Come potare le siepi

Nel video trovi dettagli e contenuti extra: potare le siepi sarà ancora più semplice.
DIFFICOLTÀ
CONDIVIDI

Potare le siepi è necessario per mantenere la pianta in salute e preservarne bellezza e durata nel tempo. Una siepe regolare può essere potata fino a tre volte l’anno ma il periodo di potatura delle siepi cambia da mese a mese e da stagione a stagione a seconda della specie. Con la corretta manutenzione, le siepi si mantengono dense e compatte, perfette per preservare l’intimità e proteggere dal vento. Farlo è facile con questa guida in quattro step: scopri come, perché e quando potare e come eseguire la potatura verticale e orizzontale con gli utensili corretti.

Step 1
Come potare

Quale forma: La potatura di mantenimento conserva la forma ideale della siepe: leggermente trapezoidale, con la base un po’ più larga della cima, in modo che gli arbusti siano meglio esposti alla luce.

Cosa dice la legge: Senza una regolamentazione locale specifica, le piante sotto i 2,5 metri di altezza, devono avere una distanza minima di 50 cm dal limite della proprietà, quelle sopra i 2,5 metri di altezza devono rispettare una distanza di 1,5 m dai vicini.

Gli utensili corretti: Per siepi di piccole dimensioni, utilizza un tagliasiepi manuale. Per siepi più grandi, utilizzane uno elettrico. Più i denti delle lame sono distanti, più il tagliasiepi può tagliare sezioni di grande diametro.

Per siepi a grandi foglie, come il lauro, elimina con le cesoie le foglie tagliate in due, che rischiano di indebolire la pianta. Usa il troncarami solo per rami di grandi dimensioni.

Dopo l’uso: Passa sempre le lame con uno straccio imbevuto d’alcol multiuso, per evitare la trasmissione di malattie.

Step 2
Eseguire la potatura verticale

Il movimento corretto: Descrivi con il tagliasiepi dei semicerchi, prima dal basso verso l’alto e poi dall’alto verso il basso, per usare entrambi i lati della lama.

Tieni l’utensile vicino al corpo per evitare di affaticarti troppo e il cavo di alimentazione sulla spalla, perché rimanga sempre lontano dalla zona di taglio.

Step 3
Eseguire la potatura orizzontale

L’altezza del taglio: Individua l’altezza di potatura della siepe con una corda tesa tra due pali. Se l’altezza del taglio supera la nostra spalla, usa una scala sfilo, per arrivare alla giusta altezza in totale sicurezza.

Il movimento corretto: Tieni il tagliasiepi come se fosse una falce, con la lama inclinata di 10° rispetto al riferimento orizzontale, e descrivi dei semicerchi, in direzione del bordo della siepe. Grazie all’angolazione, i rami tagliati saranno spinti verso il bordo della siepe e ricadranno a terra.

Se desideri ridurre l’altezza della siepe, devi tagliare rami di dimensioni maggiori. Per farlo utilizza un troncarami.

Step 4
Quando potare

Una siepe regolare può essere potata fino a tre volte l’anno, in funzione della velocità della crescita: nella seconda metà di maggio, a fine luglio e a fine settembre

Se la siepe è piuttosto vecchia, sostituisci le parti morte con arbusti nuovi. Se ha perso troppa consistenza, esegui un taglio più radicale per poi ripristinarla.

Le sempreverdi e caduche: Procedi con la potatura delle specie sempreverdi ad aprile, per quelle caduche aspetta fino alla fine dell’inverno.

Le conifere: Usa dei sacchi raccoglifoglie prima di portare le parti tagliate in discarica, poiché le conifere non possono essere gettate nel compost.

Vuoi scaricare la descrizione del progettoScarica pdf