Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere lo stucco

Se stai pensando di imbiancare le pareti di casa, prima di procedere con la pittura, la prima cosa da fare è preparare le pareti con la stuccatura. In questa guida ti aiutiamo a scegliere lo stucco giusto: stucchi rasanti, riempitivi e ricostruttivi, in pasta o in polvere.

green quotes opensPer un’imbiancatura a regola d’arte, la prima cosa da fare è preparare le pareti con la stuccatura.green quotes closes


A cosa serve lo stucco?

A cosa serve lo stucco

Prima di procedere con la pittura, per conseguire un buon risultato, è necessario svolgere alcune fasi di preparazione delle pareti o dei supporti da dipingere. Per prima cosa occorre stuccare, per rendere le superfici omogenee e livellate, chiudere fori e crepe o ricostruire eventuali parti mancanti con uno stucco adatto. Una volta conclusa la fase di stuccatura, potrai poi procedere con l’applicazione di un fondo o un fissativo, che permetterà alla vernice di ancorare e di essere distribuita in modo omogeneo per un risultato impeccabile e durevole nel tempo.

Lo stucco è un composto a base di cemento, gesso e resine, che può essere in pasta o in polvere. A seconda della sua composizione chimica può servire a tre funzioni principali: rasare, riempire e ricostruire. Identifica le condizioni del supporto da preparare: di che tipo di intervento ha bisogno, di che materiale è costituito e se è posto in interno o in esterno.

VEDI TUTTI GLI STUCCHI

Scegli tra queste tipologie di stucco:

stucco rasante

Stucchi per rasare

Lo stucco rasante rende le pareti perfettamente uniformi prima di dipingerle. Gli stucchi con finitura liscia sono più adatti a pareti con superfici regolari come il cartongesso, mentre quelli con finitura ruvida sono perfetti per superfici molto irregolari come l’intonaco grezzo.

SCOPRI TUTTI GLI STUCCHI PER RASARE

Stucco riempitivo

Stucchi per riempire

Lo stucco riempitivo è indicato per stuccare e riempire buchi, fessure e crepe di assestamento. Può essere in polvere o in pasta e la quantità da utilizzare va scelta in base al riempimento da eseguire. Alcuni stucchi hanno un alto spessore di riempimento e sono indicati anche per crepe e fessure più profonde o per ricostruire parti mancanti del supporto.

VEDI TUTTI GLI STUCCHI PER RIEMPIRE

Stucchi per usi speciali

Stucchi per usi speciali

Oltre alle funzioni principali alcuni stucchi possono avere delle caratteristiche in più. Ad esempio alcuni hanno all’interno dei componenti che servono a prevenire le formazioni di muffa o salnitro in pareti soggette a questi problemi. Alcuni sono più elastici quindi indicati per fessure e crepe sottoposte a sollecitazioni. Individua il problema del tuo supporto e scegli il prodotto più adatto per il lavoro da eseguire.

VAI AGLI STUCCHI PER USI SPECIALI

Stucchi per fissare elementi in gesso

Stucchi per fissare elementi in gesso

A base di gesso, servono a fissare o riparare elementi decorativi in gesso, come i rosoni e le boiserie. Questi stucchi sono solo in polvere e hanno una finitura extra liscia.

SCOPRI TUTTI GLI STUCCHI PER FISSARE IL GESSO

Stucchi per legno

Stucchi per legno

Ti consigliamo di usare stucchi specifici per ricostruire parti mancanti e riempire fori e fessure in supporti in legno come perline, travi o mobili. Il vantaggio di questi stucchi è che offrono una gamma ampia di tonalità di colori per adattarsi meglio al colore della superfice in legno che vuoi riparare

VAI AGLI STUCCHI PER LEGNO

Stucchi per metallo plastica, marmo

Stucchi per metallo plastica, marmo

Sono stucchi specifici per ognuno di questi materiali in grado di ricostruire parti mancanti. Sono solitamente bicomponenti, ovvero costituiti da una pasta da miscelare con un catalizzatore.

VEDI TUTTI GLI STUCCHI PER METALLO, PLASTICA E MARMO


Quale materiale devi stuccare?

Quale materiale devi stuccare

Una volta stabilito il tipo di lavoro da eseguire e il problema da risolvere, individua il materiale di cui è costituito il supporto da trattare: ad esempio cemento, intonaco, mattoni, pietra, cartongesso, ceramica o legno. Ogni materiale è più o meno poroso, liscio o ruvido, e necessita di uno stucco adatto.

Se si tratta di una superfice in legno, ad esempio perline, travi o un mobile, ti consigliamo di usare uno stucco per legno. Questi offrono un’ampia scelta di colori quindi potrai scegliere la tonalità più idonea al tuo oggetto o mobile in legno. In caso di supporti in metallo o plastica, scegli uno stucco epossidico per ricostruire parti mancanti che possono essere modellati e carteggiati. Uno specifico stucco per marmo, infine, potrà riparare le scalfitture e le parti rovinate di questo materiale naturale e pregiato.

Se il supporto è esposto in esterno, come la facciata di una casa, o molto esposto a umidità, come vasche, fontane, piscine, scegli uno stucco per esterni che offra maggiore resistenza e protezione dagli agenti atmosferici o dalle infiltrazioni provenienti dal suolo.

Oltre agli stucchi ci sono altre polveri per preparare o riparare le pareti:

  • cemento per rasare o riempire supporti in cemento armato, mattoni e pietra, indicati in interno ed esterno.

  • gesso: per fissare rosoni e boiserie, indicato in interno ed esterno.

  • malta: per riempire fessure e ricostruire parti in cemento armato, mattoni, pietra, indicate in interno ed esterno.

Composizione: stucchi in pasta o in polvere?

Composizione: stucchi in pasta o in polvere

Qual è lo stucco migliore, in pasta o in polvere? Non c’è una risposta univoca. La composizione dello stucco, in pasta o in polvere, influenza molto l’utilizzo e la resa e va scelta in base al lavoro da eseguire.

Se hai bisogno di eseguire il lavoro in poco tempo, verifica sulla confezione del prodotto i tempi di essicazione e se è immediatamente verniciabile senza l’applicazione di un fondo fissativo.

Esistono tre composizioni:

  • stucchi in pasta: sono pronti per l’uso perché non vanno miscelati con acqua. Sono facili da applicare e si conservano per molto tempo.

  • stucchi in pasta alleggerita: sono pronti all'uso e hanno una formulazione che li rende più leggeri e facili da stendere. Non ritirano nell’essicazione e sono subito verniciabili.

  • stucchi in polvere: sono da miscelare con acqua. La soluzione più conveniente e ideale per fare grossi lavori, ritirano poco ed essiccano rapidamente e vanno applicati subito dopo la preparazione con l’acqua.

Colore e finitura dello stucco

Stucchi e polveri per pareti sono generalmente bianchi o grigi. Alcuni sono colorabili, quindi si può miscelare l’impasto con coloranti e pigmenti per ottenere una tinta più simile al supporto.

leggi di più

Tutti sono verniciabili una volta asciutti, però è importante verificare nella scheda del prodotto scelto se puoi applicare direttamente la pittura o se è necessario applicare un fondo o un fissativo.

Gli stucchi specifici per legno sono disponibili in diverse tinte per adattarsi al colore delle essenze, ad esempio rovere, pino e mogano.

Infine considera la finitura: solitamente gli stucchi hanno un aspetto liscio una volta essiccati, ma alcuni prodotti hanno una finitura ruvida che rende le parti stuccate meno visibili sulla parete a intonaco.


Consigli per applicare al meglio lo stucco

Preparare le pareti prima di tinteggiarle è un procedimento indispensabile per raggiungere un risultato ottimale. Una volta stuccati, levigati e rasati, i muri saranno lisci e completamente privi di polvere, pronti per essere dipinti con il colore desiderato.

leggi di più

Per rasatura e lisciatura:

  • pulisci carteggiando la superficie e poi elimina i residui di polvere prima di applicare lo stucco rasante.
  • una volta che lo stucco è asciutto e la parete è perfettamente rasata, carteggia leggermente per ottenere una superficie liscia e omogenea.

 

Per riempire buchi e crepe:

  • sana buchi e crepe eliminando le parti di superficie poco solide e poi spolvera per eliminare i residui.

  • stucca l’imperfezione e comprimi lo stucco per farlo penetrare. Una volta asciutto, carteggia leggermente per ottenere una superficie liscia.

  • se il foro è molto profondo, poiché lo stucco tende naturalmente a ritirarsi durante l’essicazione, ti consigliamo di procedere con più applicazioni per ottenere il risultato desiderato. Tra un’applicazione e l’altra, lascia passare il tempo necessario affinché lo stucco si asciughi per bene.

 

Qualche accorgimento utile:

  • se la fessura o la crepa da riempire è ampia e profonda, applica una striscia di nastro adesivo copri crepe nella misura necessaria prima di procedere con lo stucco.

  • lo stucco in pasta tende a ritirarsi di più di uno stucco in polvere, ovvero riduce il suo spessore una volta asciutto. Questo è dovuto all’evaporazione dell’acqua contenuta nel composto.

 

Gli accessori necessari per stuccare sono:

  • ciotolina con spatola

  • spatole per riempire e frattoni per rasare

  • nastri adesivi per crepe

  • carta abrasiva

SCOPRI TUTTI GLI ACCESSORI PER STUCCARE