Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere uno smalto ad acqua o a solvente

Gli smalti sono il modo più semplice, pratico ed economico per rinnovare molti oggetti. In base alla loro composizione, sono adatti per svariati materiali e usi, in interno ed esterno. Coprono perfettamente ogni superficie e formano una pellicola dura e resistente all'usura e agli agenti atmosferici. Scegli lo smalto ad acqua o a solvente del colore che ti piace di più e via libera al bricolage!


Quale smalto scegliere in base all'uso?

Quale smalto scegliere in base all'uso

Gli smalti si prestano per svariati usi e sono adatti per quasi tutti i tipi di materiali. I più comuni, detti universali, sono indicati per legno, muro e PVC. Per materiali particolarmente lisci, come i laminati, il vetro e la ceramica, alcuni smalti specifici sono in grado di aderire senza l’applicazione preventiva di fondi e di resistere a lungo anche in zone molto umide; altri sono indicati per dipingere oggetti esposti ad alte temperature, come i termosifoni e i camini.

Scegli lo smalto in base al supporto da dipingere:

Smalti universali

Smalti universali

Sono indicati per mobili e oggetti in legno, ferro, PVC e muro. A seconda del prodotto scelto e del supporto, potrebbe essere necessario un fondo aggrappante.

SCOPRI TUTTI GLI SMALTI UNIVERSALI

Smalti per mobili da cucina

Smalti per mobili da cucina

I mobili da cucina sono spesso in melaminico e laminato. Questi smalti sono ideali perché rinnovano una vecchia cucina con poco sforzo, aderendo perfettamente ai materiali laminati senza applicare il fondo aggrappante. Una volta asciutti, si puliscono anche con detergenti neutri. Per la zona adiacente ai piani cottura, scegli un prodotto con resistenza al calore.

VEDI TUTTI GLI SMALTI PER MOBILI DA CUCINA

Smalti per piastrelle e sanitari

Smalti per piastrelle e sanitari

Aderiscono perfettamente a superfici lisce come la ceramica e il grès, senza applicare prima un fondo aggrappante. Grazie alla loro composizione, si applicano facilmente su superfici verticali senza colare. Resistono ai getti d’acqua quindi sono adatti allo spazio doccia e ai sanitari. Una volta asciutti, si puliscono anche con detergenti neutri.

GUARDA TUTTI GLI SMALTI PER PIASTRELLE E SANITARI

Smalti per termosifoni

Smalti per termosifoni

A base d’acqua, sono adatti a termosifoni, stufe, camini e tutti i supporti in ghisa, ferro e alluminio esposti alle alte temperature. A contatto con il calore, non si gonfiano, scrostano o ingialliscono. Si applicano con pennelli e attrezzi specifici per radiatori o con bomboletta spray.

SCOPRI TUTTI GLI SMALTI PER TERMOSIFONI

Smalti per ferro antiruggine

Smalti per ferro antiruggine

Risanano la superfice ferrosa e coprono efficacemente senza applicare il fondo antiruggine. Permettono di risparmiare tempo, unendo due fasi distinte, e sono disponibili in molti colori più “classici”. Tuttavia se vuoi un colore particolare puoi sempre optare per l’applicazione di un fondo antiruggine e poi procedere a dipingere con uno smalto universale del colore desiderato.

VEDI TUTTI GLI SMALTI PER FERRO ANTIRUGGINE

Smalti spray

Sono facili da usare e consentono di dipingere qualsiasi oggetto, anche dalle forme particolari e con superfici che sarebbero difficili da raggiungere con il pennello. Sono adatti per supporti in metallo, legno e plastica. Alcuni smalti spray sono anche antiruggine.

SCOPRI TUTTI GLI SMALTI SPRAY

Smalti per pavimento

Smalti per pavimento

Coprono e proteggono pavimentazioni in cemento, calcestruzzo, legno e piastrelle, rendendole resistenti a calpestio e passaggio di automobili. Sono ideali in interni come garage e cantine ma anche in esterni come patii e terrazze perché sono impermeabili e resistenti ai raggi UV. Resistono alle macchie di solventi e olii e si puliscono con detergenti e anche con idropulitrici.

VEDI TUTTI GLI SMALTI PER PAVIMENTO

Smalti per legno esterno

Smalti per legno esterno

Proteggono e decorano oggetti in legno posti all’esterno come infissi, pergole e recinzioni. Impermeabilizzano il legno, bloccando completamente l’acqua e l’umidità, ma consentono al legno di respirare grazie alla loro formulazione microporosa. Inoltre sono resistenti ai raggi UV quindi non scolorano con il passare del tempo. Possono essere applicati direttamente su legni nuovi, già verniciati o impregnati.

SCOPRI GLI SMALTI PER LEGNO ESTERNO


È meglio uno smalto ad acqua o a solvente?

Gli smalti si distinguono in due tipologie di formulazione, a base d’acqua o di solvente, entrambe equiparabili dal punto di vista delle prestazioni. In funzione dei componenti chimici che contengono, gli smalti sono più o meno resistenti e adatti per oggetti situati all’ esterno ed esposti a differenti condizioni metereologiche.

Smalti ad acqua

Smalti ad acqua

Sono costituiti da resine acriliche in base acquosa. Sono indicati per lavori in interno ed esterno, perché sono inodore e hanno un basso livello di emissioni di composti organici volatili (COV) che possono essere nocivi o irritanti. Asciugano molto rapidamente e sono resistenti nel tempo e adatti anche a supporti lisci, come alluminio, zinco e plastica. I pennelli e i rulli usati si lavano semplicemente con acqua.

Smalti a solvente

Smalti a solvente

A base di resine alchidiche diluite in base di acquaragia o altri solventi sintetici. Sono indicati soprattutto in esterno perché resistono molto bene agli sbalzi di temperatura e alle intemperie. Hanno un forte odore di solvente ed emettono più composti organici volatili, per questo sono meno adatti per essere usati in ambienti interni. Rispetto agli smalti ad acqua, asciugano più lentamente. I rulli e i pennelli si lavano con acquaragia e altri solventi sintetici.


Come scegliere il colore giusto dello smalto

Come scegliere il colore giusto dello smalto

Gli smalti si differenziano da tinte, vernici e impregnanti perché creano un film sulla superfice e coprono interamente l’aspetto originario del supporto. Nel caso di un oggetto in legno, ad esempio, nascondono del tutto le naturali venature. Gli smalti sono ideali per ottenere un aspetto uniforme e un colore omogeneo. Quanto al colore, le possibilità sono pressoché infinite. Hai l’imbarazzo della scelta tra centinaia di tonalità pronte (neutre, calde o fredde) o puoi realizzare qualsiasi colore su misura al tintometro. Scegli il colore che più ti piace e che si intona con il colore delle pareti, dell’arredo e degli accessori decorativi.

leggi di più

La luce modifica il colore una volta applicato:

Il colore applicato su un supporto grande, come un mobile o una parete, sembra più scuro rispetto al campione visto in negozio. Inoltre la luce naturale e artificiale sono molto diverse e influenzano la percezione del colore e quindi il risultato finale del lavoro. Il colore dello smalto nella latta ti sembrerà più scuro. Una volta asciutto, la vernice sarà più chiara e uguale a quella che avevi scelto in negozio.

 

Colore su misura:

Se nessuno dei colori pronti fa per te, possiamo realizzare immediatamente il tuo colore su misura con il tintometro. Nel centro Colori su Misura in negozio troverai le palette colori (RAL, NCS) e potrai scegliere il colore che più ti piace. Possiamo risalire anche al colore di un campione (stoffa, carta, legno muro) con lo spettrofotometro e replicarlo fedelmente.

Questo servizio fa per te se abiti in un condominio e devi rispettare dei colori definiti per dipingere la cassetta della posta, il cancello o altro. Inoltre, il servizio colori su misura consente la riproducibilità in futuro, perché basterà portare in negozio il codice già realizzato per ottenerne uno identico.


Quale finitura scegliere per lo smalto

Quale finitura scegliere per lo smalto

Una volta scelto il colore, scegli la finitura. Questa ha un ruolo importante sul risultato finale e sulla manutenzione nel tempo dell’oggetto verniciato. La finitura di uno smalto modifica il modo con cui la superficie riflette la luce e influenza quindi la percezione dell’oggetto e del colore. Alcuni tipi di finiture sono più facili da pulire mentre altre sono più delicate e soggette a sporcarsi, quindi meno adatte in esterno e in luoghi di passaggio.

leggi di più

Le finiture più comuni tra gli smalti universali:

  • lucida o brillante: riflette molto la luce e fa apparire i colori più vividi ma al tempo stesso evidenzia maggiormente le imperfezioni. È la finitura più adatta per gli oggetti posti in esterno perché crea un film che impedisce allo sporco di depositarsi ed è più facile da pulire e manutenere nel tempo.

  • opaca: maschera le imperfezioni, uniforma le irregolarità della superfice e conferisce un aspetto polveroso e vellutato. È molto adatta quindi per oggetti di decorazione o mobili, posti esclusivamente in interno. La finitura opaca si sporca più facilmente ed è meno lavabile, non è consigliata quindi per ambienti con intenso passaggio e nemmeno per esterni perché assorbe di più lo sporco delle intemperie e lo smog.

  • satinata: riflette leggermente la luce ed è più resistente e lavabile di una pittura opaca. È indicata soprattutto per gli ambienti all’interno e per le stanze dove c’è molto passaggio, come corridoi, camere e soggiorni.

 

Negli smalti specifici si incontrano anche altri tipi di finiture:

  • metallizzata e diamantata sono proprie degli smalti spray.

  • antichizzata o ferromicacea, con diversi tipi di grana (fine, media, grossa), metallizzata e martellata sono finiture comuni tra gli smalti con antiruggine.

Calcola di quanto prodotto hai bisogno

Su ogni latta di smalto è riportata la sua resa in m², ovvero quanto è grande la superficie che puoi dipingere con quella latta di vernice applicando una sola mano di prodotto.

  • Calcola la superficie in m² della parete, moltiplicando larghezza per altezza e sottraendo la misura di porte e finestre.

  • Per ottenere un ottimo risultato ti consigliamo di applicare due mani di smalto, quindi dovrai moltiplicare per due la superfice da dipingere.

  • Se invece scegli uno smalto mano unica, otterrai un risultato perfetto con una sola mano di prodotto.
leggi di più

Indicativamente, con un latta:

  • piccola, da 125 ml: puoi coprire 1,5 m2 con una mano di applicazione (0,75 m2 con due mani).

  • media, da 500 ml: per superfici fino a 5m² con una mano di applicazione (2, 5 m2 con due mani).

  • media, da 750 ml: per superfici fino a 9m² con una mano di applicazione (4,5 m2 con due mani).

  • grande, da 2,5 L: puoi coprire 25 m2 con una mano di applicazione (12, 5 m2 con due mani).

Consigli su come applicare lo smalto

La prima operazione da effettuare è quella di verificare lo stato del supporto e preparare la superficie da trattare.

leggi di più

Prepara il supporto:

Assicurati che la superfice da dipingere sia pulita e sgrassata. Se già verniciata, rimuovi alcuni strati di vernice carteggiando leggermente con una carta abrasiva fine. Rimuovi in seguito la polvere con un panno. Se è necessario stucca e applica un fondo aggrappante se il supporto è liscio e poco aderente. Se hai scelto uno smalto specifico che lo consente puoi applicarlo direttamente sul supporto senza fondo, dopo aver eseguito la pulizia.

 

Che strumento utilizzare per applicare lo smalto:

Usa un pennello o un mini rullo per le piccole superfici o un rullo per le superfici più ampie. Verifica sulla confezione se è possibile applicare il prodotto con una pistola a spruzzo e qual è la diluizione necessaria (con acqua o solvente).

  • scegli un pennello di qualità per evitare che perda setole e che rovini il lavoro; per smalti ad acqua, scegli un pennello con setole sintetiche, mentre per quelli a solvente sono più adatte le setole naturali.

  • scegli un rullo per smalto con pelo corto.

  • per un migliore risultato ti consigliamo di applicare almeno due mani di prodotto.

  • fai attenzione a non caricare troppo rulli e pennelli per evitare colature. Per evitare il gocciolamento del prodotto e per un’applicazione ancora più facile puoi scegliere una formula gel o anti goccia.

 

Accessori per dipingere:

Alcuni attrezzi e accessori sono indispensabili per un lavoro a regola d’arte e per non sporcare l’ambiente.