Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere il camino

Con l’arrivo dell’inverno, cerchi soluzioni innovative per riscaldare la tua casa? Se da sempre ami il classico fascino del focolare, sappi che il camino è un sistema sicuramente romantico di riscaldare e rendere accogliente la casa, ma anche pratico e conveniente. Ecologico ed efficiente, facile da installare e poco ingombrante, il camino classico o moderno, alimentato con legna o pellet, è oggi un prodotto funzionale e tecnologico. Il mercato oggi propone un'ampia varietà di camini, da scegliere in base alla superficie da riscaldare e all’installazione. Leggi la nostra guida alla scelta e scegli il tipo di caminetto più adatto a te.

green quotes opensUna cosa è più che certa: grazie al camino, durante l'inverno avrai la tua casa sempre calda, piacevole e accogliente.green quotes closes


Vantaggi e funzionalità del camino

Vantaggi e funzionalità del camino

La sua storia ha un lungo passato, ma sta guadagnando sempre più popolarità nel nostro presente. I camini, spesso chiamati anche caminetti, vanno oltre il classico fascino del focolare e della fiamma a vista, che nel tempo di relax portano una piacevolissima sensazione di benessere fisico e mentale. I caminetti di oggi hanno raggiunto una sofisticata ma semplice tecnologia di funzionamento, che li rende pratici da usare, sicuri ed efficienti. Esistono diverse tipologie di camini e di alimentazione possibile; oltre ai camini a legna, infatti, sono molto diffusi oggi i caminetti ecologici a pellet o ancora a bioetanolo.

Se stai cercando un caminetto per riscaldare la tua casa puoi optare per queste tre tipologie principali:

Inserto per camino

Inserto per camino

Si tratta di un generatore di calore simile ad una stufa, dalla forma cubica, da inserire all’interno di un vecchio camino tradizionale per renderlo più efficiente e sicuro. Non richiede lavori di muratura, proprio perché è semplicemente da inserire e collegare alla canna fumaria. Grazie al design moderno e lineare permette di recuperare e conservare l’immagine del camino aperto in cui viene inserito. Come tutti i camini chiusi, ha un rendimento molto alto e garantisce la sicurezza nell’uso poiché il focolare è completamente chiuso dal vetro, evitando il rischio di pericolose scintille e rischio di incendio.

L’inserto per camino può funzionare a pellet o a legna. Rispetto alle stufe tradizionali, ha una camera di combustione più ampia che consente una maggiore autonomia di funzionamento. Riscalda l’ambiente per irraggiamento e convezione naturale e forzata. A seconda delle sue caratteristiche tecniche, puoi trovarti davanti a un:

  • inserto per camino ventilato: il calore prodotto viene diffuso nell’ambiente tramite ventilazione forzata per riscaldare più velocemente.

  • inserto per camino canalizzato o canalizzabile: permette di riscaldare anche le stanze adiacenti con un sistema di condutture del calore.

  • termocamino: si parla invece di termocamino quando il generatore di calore permette di riscaldare superfici molto ampie e di produrre acqua calda sanitaria e per l’impianto di riscaldamento.

VEDI TUTTI GLI INSERTI PER CAMINI

Focolare

Focolare

Il focolare permette di riscaldare un solo ambiente per mezzo dell’irraggiamento e della convezione naturale e non forzata, a differenza dell’inserto, che solitamente è ventilato e spesso canalizzabile. Inoltre è alimentato a legna. Anche la forma è leggermente diversa, si presenta conica nella parte superiore di collegamento alla canna fumaria. I focolari sono sempre protetti da vetro resistente al calore, quindi molto sicuri. Sono ideali per riscaldare un solo ambiente di piccole e medie dimensioni e per cucinare allo spiedo. Possono essere rivestiti in vario modo.

SCEGLI IL FOCOLARE

Monoblocco

Monoblocco

Si presenta come un corpo unico e pronto all’uso senza bisogno di alcuna operazione di assemblaggio. è di dimensioni e di potenza maggiore quindi è un ottimo investimento per riscaldare superfici più ampie e più ambienti contemporaneamente sfruttando le canalizzazioni. Può essere rivestito con altri materiali per realizzare il progetto decorativo che ti piace di più. In commercio si possono trovare caminetti monoblocco alimentati a legna o a gas.

OPTA PER UN CAMINO MONOBLOCCO

Camino a bioetanolo

Camino a bioetanolo

Il camino in bioetanolo, infine, è una soluzione moderna e meno dispendiosa che permette di avere un camino in casa senza grossi lavori. Il camino a bioetanolo, infatti, non necessita di canna fumaria. Questo tuttavia non è capace di generare il calore sufficiente per riscaldare ambienti di media dimensioni e rappresenta quindi una scelta più che altro estetica. Funziona a bioetanolo, un combustibile liquido di tipo ecologico, sicuro e non tossico.

DAI UN'OCCHIATA AI CAMINI A BIOETANOLO

Camini classici o camini moderni?

Nei nostri negozi Leroy Merlin potrai trovare sia caminetti dal design classico che elementi con forme e design più moderni e contemporanei. È importante saper scegliere quello giusto. Per la scelta del tuo caminetto potrai affidarti alle indicazioni dei nostri consiglieri di vendita. C'è da tenere in considerazione il tipo di alimentazione e le dimensioni del caminetto, dando molta importanza al luogo dell'abitazione dove intendi posizionarlo. Potrai scegliere tu in quale stanza posizionarlo, ma ricorda che il locale deve essere dotato di una cappa o di una canna fumaria, per poter far uscire fuori il fumo di combustione. È molto importante avere anche una finestra nella stanza dove sarà installato il caminetto, per poter far circolare sempre aria fresca nell'ambiente. La scelta del caminetto non deve essere guidata dall'aspetto puramente estetico. Bisogna tenere in considerazione, oltre tutto, le dimensioni del locale e il tipo di montaggio che si dovrà fare per la sua installazione.

 

Il rivestimento del camino:

Fatta eccezione per i caminetti a bioetanolo da pavimento, che sono già pronti all’uso e inclusi di struttura decorata, se hai scelto di installare un focolare o un camino monoblocco ti troverai a dover decidere come realizzare il suo rivestimento. Lo stesso dicasi per gli inserti da inserire in un vecchio camino, perché potresti lasciarlo con il suo rivestimento originale o optare contestualmente per un restyling.

Il rivestimento rappresenta la parte estetica della struttura e può essere realizzato con materiali diversi come il legno, cemento, metallo, ceramica, pietra, marmo e molto altro ancora secondo il tuo gusto personale. Per la copertura puoi scegliere anche il cartongesso; una volta lisciato e stuccato nel modo giusto, puoi rivestirlo con placchette decorative o dipingerlo con vernici esclusivamente ad acqua, per evitare che il calore provochi l’emissione di sostanze nocive.


Alimentazione del caminetto: pellet o legna?

Il camino ha bisogno di combustibile per poter funzionare. Il camino a legna è la soluzione più classica e tradizionale ma non riguarda solo i vecchi camini aperti, oggi si possono trovare camini moderni chiusi alimentati a legna. Questo materiale permette di creare un'atmosfera accogliente anche grazie alla sensazione olfattiva della combustione del legno. Il camino alimentato a pellet è sicuramente la scelta più moderna che permette di avere un impatto ambientale ridotto e una resa termica migliore rispetto al legno; grazie al suo serbatoio integrato permette di avere anche un po’ autonomia rispetto al tempo di utilizzo.

Vedremo nel dettaglio le caratteristiche e i vantaggi di ciascuno:

Camino a pellet

Camino a pellet

Non è solo questione di "moda". Avere il camino a pellet è una scelta intelligente. Sono tantissimi i suoi punti di forza. Prima di tutto, usa il miglior biocombustibile, ovvero il pellet, esteticamente crea un elemento dall'aspetto ecologico e garantisce un risparmio energetico non indifferente. Puoi avere l'eleganza di un camino tradizionale e il modernissimo riscaldamento ecologico, raggiungendo la soluzione migliore sotto ogni punto di vista. Il camino a pellet necessita della corrente elettrica per avviarsi, ed è quello più richiesto sul mercato per la sua ottimale resa termica e per le veramente basse emissioni di gas inquinanti nell'aria.

Il pellet viene prodotto dalla lavorazione degli scarti del legno senza corteccia, senza l'uso di nessun additivo per la sua produzione; questo lo rende altamente pulito ed ecologico, da usare come il perfetto combustibile per stufe, caldaie e camini. I pellet hanno un peso leggerissimo, ma la loro resa di calore e la duratura nelle ore successive è molto efficiente. Diffondono il calore lentamente e, in confronto alla classica legna, ha la capacità di scaldare molto meglio ogni ambiente, piccolo o grande che sia. Il pellet ha molti vantaggi:

  • ha un’elevata resa energetica;

  • è facilmente reperibile sul mercato;

  • è pratico da trasportare e immagazzinare;

  • non sporca e non fa polvere;

  • è più economico rispetto ai combustibili tradizionali.

Tra le tipologie di camini alimentati a pellet troviamo l’inserto per camino a pellet. Come abbiamo visto prima, l'inserto per camino pellet è progettato in modo tale da essere facilmente posizionato in un camino preesistente o in disuso. Ci sono inserti di dimensioni diverse, selezionabili a seconda di dove si vuole posizionarli. L'inserto per camino a pellet è dotato di un vetro temperato, resistente agli sbalzi di temperatura, attraverso il quale si può ammirare la bellezza della fiamma.

VEDI TUTTI GLI INSERTI PER CAMINO A PELLET

Camino a legna

Camino a legna

Sono tantissime le persone che amano ancora il classico camino a legna, che porta con sé il romanticismo collegato alla fiamma. Tornare a casa dopo una lunga giornata d'inverno diventa un piacere, se ad aspettarti trovi un bel camino tradizionale, pronto ad accoglierti con quel tepore che solo lui può offrire. Il vantaggio che si ha con il camino a legna è che sul mercato se ne trovano dalla forme e dai design più disparati - bifacciali, angolari, di forma classica e dai design più particolari - insomma, se ne trovano per ogni gusto, anche per il cliente con le richieste più esigenti. Se scegli di avere un camino a legna, è importante sapere che bisogna rifornirlo con la legna in maniera costante e manualmente, almeno finché si ha voglia di mantenere il camino acceso. Quando lo si vuole spegnere, non bisogna fare niente di particolare. Basta smettere di alimentarlo con la legna e lasciare che la fiamma svanisca, prestando sempre le dovute attenzioni.

Alcuni modelli di camino a legna aperto e i focolari sono fatti in modo da poter cucinare e grigliare direttamente con la legna. Come abbiamo già visto, il camino da inserto è l'opzione perfetta se disponi di piccoli spazi, oppure di un camino preesistente non utilizzato. Il camino da inserto è un'ottima scelta perché si installa velocemente e con facilità. Sceglilo canalizzabile se necessiti di riscaldare più stanze. Se invece si tratta di una nuova installazione e disponi dello spazio necessario, come abbiamo già detto, il camino monoblocco a legna farà al caso tuo. Qualsiasi tipo di caminetto moderno tu scelga, grazie al suo focolare chiuso e protetto dal vetro, il calore non si disperderà ma si distribuirà in modo piacevole, armonioso, e graduale. L'acquisto della legna ha un costo basso sul mercato, il che ti permetterà di trarre benefici anche da questo punto di vista.

SCEGLI UN CAMINO A LEGNA

Camino a bioetanolo

Abbiamo già menzionato il camino in bioetanolo come soluzione di design senza grossi interventi. Il bioetanolo è alcool etilico denaturato prodotto dalla fermentazione di biomasse come prodotti e scarti vegetali. Per la produzione del bioetanolo si usano principalmente cereali, barbabietola, canna da zucchero e patate ed è quindi un prodotto naturale al 100%. Ecocompatibile e rinnovabile, è inodore e non tossico.


Caratteristiche tecniche dei camini

Caratteristiche tecniche dei camini

Una volta individuata la tipologia che fa al caso tuo, per scegliere il modello giusto e più adatto alle tue esigenze, ci sono alcuni fattori e caratteristiche tecniche di cui devi tenere conto.

Potenza termica:

La caratteristica più importante da considerare è il fabbisogno energetico per riscaldare il tuo ambiente ovvero la potenza termica (kW). Per individuare la potenza termica necessaria per riscaldare una stanza bisogna tenere conto di due fattori:

  • volume (m³) della casa o della stanza: superficie (m²) per l’altezza del soffitto (m);

  • coibentazione: ovvero isolamento termico dell’ambiente influenzato da isolanti nelle pareti, esposizione al sole, finestre e porte finestre, doppi vetri.

Ad esempio, proviamo a calcolare il fabbisogno energetico di una casa di 75 m² con soffitto di altezza standard di 2,70 m, considerando un coefficiente di coibentazione standard che può variare da 0,04 (buona coibentazione) a 0,06 (scarsa coibentazione).

Volume della casa: superficie 75 m² x altezza del soffitto 2,70 m = 202,5 m³.

Coefficiente di coibentazione: medio (0,05).

Potenza termica = 202,5 x 0,05 = 10,1 (kW).

 

Le caratteristiche tecniche indicate per inserti, focolari e camini monoblocco:

  • capacità del serbatoio: nel caso degli apparecchi a pellet, indica quanto combustibile si può caricare e determina la sua autonomia;

  • consumo: la quantità di combustibile, legna o pellet, che viene bruciata per riscaldare. Si misura in kg/h;

  • potenza termica (kW): l’energia del combustibile necessaria a riscaldare un ambiente;

  • rendimento: indica in quale percentuale la quantità di potenza introdotta si trasforma in calore ceduto all’ambiente. Nei camini moderni, solitamente è superiore al 80%.

Valuta inoltre i materiali, solitamente acciaio o ghisa per la struttura e ghisa per il focolare, le dimensioni di ingombro e il diametro uscita dei fumi per acquistare i giusti accessori di fumisteria.


Efficienza e risparmio energetico

Etichetta energetica

Per legge tutti i generatori di calore come stufe, termostufe, caldaie e anche camini a pellet e a legna, devono essere accompagnati da un’etichetta energetica, come quella di climatizzatori, elettrodomestici e altri apparecchi elettrici.

L’etichetta indica la classe di efficienza energetica, da A++ la più efficiente a G la meno efficiente, e altri dati tecnici che definiscono la qualità del prodotto e le sue caratteristiche principali. Un “passaporto ecologico” molto utile per confrontare tra loro i prodotti e scegliere con consapevolezza sui consumi, efficienza e impatto sull’ambiente.


Posa e installazione

Camini monoblocco, focolari e inserti a pellet o a legna producono fumi di combustione. La loro installazione e manutenzione per legge deve essere eseguita e certificata da installatori professionisti (DM 37/08) che verificano l’idoneità del locale, del sistema di scarico fumi, delle prese d’aria e il rischio di incendi.

I nostri artigiani sono a disposizione per un sopralluogo, un preventivo e per posare il camino che hai scelto.

SCOPRI IL SERVIZIO POSA E INSTALLAZIONE


Agevolazioni fiscali

Iva Ridotta:

Posa con noi. Ti rimborsiamo fino al 10%. Questo risparmio è possibile grazie all’IVA ridotta solo se acquisti sia il prodotto che la sua posa e se il valore della posa è almeno corrispondente al valore del prodotto.

 

Detrazioni fiscali:

Puoi usufruire delle detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione o risparmio energetico (fino al 65%) sia sull’acquisto di stufe sia sulla loro posa (anche non contestuale).

Puoi scegliere di detrarre l’IRPEF oppure optare per il rimborso del conto termico, ma non puoi beneficiare di entrambe le agevolazioni. È invece consentito il rimborso dell’IVA al 10% anche con la detrazione IRPEF.

 

GSE - Rimborso conto termico:

Puoi avere un rimborso fino al 65% sulla sostituzione del camino grazie al nuovo Conto Termico sull’intera spesa (acquisto, posa e gestione della pratica GSE) entro 90 giorni dall’attivazione direttamente in conto corrente.

Il nuovo Conto Termico 2.0, in vigore dal 31 maggio 2016, è un incentivo erogato dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici), che premia la sostituzione di apparecchi obsoleti con apparecchi nuovi che incrementano l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Puoi scegliere di usufruire del rimborso conto termico GSE oppure delle detrazione IRPEF, ma non puoi beneficiare di entrambe le agevolazioni. È invece consentito il rimborso dell’IVA al 10% anche con il rimborso conto termico GSE.

LEGGI DI PIÙ SULLE AGEVOLAZIONI FISCALI


Manutenzione e pulizia

I camini necessitano di manutenzione di tanto in tanto, per essere sempre pulite ed efficienti. Segui questi semplici consigli:

  • pulisci il braciere, eliminando i residui quando sono freddi, e il vetro della porta giornalmente;

  • nel caso dell’inserto a pellet, pulisci con un aspiracenere il vano raccogli cenere ogni settimana, così da fare entrare aria pulita per la combustione del pellet;

  • pulisci la canna fumaria almeno una volta l’anno.