Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere la pittura murale per esterni

Tutte le facciate degli edifici con il tempo sono soggette a deteriorarsi perché sono esposte quotidianamente a intemperie, raggi solari, umidità, muffe e alghe, all’azione corrosiva di smog e altri fattori ambientali. Per mantenere pareti e muri esterni in buono stato per molti anni, occorre scegliere una pittura di qualità, adatta all’ambiente in cui è posta la facciata e specifica per prevenire e risolvere i fattori di degrado.


Qual è lo stato della tua facciata?

Qual è lo stato della tua facciata

Le facciate degli edifici si degradano con il passare degli anni a causa degli agenti atmosferici e altri fattori ambientali: pioggia, vento, nebbia, raggi solari e sbalzi termici ma anche modifiche sull’edificio, inquinamento, mancanza di manutenzione e vibrazioni indotte dal traffico.

Le pitture per esterno sono più resistenti perché devono rispondere a tutte queste sollecitazioni e al tempo stesso prevengono e curano alcuni problemi tipici delle pareti poste in esterno e in ambienti umidi.

Quasi tutti i fenomeni di degrado di edifici e pareti esterne hanno come causa originaria l’acqua, che sia pioggia battente, umidità da condensa, di risalita capillare o da infiltrazione.

La pittura per facciate e pareti esterne costituisce uno scudo di protezione che impermeabilizza efficacemente la parete e impedisce all’acqua di penetrare nel muro, causando ad esempio aloni, macchie, erosione, muffe, funghi, risalita capillare, efflorescenze saline etc.

SCOPRI TUTTE LE PITTURE PER ESTERNI

Scegli la pittura giusta in base alla tua facciata:

Pittura al quarzo

Tutti i tipi di facciata in buono stato

Se il muro esterno è fondamentalmente sano, vuoi solo rinnovare e rinfrescare il colore oppure cambiarlo, scegli una pittura per esterno acrilica o al quarzo. La pittura al quarzo è durevole nel tempo e molto resistente. È inodore e lavabile con acqua. La pittura al quarzo è ideale anche per dipingere il barbecue in muratura.

SCOPRI LA PITTURA AL QUARZO

Pittura acrilica

Facciata sana e in buono stato ma la pittura invecchiata è in fretta

L’ideale è una pittura acrilica che è a bassa presa di sporco, ovvero riesce a schermare il depositarsi di smog, polvere e sporco dovuto alla pioggia. La pittura acrilica resiste a lungo nel tempo, si applica facilmente. È inodore e lavabile con acqua.

VEDI LA PITTURA ACRILICA

pittura pliolite

Facciata rovinata, esposta a umidità, sole e salsedine

In tutti i casi in cui c’è umidità in eccesso (capillare, da risalita, forti piogge) e in cui la facciata è molto esposta alle aggressioni dei raggi solari o della salsedine, la pittura consigliata è una pittura con antialga o a base di pliolite. Entrambe sono risananti e prevengono la formazione di muffe, funghi e alghe.

GUARDA LA PITTURA ANTIALGA E PLIOLITE

pittura acrilsilossanica

Facciata rovinata e presenza di micro crepe

Nel caso di micro crepe, dovute ad esempio alle sollecitazioni ambientali del traffico o alle forti escursioni termiche, occorre una pittura che sia riempitiva e al tempo stesso elastica, così da adattarsi ai micromovimenti della facciata e resistere a lungo. Le pitture acrilsilossaniche sono traspiranti, idrorepellenti e riempitive.

SCOPRI LA PITTURA ACRILSILOSSANICA

pittura alla calce

Facciata storica ed effetti decorativi

Le pitture a base di calce sono molto indicate quando si vuole conservare un gusto estetico tradizionale e un aspetto naturale. Inoltre sono molto traspiranti e antimuffa, sono quindi indicate per tinteggiare pareti e facciate esposte all’umidità.

SCOPRI LA PITTURA A BASE DI CALCE

leggi di più

Queste vernici sono prodotte attraverso una naturale reazione chimica. I minerali naturali, come sassi di fiume e pietre, vengono cotti a 1200°C e finemente tritati fino ad ottenere Idrato di Calcio che viene poi messo a sedimentare in acqua. Assorbendo l’anidride carbonica il composto assume un aspetto lattiginoso detto appunto “latte di calce”. Una volta steso sulla parete questo liquido si compatta con il supporto su cui viene applicato tramite il processo di carbonatazione. Nel giro delle 3-4 settimane successive alla stesura assume il suo naturale aspetto velato.


Come scegliere il colore della pittura per esterni

Come scegliere il colore della pittura per esterni

Le pitture murali per esterno sono bianche e puoi colorarle aggiungendo dei coloranti specifici per esterno. Puoi anche realizzare il colore che desideri al tintometro grazie al nostro servizio Colore su Misura.

leggi di più

Coloranti per esterno:

Sono più resistenti e durevoli alle intemperie e ai raggi solari rispetto ai coloranti universali. Rappresentano una soluzione economica per creare una pittura colorata. Tuttavia occorre sapere che il colore che si ottiene non sarà esattamente riproducibile nel futuro perché anche poche gocce di colorante modificano l’effetto finale.

 

Colore su misura:

Possiamo realizzare immediatamente il tuo colore su misura con il tintometro. Nel centro Colori su Misura in negozio troverai le palette colori (RAL, NCS e altre) e potrai scegliere il colore che più ti piace. Possiamo risalire anche al colore di un campione (stoffa, carta, legno muro) con lo spettrofotometro e replicarlo fedelmente.

È la soluzione ideale soprattutto se abiti in un condominio e devi rispettare dei colori definiti. Inoltre, il servizio colori su misura consente la riproducibilità in futuro dello stesso colore, perché basterà portare in negozio il codice già realizzato in passato.

 

Finiture:

  • puoi realizzare una finitura ruvida con una pittura al quarzo e usando dei rulli specifici per finitura ruvida e bucciata.

  • puoi ottenere una finitura liscia con le pitture acriliche o a base pliolite.

  • per realizzare una velatura scegli la pittura a calce. È un prodotto di origine minerale che viene prodotta dal grassello di calce che una volta stesa, nel giro di 3-4 settimane, torna a essere solidificarsi e assume naturalmente un effetto velatura.

Calcola di quanto prodotto hai bisogno

Su ogni latta di pittura è riportata la sua resa in m², ovvero quanto è grande la superficie che puoi dipingere con quella latta di vernice applicando una sola mano di prodotto.

  • Calcola la superficie in m² della parete, moltiplicando larghezza per altezza e sottraendo la misura di porte e finestre.

  • Per ottenere un ottimo risultato ti consigliamo di applicare due mani di pittura, quindi dovrai moltiplicare per due la superfice da dipingere.

Consigli per l’applicazione della pittura murale per esterni

Assicurati di tinteggiare in una giornata in cui non piova e non faccia troppo caldo, per non compromettere il risultato. In estate, scegli le prime o le ultime ore della giornata, che sono meno calde. Prima di iniziare a imbiancare i muri esterni, proteggi porte, finestre e pavimento con teli di plastica e nastri per mascheratura.

leggi di più

Prepara il supporto:

Nel caso di una superfice danneggiata o esposta a fattori che la portano a degradare negli anni, prima di dipingere è importante trattare il muro così da risanarlo e prevenire il suo deterioramento in futuro. Una buona preparazione del supporto è determinante per un buon risultato e farà sì che la pittura duri più a lungo.

 

  • Elimina eventuali parti di vernice rovinata per l’umidità con l’aiuto di una spazzola, di un raschietto e di una spatola.

  • Stucca le crepe o ripristina le eventuali parti mancanti con uno stucco o un intonaco per esterno. Se le crepe sono più grandi, prima di stuccarle bisogna allargarle con uno scalpello, staccare le parti di vecchia pittura che si scrostano e carteggiare accuratamente tutta la superficie.

  • Applica un fondo specifico per esterno per migliorare l’aderenza della pittura. Per pitture al quarzo e acriliche, applica un fissativo acrilico consolidante o riempitivo. Per pitture alla pliolite e acrilsilossaniche, applica un fissativo a solvente. Per le pitture alla calce scegli il fondo dedicato.

  • Se ci sono macchie di muffa, funghi e alghe devi innanzitutto rimuoverle, lavando la superfice con detergenti risananti specifici e una spazzola.

 

Che strumento utilizzare per applicare la pittura:

 

Accessori per dipingere: