Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Quale pittura scegliere per dipingere i mobili della cucina

Vuoi rinnovare i mobili della tua cucina senza cambiarla, ma ti sembra una missione impossibile? Non temere! Con la vernice per mobili giusta puoi dipingere i mobili e rivoluzionare il look della tua cucina in modo economico e facile. Con vernice, pennello e qualche piccolo consiglio sei pronto a liberare la tua creatività!

green quotes opensRegala alla tua cucina un tocco di personalità con lo smalto per mobili. Una soluzione veloce, economica e creativa per rinnovare la cucina senza cambiare i mobili.green quotes closes


Rinnovare i mobili vecchi della cucina con la vernice per mobili

Rinnovare i mobili vecchi della cucina con la vernice per mobili

La cucina è il "cuore" della casa, l'ambiente che più di ogni altro richiama alla mente il senso di calore famigliare. Vera e propria fucina di creatività, la cucina è la stanza più vissuta dell'ambiente domestico e proprio per questo motivo più bisognosa di "coccole"! Il tempo e l'usura sono i peggiori nemici dei mobili della cucina, che a un tratto possono apparire opachi, rovinati e fuori moda. Decidere di cambiare i mobili è una soluzione drastica, e spesso anche molto costosa. Come fare allora? Per regalare alla tua cucina un restyling totale puoi scegliere di verniciare i mobili!

Le vernici per mobili sono la soluzione pratica, economica e anche divertente per dare alla tua cucina una seconda vita donandole un tocco di colore moderno, un pizzico di sapore vintage o un aspetto elegante e classico. Le vernici per mobili ti consentono di verniciare mobili vecchi anche in laminato, formica o impiallacciati senza dover carteggiare o applicare un fondo. Conosciamo più a fondo il mondo degli smalti per mobili scoprendone le caratteristiche e i vantaggi.

VEDI SUBITO TUTTI GLI SMALTI PER MOBILI

Caratteristiche e vantaggi delle vernici per mobili:

Le vernici per mobili ti permettono di dipingere i mobili della cucina in maniera rapida, efficace, creativa e senza grandi sforzi adattandosi a numerose tipologie di superfici e garantendoti una resa nel tempo ottimale. Sono la soluzione ideale per rinnovare piani di lavoro, credenze, elettrodomestici e mobili realizzati in vari materiali come:

  • legno verniciato

  • legno grezzo

  • laminato

  • formica

  • impiallacciato

Inoltre, alcune tipologie di vernice sono indicate anche per rinnovare mobili o vecchi elettrodomestici in alluminio, acciaio inossidabili, plastica e metallo. I vantaggi offerti dall'utilizzo di uno smalto per verniciare i mobili della cucina sono davvero molti. Questa tipologia di vernici aderisce perfettamente alla superficie del mobile, senza la necessità di applicare un fondo aggrappante. L'applicazione è facile e garantisce una tenuta nel tempo perfetta e di lunga durata. Questi smalti hanno poi un elevata resistenza alle abrasioni, i graffi, gli urti, i lavaggi frequenti, il grasso e le macchie di cibo.

Alcune vernici particolari sono poi in grado di resistere anche alle alte temperature e possono essere utilizzate anche sulle pareti o gli elettrodomestici adiacenti i piani cottura della cucina. La manutenzione risulta estremamente facile e i mobili verniciati possono tranquillamente essere lavati con un detergente neutro.


Smalti a solvente e acqua: quale scegliere per dipingere i mobili?

Smalti a solvente e acqua: quale scegliere per dipingere i mobili?

Nella scelta della vernice più adatta per dipingere i mobili sicuramente ti troverai di fronte a questo dilemma: smalti a solvente o ad acqua? Per rinnovare i mobili della tua cucina la scelta migliore è sicuramente quella di una vernice a base acquosa. Perché? Scopriamolo insieme.

Smalti a solvente

Questa tipologia di smalti è composta da resine alchidiche e sono solitamente diluiti con sostanze chimiche o solventi sintetici, come l'acquaragia. Gli smalti a solvente sono largamente utilizzati per eseguire lavori esterni, questo perché hanno un'elevata resistenza alle intemperie e agli sbalzi termici. Inoltre, consentono di ottenere una piacevole rifinitura a specchio, esteticamente molto bella, e sono particolarmente utili per rinnovare degli elementi in ferro particolarmente rovinati senza la necessità di procedere con la stesura di un fondo o di trattamenti preventivi. Sono sconsigliati negli ambienti domestici e chiusi poiché hanno un odore molto intenso di solvente e rilasciano nell'aria una quantità molto più elevata di composti organici. Gli smalti a solvente, al contrario di quelli ad acqua, hanno tempi di asciugatura molto più lunghi e la pulizia di rulli e pennelli dopo l'utilizzo deve essere eseguita con acquaragia o altre tipologie di solventi sintetici.

Smalti ad acqua

Gli smalti ad acqua, al contrario di quelli a solvente, vengono diluiti con acqua e non con solventi. Le vernici a base acquosa si stendono facilmente e non sviluppano odori aggressivi durante l'utilizzo. Inoltre, il livello di emissioni nell'ambiente di composti organici volatili è estremamente basso. Per questo motivo le vernici ad acqua sono consigliate per tutti quei lavori di verniciatura da svolgere all'interno delle abitazioni. Le vernici acquose sono poi indicate per verniciare i mobili in legno dato che consentono al materiale di "respirare" pur garantendo un effetto idrorepellente. Contrariamente alle vernici a solvente, quelle a base acquosa hanno tempi di asciugatura molto più rapidi. Questo tipo di vernice risulta molto resistente e duratura nel tempo e può essere tranquillamente stesa anche su superfici e supporti lisci come la plastica, lo zinco e l'alluminio. Una volta terminato il lavoro di verniciatura i rulli e i pennelli utilizzati possono essere lavati semplicemente con dell'acqua.


Come scegliere il giusto colore per dipingere i mobili

Come scegliere il giusto colore per dipingere i mobili

Parliamo ora di colori! La scelta della tinta giusta non è prettamente legata alla sfera estetica, ma gioca un ruolo di grande importanza. I colori hanno infatti una notevole influenza sulle emozioni e la percezione degli ambienti domestici.

Rinnovare i mobili della cucina, e di conseguenza modificarne la tinta, è un metodo semplice eppure efficace per rivitalizzare un ambiente opaco e spento all'interno della tua abitazione.

Sapevi che i colori possono influenzare la tua percezione degli spazi, la temperatura di una camera e persino il tuo umore? Vivace, neutro o scuro la scelta della nuance perfetta per la tua cucina è tutta una questione di sfumature!

Colori neutri

Se per la tua cucina desideri un aspetto sofisticato, elegante ma anche equilibrato e rilassante allora opta per delle vernici tono su tono dalle tinte neutre come il tortora, il beige, l'écru o l'intramontabile bianco. Sfumature preziose e ricercate per i tuoi mobili, che se abbinate a oggetti o elementi dalle tinte vivaci mettono in primo piano la bellezza della tua cucina.

 

Colori vivaci

Accesi e vividi nelle tonalità calde come il rosso, il giallo o l'arancione o algidi e glaciali dalle sfumature fredde come il blu, il viola o l'azzurro? Le tinte vivaci possono essere utilizzate da sole per creare un ambiente dal carattere deciso, ma possono anche essere mescolate o stemperate. Per una cucina dall'animo moderno e giovanile opta per un mix di colori caldi e freddi; se invece preferisci un ambiente più ordinato e sobrio allora stempera le tinte più vivaci utilizzando inserti nelle nuance del grigio e dai toni neutri.

 

Colori scuri

Per una cucina dal gusto chic e ricercato scegli una vernice dalle tinte scure. Le nuance cioccolato, verde petrolio, antracite o rosso marsala conferiranno ai tuoi mobili un aspetto sofisticato.


Come dipingere i mobili: tutti gli step per un ottimo lavoro

Come dipingere i mobili: tutti gli step per un ottimo lavoro

Dopo tanta teoria... finalmente sei pronto a passare alla pratica! Per iniziare il tuo restyling dei mobili della cucina avrai bisogno di pochi strumenti e tanta creatività. Prima di iniziare ecco l'occorrente necessario per rinnovare i tuoi mobili:

Ecco step by step le istruzioni per dipingere i mobili della tua cucina alla perfezione e con risultati professionali:

  1. proteggi le superfici: per prima cosa proteggi tutte le superfici che non devono essere rinnovate, comprese le piastrelle se non intendi verniciarle. Per farlo utilizza un telo protettivo e del nastro per mascheratura.

  2. rimuovi le maniglie: smonta ora tutte le maniglie da cassetti e credenze aiutandoti con un avvitatore o un semplice cacciavite. Per poter aprire agevolmente le ante, senza rovinare la pittura, realizza delle linguette con il nastro carta.

  3. sgrassa: per migliorare l'adesione della vernice sulle superfici sgrassa a fondo i mobili. Per farlo puoi utilizzare dell'acetone e una spugna. Ricorda di indossare sempre dei guanti per proteggere le mani. Se devi rinnovare dei mobili in legno grezzo, dovrai prima carteggiarli con della carta vetrata.

  4. risciacqua: dopo aver eliminato grasso, macchie e polvere risciacqua accuratamente e asciuga le superfici.

  5. vernice: mescola bene la vernice in modo da amalgamare perfettamente i componenti.

  6. vaschetta: versa la quantità di vernice che ti occorre nell'apposita vaschetta.

  7. modanature: inizia dipingendo con il pennello le modanature, gli angoli e i punti meno accessibili. Procedi sempre con pennellate complete e lente.

  8. rullo: aiutandoti con il rullo vernicia le parti piane. Non preoccuparti se la vernice sembra troppo trasparente, acquisterà spessore con la seconda mano.

  9. cassetti: per evitare di dover rimuover i cassetti, disponili in posizione sfalsata. Procedi quindi verniciando prima le modanature e i punti meno accessibili con il pennello, poi stendi la vernice con il rullo sulle aree piane.

  10. seconda mano: prima di passare alla seconda mano, lascia asciugare perfettamente la vernice. Attendi i tempi di asciugatura riportati sulla confezione e comunque non iniziare a dipingere nuovamente prima che siano trascorse almeno 6 ore.

  11. maniglie: quando anche la seconda mano sarà perfettamente asciutta puoi rimontare le maniglie.

 

Bonus trucchi per dipingere i mobili senza sbagliare:

  • per verniciare i mobili della cucina alla perfezione evita di immergere il pennello nella vernice. Bagna solamente la punta, in questo modo stendere lo smalto sarà molto più semplice e otterrai una copertura omogenea e liscia.

  • stendi la vernice sempre muovendoti in un solo verso, o in verticale o in orizzontale. Ricorda poi di mantenere durante la verniciatura sempre la medesima pressione, in modo da stendere lo smalto in maniera omogenea su tutta la superficie.

Vuoi approfondire meglio le tecniche e i trucchi per dipingere alla perfezione i mobili della tua cucina? Con questo video tutorial sul relooking della cucina puoi imparare in un lampo tutto quello che c'è da sapere.