Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere i DPI, dispositivi di protezione individuale

Sei un appassionato di giardinaggio, bricolage e lavoretti fai da te? Allora è arrivato il momento di scegliere i dispositivi di protezione individuale: pensati sia per i principianti che per i lavoratori più esperti, sono ideali per metterti al riparo da eventuali incidenti che possono accadere anche mentre ti dedichi ai tuoi hobby preferiti.

green quotes opensA seconda del lavoro che dovrai svolgere, seleziona i dispositivi di protezione individuale più idonei a garantirti la sicurezza necessaria.green quotes closes


Cosa sono i DPI, dispositivi individuali di protezione?

Cosa sono i DPI, dispositivi individuali di protezione?

I DPI, vale a dire, i dispositivi di protezione individuale, sono dei prodotti appositamente studiati per prevenire in maniera efficace il rischio di incidenti alla persona mentre si eseguono determinate mansioni che potrebbero rivelarsi pericolose in casa, in giardino o negli ambienti di lavoro. Proprio in quest'ultimo ambito, tali articoli sono resi obbligatori e devono presentare determinate caratteristiche che garantiscano efficacia e sicurezza. Non sono dunque obbligatori per i lavori fai da te, ma sono vivamente consigliati, perché, anche quando ci si dedica all'hobby del bricolage o del giardinaggio tra le mura domestiche o all'aperto, è bene non correre rischi ed evitare infortuni che potrebbero avere conseguenze gravi.

Ma in quale tipo di occupazioni è necessario fornirsi di dispositivi di protezione individuale? Ce ne sono molte e riguardano, come dicevamo, anche i semplici lavori di casa o di giardinaggio: potresti rischiare di tagliarti utilizzando strumenti come motosega, cesoie o asce, irritare le vie respiratorie o gli occhi a causa del contatto con sostanze chimiche o corrosive, ustionarti con dei saldatori o con la fiamma ossidrica, subire un trauma da schiacciamento causato da un martello o da una caduta, o, ancora, lacerare un piede con un chiodo calpestato per sbaglio e il corpo con delle schegge.

SCOPRI TUTTI I DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE DISPONIBILI ONLINE


Le tipologie di dispositivi individuali di protezione

Le tipologie di dispositivi individuali di protezione

A seconda del lavoro che ti accingerai a intraprendere, dovrai selezionare il tipo, o i tipi, di dispositivi di protezione individuale più idonei, evitando di utilizzare prodotti che non siano certificati CE e che, di conseguenza, potrebbero rivelarsi poco affidabili e non in grado di garantirti la sicurezza necessaria.

Volendo riassumere, il compito dei diversi DPI è quello di:

  • proteggere le mani

  • proteggere gli occhi

  • proteggere il capo

  • proteggere il viso

  • proteggere l'udito

  • proteggere il corpo

  • proteggere i piedi

  • proteggere le vie respiratorie

A questo tipo di prodotti si aggiungono, infine, quei DPI, come le protezioni anticaduta, tra cui le imbragature, che servono a salvarti da eventuali cadute dall'alto quando svolgi dei lavori "in quota", ad esempio, su una scala, sul terrazzo o sul tetto della tua casa.

Vediamo dunque nel dettaglio le caratteristiche dei DPI più utilizzati e, in particolare, di articoli come:

  • le scarpe antinfortunistiche

  • le mascherine e i respiratori

  • i guanti da lavoro

  • gli occhiali da lavoro

  • l'abbigliamento da lavoro

  • i caschi

  • le cuffie da lavoro e i tappi

  • le ginocchiere e le protezioni anticaduta

VEDI SUBITO TUTTI I DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE


Le scarpe antinfortunistiche

Le scarpe antinfortunistiche

Le scarpe antinfortunistiche sono dei dispositivi di protezione individuale che hanno il compito di proteggere i piedi: tali calzature speciali sono prodotte in diverse tipologie, ma sono tutte dotate di un puntale in acciaio che difende le dita dei piedi, di un tallone che protegge e assorbe gli urti, di una lamina antiperforazione che evita il danneggiamento da parte di oggetti affilati o taglienti, e di una suola resistente agli idrocarburi, antiscivolo e antistatica, vale a dire, protettiva rispetto alle scariche elettriche.

Le scarpe antinfortunistiche non sono tutte uguali e sono classificate mediante una sigla che stabilisce il livello di sicurezza garantito da alcuni aspetti tecnici, ad esempio: l'impermeabilità, la presenza di tacchetti aggiuntivi e la suola resistente al calore da contatto o alla perforazione.

C'è da aggiungere che esistono diversi modelli di scarpe antinfortunistiche, da scegliere a seconda del lavoro che intendi svolgere, tra queste ci sono:

  • le scarpe antinfortunistiche alte, che ti garantiscono protezione e supporto anche alla caviglia.

  • le scarpe antinfortunistiche basse, che ti assicurano maggiore flessibilità e leggerezza.

  • gli stivali, ideali da utilizzare quando hai bisogno di una totale impermeabilità.

  • i sandali, utili in particolare durante la stagione estiva, perché ti garantiscono traspirazione e comfort ai piedi, anche se non sono indicati in tutti gli ambiti lavorativi.

  • gli zoccoli, che sono dotati di una suola antiscivolo e si utilizzano principalmente negli ambienti sanitari o in quelli dedicati alla gastronomia.

APPROFONDISCI LEGGENDO LA GUIDA COME SCEGLIERE LE SCARPE ANTINFORTUNISTICHE

VEDI SUBITO TUTTE LE SCARPE ANTINFORTUNISTICHE ONLINE


Le mascherine e i respiratori

Le mascherine e i respiratori

Le mascherine facciali e i respiratori appartengono alla categoria dei dispositivi di protezione individuale che difendono le vie respiratorie.

Le mascherine

Le mascherine ti proteggono dall'inalazione di particelle e di polvere, oltre che dagli agenti infettivi come virus e batteri, e purificano l'aria che respiri tramite i filtri laddove presenti. Le mascherine possono essere monouso o riutilizzabili; si classificano in base a 3 livelli di filtrazione (FFP), da scegliere e in base ai lavori che svolgi o all'ambiente in cui ti trovi:

  • FFP1: la filtrazione leggera difende da particelle fini e non tossiche.

  • FFP2: la filtrazione media difende da polvere e pulviscolo di legno, gesso e pietra.

  • FFP3: la filtrazione elevata difende da particelle molto fini, fibre di piombo, amianto, rame, zinco, ferro e da prodotti chimici in polvere.

 

I respiratori

Coprono naso, bocca e mento, e sono mantenuti in posizione tramite cinghie regolabili che passano intorno alla testa. Le cartucce filtranti che possono essere sostituite e sono posizionate ai lati o davanti. Queste maschere non sono monouso, sono utilizzate principalmente per proteggere da aerosol e da alcuni gas. I respiratori sono soprattutto indicati per coloro che si dedicano regolarmente al fai-da-te. Ci sono poi le maschere integrali che coprono tutto il viso e sono destinate per lo più ad un ambito professionale nel quale si svolge la manipolazione di sostanze tossiche ed estremamente irritanti.

IMPARA TUTTO SULLE MASCHERINE E I RESPIRATORI CON LA NOSTRA GUIDA ALLA SCELTA

VEDI SUBITO MASCHERINE E RESPIRATORI SUL SITO


I guanti da lavoro

I guanti da lavoro

DPI indispensabili per il giardinaggio, il bricolage e molte altre occupazioni, i guanti da lavoro proteggono le mani da abrasioni, strappi, contatto con prodotti chimici o basse temperature, oli, grassi e via dicendo. In genere, questi dispositivi di protezione individuale sono realizzati in materiali come il cotone e la pelle e sono dotati di inserti in lattice, in PVC, in nitrile e in butile. La scelta, ancora una volta, la dovrai fare a seconda delle mansioni che desideri svolgere e basandoti sulle caratteristiche indicate dal produttore. Tra i guanti da lavoro disponibili, che possono essere monouso o riutilizzabili più volte, ci sono:

  • i guanti da lavoro che proteggono le mani dal calore convettivo, per contatto e radiante, dal fuoco e da piccoli spruzzi di metallo fuso.

  • i guanti da lavoro che proteggono le mani dal freddo dovuto alle condizioni climatiche o dal contatto con oggetti.

  • i guanti da lavoro elettricamente isolanti che proteggono da contatti con parti in tensione e ricoprono anche gli avambracci.

  • i guanti da lavoro per ambienti sanitari che proteggono da una possibile contaminazione e possono essere realizzati sia in vinile sia in gomma.

LEGGI ANCHE LA GUIDA COME SCEGLIERE I GUANTI DA LAVORO

VEDI TUTTI I GUANTI DA LAVORO ONLINE


Gli occhiali da lavoro

Gli occhiali da lavoro

Gli occhiali da lavoro sono dei dispositivi di protezione individuale che hanno lo specifico scopo di proteggere gli occhi e il viso da eventuali pericoli che potrebbero arrecare danni fisici o alterare la visione. Questo tipo di DPI, dunque, ti difendono da schegge, detriti, gas, liquidi, gocce e polvere, oltre che dagli effetti dannosi dei raggi ultravioletti e dei raggi infrarossi. Nel caso del giardinaggio o del bricolage, a esempio, gli occhiali da lavoro ti mettono al riparo da particelle vaganti quando ti accingi a diserbare il prato, oppure mentre nella tua officina casalinga tagli, saldi e ti dedichi ad altre occupazioni del genere. Il tutto senza dimenticare la protezione dal freddo che, se troppo intenso, può causare una lacrimazione protratta e molto fastidiosa che potrebbe impedirti di eseguire la mansione che stai svolgendo. Tra le tipologie di occhiali da lavoro disponibili in commercio ci sono:

  • gli occhiali da lavoro con o senza schermi posti ai lati.

  • gli occhiali da lavoro a forma di maschera.

  • gli occhiali da lavoro a visiera.

  • gli schermi facciali che proteggono, oltre agli occhi, anche la fronte e il capo.

  • gli schermi a mano che si utilizzano per la saldatura e proteggono gli occhi e il viso.

Le caratteristiche che devono presentare gli occhiali da lavoro per essere ritenuti completamente affidabili sono diverse. Innanzitutto, devono avere una struttura robusta e non devono presentare bolle sulle lenti. In aggiunta, devono garantire un'ottima resistenza agli urti, alla corrosione e alla combustione, devono avere una bassa conducibilità termica, essere atossici e inodori, regolabili in lunghezza e privi di effetti che possano deformare la visione e di sporgenze, così da garantire il massimo del comfort mentre si indossano.

Quando usi degli occhiali di sicurezza oppure una maschera protettiva, il loro utilizzo deve garantirti il massimo comfort, la visuale non deve risultare alterata. Sono previste tre categorie standard:

  • prima classe: ottima qualità delle lenti, sono occhiali che possono essere utilizzati tutto il giorno.

  • seconda classe: per un utilizzo non continuativo

  • terza classe: per un uso occasionale o di breve durata

LEGGI LA GUIDA COME SCEGLIERE GLI OCCHIALI DA LAVORO PROTETTIVI

SCEGLI SUBITO I TUOI OCCHIALI DA LAVORO SUL SITO


L'abbigliamento da lavoro

L'abbigliamento da lavoro

L'abbigliamento da lavoro, detto anche abbigliamento antinfortunistica, è compreso tra i dispositivi di protezione individuale se presenta determinate caratteristiche. Questo infatti deve essere appositamente progettato, testato e certificato per lo scopo di proteggere varie parti o il corpo intero. Nella categoria dei DPI riguardante l'abbigliamento da lavoro fanno parte diversi capi che si sostituiscono agli indumenti personali o si mettono a copertura degli stessi e, come gli altri DPI, vanno scelti in base al rischio che potresti correre in determinate occupazioni.

Tra l'abbigliamento antinfortunistica troverai quindi:

  • i bermuda

  • i camici

  • le camicie

  • i copriscarpe

  • le felpe

  • le giacche

  • i gilet riflettenti

  • i gilet per coprirsi e tenersi al caldo (spesso in pile)

  • i gilet da lavoro con tasche porta utensili

  • gli impermeabili

  • i pantaloni

  • le salopette

  • le t-shirt

  • le tute di protezione

  • i grembiuli

SCEGLI L'ABBIGLIAMENTO DA LAVORO


I caschi

I caschi

I caschi sono dispositivi di protezione individuale indispensabili mentre svolgi delle attività che possano farti rischiare danni causati da urti accidentali o da caduta di materiali dall'alto. Non è un caso, infatti, che questo genere di caschi siano obbligatori in alcuni ambiti lavorativi come, ad esempio, i cantieri. Inoltre, i caschi proteggono dal pericolo di schiacciamento, offrono isolamento elettrico, difendono da spruzzi di metallo fuso e dal caldo o dal freddo eccessivi.

Normalmente i caschi sono costituiti da una calotta e da una bardatura regolabile che serve ad adattarli perfettamente al capo, e, se la situazione lo richiede, possono essere associati ad altri DPI come mascherine, visiere, occhiali, tappi o cuffie da lavoro. Ma come funzionano i caschi da cantiere? In pratica sono studiati per assorbire gli urti e in caso di un incidente possono venire distrutti o danneggiati in parte. Per questo motivo è sempre bene verificare l’integrità del casco prima di ogni successivo utilizzo.

Tra i caschi disponibili puoi trovare:

  • i caschi di protezione standard: costituiti da una calotta esterna, da una cuffia interna ammortizzante e da una cinghia per la tenuta, difendono da urti, cadute a terra, tagli e perforazioni.

  • i caschi di protezione ad alte prestazioni: oltre alle qualità protettive dei caschi a protezione standard, offrono anche un’adeguata resistenza alle pressioni laterali.

  • i caschi con proprietà dielettriche: resistono al contatto con la corrente elettrica fino a 1000 volt in corrente alternata e 1500 volt in corrente continua.

  • i caschi forestali: si rivelano particolarmente utili per eseguire lavori di giardinaggio impegnativi, se si maneggiano, a esempio, motoseghe, decespugliatori e via dicendo. Questi DPI sono costituiti da protezioni per il capo, per il viso, per gli occhi e da cuffie da lavoro antirumore.

VEDI TUTTI I CASCHI DA CANTIERE


Le cuffie da lavoro e i tappi

Le cuffie da lavoro e i tappi

Le cuffie da lavoro e i tappi sono dispositivi di protezione individuale che hanno il compito di proteggere l'udito in caso di esposizione a rumori di una certa entità.

Le cuffie da lavoro

Le cuffie da lavoro sono consigliate, anzi obbligatorie, quando si usano strumenti che producono un rumore che supera gli 85 decibel, ma, per un impiego nel fai da te, esistono anche modelli che proteggono l'udito da rumori che vanno dai 24 ai 34 db. Un loro corretto utilizzo prevede che si faccia attenzione alla perfetta aderenza alle orecchie.

 

I tappi

I tappi, chiamati anche inserti auricolari, si inseriscono nel condotto uditivo esterno ruotandoli leggermente. In questo caso, bisogna fare attenzione, oltre al posizionamento corretto, anche all'igiene delle mani e, se non sono modelli usa e getta, ti consigliamo di verificare le loro condizioni prima del successivo utilizzo.

VEDI TUTTE LE CUFFIE DA LAVORO E I TAPPI


Le ginocchiere e le protezioni anticaduta

Le ginocchiere e le protezioni anticaduta

Le ginocchiere

Le ginocchiere sono DPI che ti proteggono nel caso tu debba metterti inginocchiato - per lungo tempo e su superfici dure - per svolgere il tuo lavoro, ad esempio per posizionare delle piastrelle sul pavimento. Le caratteristiche fondamentali che devono avere questo tipo di dispositivi di protezione individuale, per garantire al tempo stesso sicurezza e comfort, sono la leggerezza, la traspirabilità, la morbidezza, l'elasticità, la possibilità di regolarli per un'adeguata aderenza e, naturalmente, la capacità di assorbire gli urti.

 

Le protezioni anticaduta

Riguardo alle protezioni anticaduta, va chiarito subito che queste ultime necessitano di punti di ancoraggio che devono essere accuratamente selezionati in modo da garantire un'adeguata resistenza in caso di incidente. Tra le protezioni anticaduta ci sono le imbracature costituite da cintura, bretelle e cosciali, utili anche per la salita e la discesa da o verso un punto alto, a esempio, un tetto.

DAI UN’OCCHIATA ALLE GINOCCHIERE E ALLE PROTEZIONI ANTICADUTA


Le certificazioni di sicurezza dei DPI

Ogni produttore di DPI residente nella Comunità Europea deve, per obbligo di legge, richiedere il rilascio dell’attestato di certificazione CE a un ente di controllo autorizzato, capace di attestare che i dispositivi di protezione individuale siano stati realizzati in conformità alle norme previste in materia di sicurezza della persona. Ti consigliamo dunque di acquistare unicamente DPI dotati di tale marcatura.