Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere il martello

Che tu sia un professionista, un appassionato del fai da te o l'inquilino di un'abitazione non particolarmente ferrato nel costruire e riparare, hai comunque necessità di possedere un martello. E non potrebbe essere diversamente da così, visto che i martelli consentono di essere usati in molteplici attività. Pensi che i martelli siano tutti uguali? Non è così e questa guida vuole farteli scoprire tutti, per consentirti di scegliere quello giusto per te.


Martelli: cosa sono e quali sono le loro caratteristiche

Martelli: cosa sono e quali sono le loro caratteristiche

La funzione di un martello è legata a filo doppio alle sue caratteristiche costruttive. Prima di valutare quale martello scegliere è quindi importante conoscere com'è fatto un martello e quali sono le sue peculiarità.

Tutti i martelli si compongono di due elementi:

  • massa: che spesso non supera il 1 kg di peso.

  • manico: indispensabile a muovere la massa per colpire un oggetto o per operare su di esso.

VEDI SUBITO TUTTI I MARTELLI

La massa nei martelli: cos'è?

La massa in un martello è la sua estremità, realizzata solitamente in ferro, soprattutto in acciaio, che grazie alle sue peculiarità consente di fornire al colpo la giusta dose di energia, senza per questo lasciarsi deformare dall'urto. A distinguere le masse dei martelli sono le estremità. In una massa si distinguono la:

  • testa: anche nota come bocca. Ha una superficie piana ed è la porzione della massa utilizzata per battere su una superficie o un bersaglio.

  • penna: è la porzione della massa situata sul lato opposto della testa. Assume forge differenti che dipendono dalla funzione attribuita all'utensile. Ad ogni modo la penna è sempre più piccola della testa.

 

Il manico: quali caratteristiche possiede?

Il manico è solitamente realizzato in legno, anche se non mancano varianti che lo propongono, ad esempio, in gomma dura o resina. Il manico è inserito all'interno della massa mediante un foro appositamente creato su di essa. Per consentire all'utilizzato di utilizzare questo strumento anche nelle condizioni più critiche, si inserisce fra manico e massa un cuneo che ne agevola il corretto serraggio. Ovviamente per il giusto utilizzo dei martelli è necessario impugnarli nella porzione di manico opposta alla massa. L'impugnatura del manico è ergonomica: tale scelta è funzionale a migliorare l'usabilità dello strumento, che lo rende confortevole e sicuro. Quando il manico è realizzato in metallo, l'impugnatura è comunque imbottita ed ergonomica.


Funzioni e tipologie di martelli

Funzioni e tipologie di martelli

Comunemente le tipologie di martelli si distinguono le une dalle altre a seconda dell'utilizzo, e quindi dell'utilizzatore, che se ne dovrà fare. Per questa ragione, possiamo individuare:

  • il martello da falegname

  • il martello da muratore

  • il martello da carpentiere

  • il martello da carrozziere

  • la mazzetta in gomma

Scegli il martello più adatto al lavoro da svolgere:

Martello da falegname

Martello da falegname

Il martello da falegname, o martello tedesco, ha lo scopo di inchiodare su legno e di battere con la testa sullo scalpello. Il manico è solitamente in legno o plastica, mentre la penna è piatta, a forma di becco. In commercio se ne trovano di peso compreso fra 150 gr. e 450 gr.

ACQUISTA IL MARTELLO DA FALEGNAME PERFETTO PER TE

Martello da carpentiere

Martello da carpentiere

Per martello da carpentiere si intende un utensile che viene utilizzato per lavori di carpenteria, quindi all'interno dei cantieri edili o navali, che coinvolgono costruzioni in legno oppure metallo. Il martello da carpentiere viene utilizzato in buona parte dei casi per inchiodare o per estrarre chiodi: per tale ragione la sua forma è diversa rispetto ad altri martelli in commercio.

Anzitutto la massa di un martello da carpentiere può avere una testa liscia o tonda, mentre la penna è biforcuta, sia dritta che incurvata. Tale forma è indispensabile per l'estrazione dei chiodi. In alcuni casi la punta della penna è magnetica: tale elemento facilita l'estrazione dei chiodi. Il manico, invece, può essere in acciaio, legno o plastica: solitamente è più lungo rispetto ad altri tipi di martelli, per semplificare il raggiungimento di punti critici. Il peso di questi martelli è compreso, in linea di massima, fra i 300 gr. e i 600 gr, anche se quelli più utilizzati hanno un peso compreso fra i 400 gr e i 500 gr.

SCOPRI IL MARTELLO DA CARPENTIERE

leggi di più

Un martello da carpentiere può essere di tre tipologie:

  • martello francese: è il martello da carpentiere tradizionale, con testa squadrata e penna dritta e biforcuta.

  • martello americano: si riconosce per la testa arrotondata e la penna ricurva, tanto da ricordare le chele di un granchio.

  • martello da carpentiere tedesco: si distingue per avere la penna con una sola punta, al posto della biforcazione. Si ricorre al martello da carpentiere tedesco quando si devono estrarre chiodi situati in cavità impossibili da raggiungere con i martelli da carpentiere tradizionali.
Martello da muratore

Martello da muratore

Il martello da muratore, noto anche come martellina, ha una duplice funzione: esso è utilizzato per lo più per rimuovere l'intonaco dalle pareti e per rompere pietre o mattoni. Per raggiungere questo obiettivo entrambe le estremità della massa della martellina da muratore sono appuntite. Le martelline da muratore presentano un manico che può essere in legno o plastica bimateriale, mentre il peso è solitamente compreso fra i 400 gr. e i 500 gr. Non manca, fra gli utensili tipici del muratore anche la mazzetta, di peso superiore e utilizzata nelle operazioni di cantiere per battere, ad esempio sui punteruoli, o durante le operazione di muratura.

TROVA IL MARTELLO DA MURATORE GIUSTO

Martello da carrozziere

Martello da carrozziere

Con ogni probabilità, dopo la mazzetta da muratore e la mazza, il martello da carrozziere è l'utensile più pesante. La ragione del peso di questa tipologia di martelli è dovuta al fatto che i carrozzieri lo utilizzano per battere sulle lamiere. Per questa ragione la testa è squadrata mentre la penna è a punta singola, a cuneo arrotondato, utile per l'esecuzione di lavori speciali.

Mazzetta in gomma

Mazzetta in gomma

Utilizzata per eseguire lavori in cui è indispensabile imprimere energia ad un bersaglio, senza rovinare la superficie con cui viene a contatto, la mazzetta in gomma è solitamente composta da una testa e una penna tonde o squadrate, con superficie piana, realizzate in plastica, legno o gomma, la quale riesce a esprimere una buona potenza senza far danni su materiali molto duri. Spesso, ad esempio, è utilizzata sulle piastrelle. Il suo peso è più elevato rispetto a qualsiasi altra tipologia di martello: una mazzetta in gomma pesa tra i 220 gr. e 500 gr.

ACQUISTA LA TUA PROSSIMA MAZZETTA IN GOMMA


L'importanza del manico per martello: come sceglierlo

L'importanza del manico per martello: come sceglierlo

Come abbiamo visto per scegliere un martello è indispensabile pensare per quale scopo intendi acquistarlo. Indipendentemente dalla massa del martello, il manico deve assicurarti il giusto comfort. Esistono in commercio, ad esempio, manici antivibrazioni e perfettamente ergonomici.

Tra i materiali che compongono un manico ricordiamo:

  • legno: forse è il materiale meno longevo ma è anche quello che ti garantisce un ottimo assorbimento delle vibrazioni prodotte dall'urto.

  • acciaio: i manici in acciaio hanno un'impugnatura in gomma. Possono essere utilizzati anche come leve, in casi di necessità.

  • bimateriale: è un materiale che assicura la giusta dose di solidità, elasticità e compattezza;

  • plastica: più longeva dei manici in legno e assorbe sufficientemente anche le vibrazioni.

SOSTITUISCI IL TUO MANICO CON UNO NUOVO


Come usare un martello

Come usare un martello

Per usare un martello è importante, anzitutto, che esso abbia una superficie con diametro maggiore di almeno 1,2 cm, rispetto al bersaglio da colpire. Prima di cominciare a usare un martello è consigliabile assicurarsi che la testa sia ancorata in maniera corretta e salda al manico. Se ti accorgi che il manico è incrinato oppure presenta delle crepe, meglio sostituirlo prima di cominciare un qualsiasi lavoro.

Per lavorare con un martello è comunque opportuno indossare degli occhiali protettivi o una visiera. La maniera più opportuna di utilizzare un martello prevede di sferrare un colpo con l'utensile tenuto dritto e la sua testa tenuta parallela alla superficie bersaglio. Usare in questo modo il martello impedisce che esso si rompa. Meglio rammentare che è indispensabile scegliere il martello in base al progetto che si deve portare avanti. Infatti, l'acquisto di un martello inadatto al caso può provocare delle scheggiature o dei danni alle superficie. Importante è non colpire con un martello di metallo superfici in cemento, ceramica o pietra.