Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere le stufe a gas, petrolio, bioetanolo, elettriche

Stai pensando a una soluzione per riscaldare i tuoi ambienti, piccoli o grandi, senza affrontare grandi lavori e con un budget contenuto? Le stufe a gas, a petrolio, elettriche o con combustibili ecologici, come il bioetanolo, fanno al caso tuo. In questa guida ti spieghiamo le caratteristiche di cui tenere conto per scegliere bene.


Stufe a petrolio

Stufe a petrolio

Sono adatte per piccoli e medi ambienti, da 30 fino a 100 mq, e sono alimentate con isoparaffina, un combustibile liquido atossico e inodore derivato dal petrolio. Garantiscono un alto rendimento calorico e una combustione pulita. Non necessitano di canna fumaria e sono comode da trasportare negli ambienti di casa. Sono sicure perché si spengono automaticamente in caso di ribaltamento o di spegnimento accidentale della fiamma.

SCOPRI LE STUFE A PETROLIO

Sono disponibili in due categorie:

  • a stoppino: adatte ad ambienti fino a 35 mq, funzionano con regolazione manuale e necessitano di normali batterie per l’accensione.

  • elettroniche: ideali per ambienti fino a 90 mq, sono dotate di timer per la programmazione e di ventilazione forzata. Necessitano di collegamento alla rete elettrica.

È possibile che nel primo minuto di accensione la stufa emani un lieve odore che sparisce quando la fiamma raggiunge la massima temperatura di combustione (1200°C).


Stufe a gas

Stufe a gas

Sono ideali per ambienti dai 30 mq fino a 120 mq. Funzionano con comuni bombole del gas da 15, 20 o 25 litri. Sono piccole, trasportabili e adatte per uso occasionale. Sono dotate di una valvola di sicurezza che interrompe il flusso del gas in caso di spegnimento accidentale della fiamma.

VEDI TUTTE LE STUFE A GAS

Esistono tre tipologie di stufe a gas:

  • infrarossi: hanno come superficie di irraggiamento 3 pannelli in ceramica, che mantengono maggiormente il calore e in maniera uniforme. Alcuni modelli sono dotati di termoventilatore. Sono facilmente trasportabili grazie alle ruote piroettanti. Non serve canna fumaria. Riscaldano concentrando il calore in un punto fisso. Sono le più potenti tra le stufe a gas e non producono cattivi odori.

  • stufe catalitiche: diffondono il calore in modo ampio e senza fiamma esterna. Sono le meno potenti ed emettono un lieve odore all’accensione e allo spegnimento.

  • multigas: sono le più potenti tra le stufe a gas. Possono essere alimentate a gas metano oppure a GPL (mediante sostituzione degli ugelli). Necessitano di canna fumaria.

Termofunghi

Termofunghi

Le stufe a fungo riscaldanti o termofunghi sono generatori di calore a infrarossi in grado di produrre calore per piccoli o grandi ambienti attraverso un sistema a irraggiamento. Sono ideali per gli spazi all’aria aperta, come ristoranti e locali. Consumano poco perché sono alimentati a bombole di gas butano o propano. Un termofungo di medie dimensioni consuma circa 0,7 Kg/h per riscaldare una superficie di 20-25 mq.

GUARDA I TERMOFUNGHI


Stufe, camini e bruciatori a bioetanolo

Stufe, camini e bruciatori a bioetanolo

Le stufe a bioetanolo, un combustibile ecologico, riproducono l’atmosfera del camino tradizionale con il fuoco a vista, evitandone tutti i limiti dovuti ai lavori strutturali e di installazione. Sono una soluzione pratica e veloce per riscaldare piccoli ambienti. Non necessitano di canna fumaria, né di pulizia da cenere o fuliggine.

I biocamini e i biobruciatori sono complementi d’arredo che non hanno bisogno di allacci e impianti e possono essere impiegati in qualunque stanza.

SCOPRI TUTTE LE STUFE, CAMINI, BRUCIATORI A BIOETANOLO


Stufe elettriche

Stufe elettriche

Maneggevoli e di prezzo contenuto, riscaldano velocemente piccoli ambienti senza bruciare ossigeno. Si possono utilizzare ovunque perché basta una presa elettrica. Alcuni modelli possono essere usati anche nella stanza da bagno.

VEDI TUTTE LE STUFE ELETTRICHE

Puoi scegliere tra queste tipologie di stufe elettriche:

  • termoventilatori: sono molto utili per generare un flusso d’aria calda e innalzare in breve tempo la temperatura di una piccola stanza come il bagno.

  • termoconvettori: ideali per stanze fino a 25 mq, non sono adatte al bagno. Silenziosi e di portata superiore ai termoventilatori. Riscaldano l’aria tramite un movimento naturale.

  • stufe alogene: per ambienti fino a 20 mq, sono maneggevoli e facilmente trasportabili. Possono essere oscillanti o rotanti. Producono calore per surriscaldamento di lampade alogene interne.

  • radiatori a olio: per ambienti fino a 25 mq, sono maneggevoli e facilmente trasportabili. Hanno una funzione di protezione antigelo e termostato ambientale.

  • pannelli radianti: per ambienti fino a 25-30 mq, non sono adatte al bagno. Riscaldano mediante l’emissione di raggi infrarossi, hanno un sistema di regolazione della potenza e termostato ambiente.