociando le passate.

Step 2
Esegui un decapaggio completo

Il decapaggio chimico: Se la ruggine è molto radicata, occorre decapare completamente. Agita il flacone del decapante e aprilo con cautela.

L'applicazione: Applicalo in abbondanza con un pennello e attendi qualche minuto.

La rimozione: Quando la superficie frigge, rimuovi con una spatola lo strato ammorbidito.

La pulizia: Deponi gli scarti su un foglio di giornale per non rovinare il pavimento. Ripeti l’applicazione se necessario. Pulisci con acqua calda o attieniti alle indicazioni del produttore.

Il decapaggio termico: La pistola termica ammorbidisce e rimuove i vecchi strati di vernice. Non usarla su lamiere sottili, poiché tende a deformarle.

La levigatura: Leviga tutte le superfici piane con un foglio abrasivo a grana fine, quelle curve o complesse con una spazzola su trapano. Elimina tutte le asperità che potrebbero riemergere con la finitura.

Step 3
Prepara e tratta il metallo

Il mangiaruggine: Applicato sul metallo ossidato, divora la ruggine e facilita l’aderenza del nuovo smalto. Lascia agire almeno due ore e rivernicia dopo 48 ore.

Il convertitore di ruggine: Applica il prodotto direttamente sulla ruggine, dopo averla spazzolata. Ne arresta lo sviluppo, la neutralizza e la trasforma in un composto nero e resistente che può essere riverniciato.

Il fondo protettivo: Antiruggine, a base di minio, protegge a lungo ed è ideale soprattutto in ambienti ostili, per esempio in riva al mare. Stendilo e attendi circa 24h, poi applica la finitura.

Step 4
Esegui le finiture

Lo smalto per ferro: Coniuga protezione antiruggine e finitura decorativa. Con un pennello, insisti sulle parti difficili (dadi, gli angoli e linee di saldatura), poi prosegui con il rullo, incrociando le passate. Lascia asciugare secondo le indicazioni e stendi la seconda mano per rinforzare la protezione.

Lo smalto protettivo: Stendi una mano di smalto opaco speciale per metalli. Dopo 24 ore, stendi la seconda mano. Non verniciare sotto il sole, se il tempo è umido o se minaccia pioggia. Il calore accelera l’asciugatura e l’umidità la ritarda: entrambi compromettono l’aderenza dello smalto.

Vuoi scaricare la descrizione del progettoScarica pdf