Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere la cassaforte

Desideri una cassaforte sicura, affidabile e pratica da usare? In questa guida troverai tutte le informazioni che ti occorrono per valutare la cassaforte più adatta alle tue esigenze, in casa come in B&B, hotel, uffici e non solo.

green quotes opensLa sicurezza delle casseforti può cambiare di molto a seconda della certificazione.green quotes closes


Cassaforte: guida alla scelta

guida alla scelta delle casseforti

La cassaforte è lo strumento dedicato alla custodia di valori e oggetti preziosi più noto e diffuso. Come orientarsi tra i vari modelli proposti in commercio?

Le casseforti si distinguono in due tipologie, a seconda della destinazione d’uso:

  • casseforti a uso privato;

  • casseforti a uso professionale:

SCOPRI TUTTE LE CASSEFORTI

Dimensioni: cosa conservare, nascondere, proteggere?

Nella scelta della cassaforte giusta occorre considerare anche la dimensione. Se hai già in mente quali sono i beni da conservare, nascondere o proteggere, puoi scegliere la cassaforte più adatta per misura:

  • piccole dimensioni: per le sue dimensioni contenute è adatta per conservare gioielli, documenti di identità, contanti, chiavi, pennette USB e telefonini.

  • medie dimensioni: indicata per la custodia di oggetti più grandi, come documenti cartacei, tablet, macchine fotografiche e obiettivi.

  • grandi dimensioni: adatta per poter allocare oggetti più voluminosi come faldoni di documenti, macchine fotografiche, videocamere e oggetti vari.

  • portafucili: sono casseforti specifiche per la custodia di fucili, pistole e armi, nel rispetto dei limiti previsti dalla legge in merito alla detenzione di armi da fuoco e/o da collezione.

Il tipo di posa: a muro, a mobile o a pavimento

Un altro elemento significativo per una scelta corretta è il tipo di posa della cassaforte. Trattandosi di un oggetto dalla forma regolare (quadrata o rettangolare), la cassaforte si presta a molteplici installazioni, ad esempio all'interno del muro o nascosta dentro un mobile.

Possiamo individuare almeno tre opzioni di posa:

Cassaforte a muro

Cassaforte a muro

Tipo di posa che assicura il massimo mimetismo. La cassaforte a muro, opportunamente coperta da mobili e arredi, risulterà ben camuffata e al riparo da occhi indiscreti.

SCOPRI TUTTE LE CASSEFORTI A MURO

Cassaforte da appoggio

Cassaforte da appoggio

Tipo di posa che assicura un montaggio facile e veloce, evitando lavori di muratura. È la soluzione adottata dalla nella maggior parte di hotel e strutture alberghiere. Le casseforti con fissaggio a mobile sono molto indicate anche per uso domestico. In particolare, nelle case in affitto, ricorrere a questa soluzione permette di evitare i lavori di muratura e consente di recuperare facilmente la cassaforte al momento di lasciare l’abitazione.

VEDI TUTTE LE CASSEFORTI DA MOBILE

Cassaforte a pavimento o nascosta

Cassaforte a pavimento o nascosta

Un’alternativa ai metodi di posa precedenti, si può migliorare il camuffamento coprendo la cassaforte con un tappeto o con un mobile.

VAI ALLE CASSEFORTI INVISIBILI


Tipi di apertura: dalla doppia mappa alla meccanica

Oltre alle dimensioni e al tipo di posa, nella scelta della cassaforte va tenuto in considerazione il sistema di apertura e chiusura, e, di conseguenza, la serratura impiegata, fattore cruciale sia sul fronte della sicurezza che del comfort. La praticità risulta infatti essenziale in situazioni di uso frequente, ad esempio da parte di un pubblico occasionale come può essere la clientela di un albergo.

Tra i tipi di apertura più comuni troviamo:

Cassaforte a chiave

Cassaforte a chiave (doppia mappa asimmetrica)

Il sistema in assoluto più semplice e immediato, valido in ogni situazione, domestica e non. La chiave ha il vantaggio portata con sé ovunque, evitando in questo modo possibili duplicazioni.

Cassaforte a combinazione elettronica

Cassaforte a combinazione elettronica

Tipo di apertura con codice di accesso identificativo, senza il quale lo sportello non si apre. Il codice in questo caso va memorizzato, facendo attenzione a scegliere combinazioni difficili da replicare (ti sconsigliamo la targa dell'auto, la data di nascita e simili). La parte elettronica della cassaforte viene alimentata da una o più batterie.

Cassaforte a combinazione meccanica

Cassaforte a combinazione meccanica

È un tipo di chiusura che abbina la combinazione meccanica con la classica chiave. Il proprietario deve ogni volta azionare entrambi i sistemi. In caso di smarrimento o di furto della chiave, la presenza della combinazione meccanica favorisce un’ulteriore protezione.

Ulteriori tipologie di apertura delle casseforti a uso domestico e alberghiero sono:

  • la combinazione biometrica: la serratura si apre sono solo se viene rilevata l'impronta digitale dell'utente associato. È un sistema che ha il vantaggio di non essere duplicabile e smarribile.

  • la combinazione meccanica a disco: come suggerisce il nome, si tratta di un tipo di apertura realizzato grazie a un disco numerato, la cui rotazione in un senso o nell'altro determina lo sblocco della serratura.

Certificazioni e livelli di sicurezza delle casseforti

a sicurezza delle casseforti è un parametro variabile, legato ad alcune caratteristiche costruttive come lo spessore del corpo e della porta, il livello di protezione e resistenza, il tipo di serratura e altri elementi tecnici. Il sistema UNI EN ha definito le caratteristiche più significative delle casseforti di nuova produzione ed è arrivato, nel corso degli anni, ha stabilire una serie di certificazioni poi adottate dalle maggiori aziende del mercato. Queste certificazioni non sono sinonimo di “massima sicurezza”, ma permettono di individuare e classificare le casseforti secondo criteri di sicurezza comuni e condivisi.

leggi di più

Ad oggi, il sistema UNI EN riconosce due certificazioni principali:

  • UNI EN 1143-1: norma pubblicata per la prima volta nel 1997 in riferimento alle casseforti e alle porte da caveaux, a uso professionale e uso commerciale, impiegate nei negozi e per tutti gli usi professionali in generale. In base a questa certificazione, si possono distinguere quattordici classi di resistenza, dalla n° 0 alla n° 13 nei confronti di tentativi di effrazione parziali o totali.

  • UNI EN 14450: norma pubblicata per la prima volta nel 2005 in riferimento alle casseforti a uso privato. Questa certificazione individua due classi di sicurezza, la S1 (resistenza base) e la S2 (resistenza superiore), entrambe sinonimo di resistenza minore o maggiore all'effrazione.

Le casseforti, come del resto altri manufatti (mobili blindati, camere e contenitori per dati e mezzi di custodia), possono essere sottoposti, a discrezione del costruttore, a prove di resistenza al fuoco e al calore sviluppato in caso di incendio.

 

Le casseforti in vendita nei negozi Leroy Merlin seguono un criterio di sicurezza personalizzato, molto più intuitivo, di facile interpretazione anche da parte dei meno esperti e utile per confrontare tra loro i prodotti. Ad ogni livello corrispondono caratteristiche peculiari, come riportato in questo elenco:

 

START Livello di sicurezza 1 (basso)

  • spessore della porta: da 2 a 4 mm;

  • spessore del corpo: da 1 a 1,5 mm;

  • catenacci: da 2 a 4.

 

STANDARD Livello di sicurezza 2 (medio)

  • spessore della porta: da 5 a 8 mm;

  • spessore del corpo: da 2 a 3 mm;

  • catenacci: da 2 a 4.

 

EXCELLENS Livello di sicurezza 3 (buono):

  • spessore della porta: 10 mm;

  • spessore del corpo: da 4 a 5 mm;

  • maggiore resistenza ai colpi (ad. es. martellate);

  • certificate Uso domestico (UNI EN 14450);

  • made in Italy.

 

PREMIUM Livello di sicurezza 4 (elevato):

  • spessore della porta: da 10 a 30 mm;

  • spessore del corpo: maggiore di 5 mm;

  • maggiore resistenza ai colpi (ad. es. martellate);

  • maggiore resistenza all'attrezzo bulgaro;

  • protezione anti-taglio;

  • certificate Uso domestico (UNI EN 14450) o Uso commerciale (UNI EN 1143-1);

  • made in Italy.