Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere le vernici per piastrelle

Le piastrelle del tuo bagno e della tua cucina non ti piacciono più. Vorresti rivoluzionare l'estetica del bagno e della cucina con un restyling più moderno o originale, ma rimuovere le piastrelle è un lavoro costoso e impegnativo. Come fare? Fortunatamente esistono smalti e vernici per piastrelle che ti consentono di cambiare radicalmente l'aspetto delle piastrelle in pochi e semplici step!

green quotes opensPer rivoluzionare il look di bagno e cucina, le vernici per piastrelle sono la soluzione low cost ideale e semplice da applicare.green quotes closes


Perché scegliere gli smalti per piastrelle di bagno e cucina?

Perché scegliere gli smalti per piastrelle di bagno e cucina?

Nulla è per sempre... neppure le piastrelle! Modificare lo stile di bagno e cucina cambiando le piastrelle, o più semplicemente sostituirle perché démodé o usurate, è un ottima soluzione per "svecchiare" gli ambienti più vissuti della casa. Un intervento di ristrutturazione simile però comporta una notevole spesa sia di tempo che in termini economici. Questo perché è necessario rimuovere le vecchie piastrelle prima di procedere con l'installazione di quelle nuove, e questo tipo d'intervento non è sicuramente semplice e rapido.

Fortunatamente esiste un'alternativa altrettanto valida, economica e veloce ed è rappresentata dalle vernici per piastrelle. Stendere gli smalti per piastrelle è un'operazione estremamente semplice, dato che un prodotto specifico non ha bisogno di essere diluito, non cola e non necessità dell’applicazione di un fondo aggrappante. Inoltre, queste speciali vernici aderiscono alla perfezione anche su superfici lisce e non porose, proprio come quelle delle piastrelle del bagno e della cucina. Una volta completamente asciutta la vernice è in grado di resistere a urti, graffi, alte temperature, umidità e lavaggi con detergenti sgrassanti. Basta quindi applicare il prodotto sulle vecchie piastrelle per ottenere una resa altamente professionale e una superficie brillante e come nuova.

Rinnovare le piastrelle significa anche osare! Le vernici per piastrelle sono infatti disponibili in un'ampia gamma di nuance tra cui scegliere da quelle più eleganti e classiche, alle colorazioni più vivaci e moderne. Un prodotto estremamente eclettico e versatile che ti consente di personalizzare e rivoluzionare i tuoi ambienti domestici.

VEDI SUBITO TUTTI GLI SMALTI PER PIASTRELLE

I vantaggi offerti dalle vernici per piastrelle:

  • consentono di rinnovare totalmente le piastrelle del bagno e della cucina senza dover demolire quelle vecchie eliminando il problema legato alla polvere e allo smaltimento dei calcinacci.

  • aderiscono perfettamente anche su materiali e superfici poco porose come le piastrelle della cucina e del bagno.

  • sono resistenti agli urti, ai graffi, al calore, all'umidità e ai lavaggi con prodotti e detergenti sgrassanti.

  • sono pronte per l'uso e non necessitano di un fondo né di essere diluite.

  • tempi di asciugatura rapidi.


Quale tipo di vernice scegliere per verniciare le piastrelle

La scelta della vernice per rinnovare le piastrelle è fondamentale per ottenere un risultato ottimale. Esistono infatti diverse tipologie di vernici tra cui scegliere. Altre vernici come le resine sono invece molto coprenti, ma hanno successivamente bisogno di una finitura protettiva. Scopriamo insieme più nel dettaglio le varie tipologie di vernici, per scegliere quella perfetta per i tuoi interventi di ristrutturazione.

Smalto per piastrelle

Smalto per piastrelle

Per rinnovare le piastrelle in cucina con un intervento facile e veloce opta per lo smalto. Questa tipologia di vernice per piastrelle ti consente infatti di proteggere e donare nuovamente brillantezza alle piastrelle. Gli smalti per piastrelle hanno una componente chimica che li rende particolarmente resistenti a graffi e pulizia con detergenti; sono molto coprenti e già con due mani, senza applicazione di alcun fondo, garantiscono un risultato impeccabile.

SCEGLI GLI SMALTI PER PIASTRELLE

Smalto per sanitari e piatto doccia

Smalto per sanitari e piatto doccia

Queste vernici sono solitamente bicomponenti, ovvero composte da due prodotti da miscelare al momento dell’uso. Sono consigliate per dipingere il piatto doccia o la vasca, rinnovare i sanitari e dipingere il lavabo. In alcuni casi, dopo l’applicazione di una o due mani di prodotto si deve procedere con la stesura della finitura ceramizzante.

SCEGLI GLI SMALTI PER SANITARI E PIATTI DOCCIA

Resina per piastrelle

Resina per piastrelle

La resina è un'ottima soluzione alternativa agli smalti per dipingere piastrelle. La resina è infatti la scelta ideale quando hai bisogno di coprire in via definitiva delle piastrelle rovinate o passate di moda. A differenza degli smalti le resine sono sempre prodotti bicomponenti e vengono venduti con un indurente confezionato a parte.

Cosa rende tanto speciali le resine? Sicuramente il grande pregio della resina è quello di possedere un potere adesivo eccezionale su molte tipologie di superfici diverse come inox, marmo, gres, vetro e naturalmente piastrelle. La resina si rivela quindi un'alleata preziosa per dipingere le piastrelle del bagno e per rinnovare i sanitari. Grazie a specifici fondi livellanti si può riempire le fughe e creare delle superfici continue, nascondendo per sempre alla vista le vecchie mattonelle.

La resina ha un costo più elevato rispetto agli smalti e anche un ciclo applicativo più lungo, tuttavia esteticamente il risultato finale risulta superiore e completo. Se vuoi approfondire e conoscere ancora più nel dettaglio le varie tipologie di resina disponibili, ti consigliamo di consultare questa interessante guida.

OPTA PER LE RESINE PER PIASTRELLE


Come dipingere le piastrelle del colore giusto

Come dipingere le piastrelle del colore giusto

La scelta del colore della vernice per dipingere le piastrelle è ovviamente una decisione del tutto soggettiva, dettata soprattutto dal gusto personale. Ciò che invece è importante tenere in considerazione è il tipo di effetto che si desidera ottenere nell'ambiente in cui si interviene. Attraverso i colori, e la cromoterapia, è infatti possibile suscitare delle emozioni, calmare gli stati d'ansia e creare ambienti rilassanti e confortevoli.

La nuance giusta è poi in grado di conferire agli spazi maggiore ampiezza e luminosità o viceversa raccoglimento e calore. Dipingere le piastrelle del bagno, soprattutto se piccolo, con colori tenui e dalle sfumature pastello può aiutare a creare un effetto più ampio e arioso.

Questo stesso concetto può essere applicato anche per dipingere le piastrelle della cucina. I colori tenui, tendenti al freddo, possono però risultare poco avvolgenti. Se desideri rendere la tua casa calda, accogliente e piacevole allora opta per delle nuance calde come l'ocra, il rosso o l'arancione. Se puoi non vuoi rinunciare ai dettagli, armati di stencil e divertiti a ridecorare le tue piastrelle come preferisci... il limite è solamente la tua fantasia!


Come verniciare le piastrelle

L'ultimo step di questo nostro viaggio alla scoperta delle vernici e delle resine per rinnovare la cucina e il bagno senza togliere le piastrelle, è l'intervento di ristrutturazione vero e proprio. Come già detto si tratta di un restyling che non necessita di competenze professionali e può essere svolto in pochi e semplici passaggi. Naturalmente per procedere correttamente, e ottenere un risultato finale invidiabile, è necessario seguire alcuni accorgimenti essenziali. Vediamo allora come verniciare le piastrelle:

  • il primo passo, assolutamente essenziale, consiste nel pulire approfonditamente la superficie su cui si andrà a lavorare. Le piastrelle dovranno quindi essere perfettamente sgrassate. Per farlo puoi utilizzare una spugna imbevuta con acqua e soda caustica o pulitore sgrassante specifico. Proteggiti con guanti resistenti, mascherina e occhiali mentre svolgi questa operazione. Risciacqua e lascia asciugare perfettamente le piastrelle.

  • il secondo step è quello di delimitare con del nastro adesivo in carta l'area che dovrà essere trattata, proteggendo in questo modo le zone che non dovranno essere verniciate.

  • è poi necessario provvedere a riparare fessurazioni o crepe nelle fughe. Per farlo è sufficiente riempirle con dello stucco indicato per piastrelle, stendendolo con una spatola. Una volta asciutto lo stucco, ricorda di rimuovere gli eccessi con carta abrasiva grana 180.

  • per un'aderenza migliore e una copertura finale ottimale, soprattutto le resine necessitano dell'applicazione di una mano di primer specifico, da stendere con un pennello oppure con un rullo.

  • una volta arrivato il momento di dipingere, ti consigliamo di non prelevare la vernice direttamente dalla latta, ma di travasarne la quantità di cui si ha bisogno in una vaschetta.

  • a questo punto è possibile iniziare a dipingere le piastrelle. La vernice deve essere stesa procedendo dall'esterno verso l'interno con un rullo per ottenere una superficie completamente liscia, con il pennello tra le fughe e nei punti difficili.

  • molto importante è poi la pressione da esercitare sulle piastrelle durante la verniciatura, che deve possibilmente essere sempre la stessa per distribuire la stessa quantità di prodotto su tutte le piastrelle ottenendo una superficie perfettamente omogenea.

  • lascia asciugare la prima stesura per il tempo consigliato sulla confezione prima di procedere con la seconda mano.

  • se è indicato nel ciclo applicativo (ad esempio nel caso delle resine e degli smalti per sanitari) non trascurare di applicare la finitura protettiva o ceramizzante.

 

Con gli smalti e le resine per verniciare le piastrelle puoi finalmente rivoluzionare la tua cucina e il tuo bagno in maniera economica, pratica e veloce. E se ancora ti è rimasto un pizzico di curiosità, e vuoi scoprire step by step come rinnovare le piastrelle e il piatto doccia, in questo video tutorial su come rinnovare le piastrelle e il piatto doccia trovi i suggerimenti utili per metterti subito al lavoro e ottenere risultati professionali in modo rapido e semplice.

 

Come dipingere le piastrelle con gli accessori adatti:

  • soda caustica, guanti, mascherina, occhiali, bacinella e una spugna per aiutarti a preparare e pulire approfonditamente la superficie da verniciare.

  • nastro adesivo in carta per delimitare le aree di lavoro proteggendo le zone che non andranno verniciate.

  • spatola e stucco di riempimento per preparare la superficie nel caso si presentassero piastrelle danneggiate e crepe nelle fughe. Riempendo le eventuali fessurazioni la superficie risulterà perfettamente regolare e liscia.

  • primer o fondo aggrappante. Le vernici per piastrelle oggi non richiedono più l’applicazione del fondo ma le resine necessitano di un prodotto specifico per poter aderire perfettamente alle piastrelle.

  • un rullo di piccole dimensioni in materiale sintetico. Questo accessorio consente di stendere lo smalto con maggiore velocità. Inoltre, diversamente dai rulli utilizzati per imbiancare le pareti, le piccole dimensioni permettono di lavorare con maggiore precisione.

  • un pennello con setole sintetiche di buona qualità per verniciare angoli, bordi e per riempire bene le fughe o le irregolarità della piastrella.