Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere ringhiere e corrimano

Le ringhiere non solo hanno una funzione pratica di supporto ma sono anche elementi decorativi che arredano l’esterno e l’interno della casa personalizzandola. La nostra guida ti aiuterà a valutare la funzionalità delle diverse tipologie ma anche a scegliere i materiali e il design per arredare con gusto e stile.

green quotes opensLa ringhiera limita la scala o il balcone e preserva dalle cadute nel vuoto ma può anche essere un elemento di grande valenza architettonica.green quotes closes


Quali sono le funzioni delle ringhiere

Quali sono le funzioni delle ringhiere

Se la tua casa dispone di scale interne che mettono in comunicazione i diversi piani o di uno spazio esterno come un poggiolo o un terrazzo, le ringhiere sono un elemento di sicurezza irrinunciabile. Costituita generalmente da montanti verticali, la ringhiera si conclude superiormente con un corrimano che diventa prezioso nel momento in cui chi usufruisce della scale è una persona anziana o ha difficoltà motorie. A questo proposito sappi che è fondamentale che il corrimano possa offrire una presa continua e di facile prendibilità, in modo che chi ha problemi di deambulazione possa salire e scendere agevolmente. Se hai un bambino la presenza della ringhiera è ugualmente di grande aiuto, non solo perché evita pericolose cadute ma anche perché il piccolo potrà salirà con maggiore facilità, soprattutto se la pendenza è notevole come accade con le scale che servono spazi ridotti.

In ogni caso le ringhiere rappresentano un obbligo se le rampe hanno più di 5 gradini e se l’altezza raggiunta è superiore ai 65 cm. Il nostro consiglio, se sono presenti dei bambini, è però quello di non inserire elementi orizzontali nella struttura perché potrebbero invogliarli ad arrampicarsi, creando situazioni di pericolo. Il tema sicurezza assume una rilevanza ancora maggiore se trascorri alcune ore in uno spazio aperto e organizzi cene con gli amici sul grande terrazzo dove devi garantire relax e prevenire i pericoli: alla sicurezza sono appunto ispirate le vigenti norme, nazionali e comunali, che indicano l’altezza del parapetto e la distanza minima tra i montanti verticali. Le ringhiere non hanno solo il compito di garantire la sicurezza, infatti alcune configurazioni servono ad accentuare la luce e lo spazio, grazie a progetti in cui gli spigoli vivi, le curve e materiali come il vetro sono declinati sapientemente.

Queste strutture limitano la scala o il balcone e preservano dalle cadute nel vuoto ma possono anche essere elementi di grande valenza architettonica e non solo internamente all'abitazione. Sul mercato, infatti, sono presenti anche soluzioni per balconi e terrazzi che, oltre a svolgere un ruolo di protezione, hanno un aspetto decorativo che dona carattere alla casa. Un abbellimento estetico, dunque, che valorizza l'abitazione e può essere attuato scegliendo ringhiere classiche o moderne, secondo lo stile che preferisci. Non dimenticare infine che la ringhiera di un balcone può essere preziosa anche per altri scopi, ad esempio può servire ad aumentare la privacy mediante teli di copertura oppure con piante rampicanti che arredano, profumano e schermano chi desidera rilassarsi al sole o leggere, lontano da sguardi indiscreti.

SCOPRI TUTTE LE RINGHIERE


Quali materiali scegliere per le ringhiere: acciaio o legno

Abbiamo accennato alla funzione protettiva delle ringhiere per balconi e per scale, per i quali la legge indica l’altezza e il carico che devono supportare. La loro funzione, però, non è solo quella di delimitare la scala e di aiutare nella salita e nella discesa ma è molto più estesa perché hanno anche una valenza estetica in quanto possono essere scelte in base al design e al materiale della scala, creando un insieme architettonico molto bello. Nel momento in cui scegli la ringhiera devi considerare il tipo di materiale e la lunghezza della struttura, che sono alcuni dei parametri che determinano il prezzo. Ma andiamo con ordine e vediamo quali sono i materiali disponibili in commercio: a questo proposito sappi che la scelta è molto vasta. Il tuo progetto, infatti, può prevedere ringhiere in acciaio o legno.

Ringhiere in acciaio

Ringhiere in acciaio

Le ringhiere in acciaio inox e acciaio al carbonio sono adatte sia all’esterno che all’interno. Le ringhiere in legno, invece, vengono inserite preferibilmente negli ambienti interni. Entrando più nello specifico bisogna sottolineare che se la scelta cade sull’acciaio inox AISI 304 avrai una struttura che dura nel tempo ed è resistente alla corrosione. Inoltre, è facile da pulire, infatti potrai utilizzare normali prodotti per la pulizia e, cosa molto importante per la salute del pianeta, si tratta di un materiale riciclabile. La sua durata estesa è un innegabile vantaggio per il tuo portafoglio perché potrai godere della struttura per molto tempo e non dovrai fare alcuna manutenzione. Puoi scegliere tra acciaio lucido e satinato: in entrambi i casi la resa è eccellente. L'acciaio è quasi una scelta obbligata se vuoi un design che abbia linee contemporanee e un tocco minimalista. La leggerezza e la solidità sono tra le caratteristiche di questo materiale che dà grande eleganza alla struttura. L'acciaio al carbonio si dimostra molto resistente anche nelle zone dove sono frequenti gli sbalzi termici e sulla costa dove il salino del mare corrode altri materiali.

Le tipologie di acciaio sono molteplici: se scegli una ringhiera in acciaio al carbonio avrai una struttura con una lega ferrosa differente da quella dell'acciaio inox. Infatti, mentre l’acciaio inossidabile dispone di un contenuto di cromo del 10,5% che funge da elemento anticorrosione, l’acciaio al carbonio deve essere protetto attraverso la verniciatura. È meno pregiato del primo e, oltre alla lega ferro-carbonio, non possiede altri elementi, si tratta però del materiale più diffuso e ha un costo più economico dell'acciaio inox. Inoltre, la combinazione carbonio/ferro conferisce la massima resistenza. Ringhiere per scale, balaustre e corrimani modulari, realizzati con queste ottime leghe, possono essere fissati a pavimento o con montaggio laterale sia in ambienti esterni che interni.

Ringhiere in legno

Ringhiere in legno

La tua scelta cade sulle ringhiere in legno? Le ringhiere per scale interne in legno danno calore e rendono accogliente l'ambiente. Sono utilizzate solo per l’ambiente interno in quanto il legno richiede una manutenzione periodica anche se viene impermeabilizzato. Con questa opzione arrederai la casa con una ringhiera elegante e classica che può avere differenti tonalità: questo ti consentirà di accordare i colori del legno all'arredamento e ai cromatismi delle pareti o degli accessori. Inoltre, potrai impreziosire le ringhiere in legno con dettagli inox e optare per corrimani anche sagomati. Scegliendo questa soluzione scoprirai che la tua ringhiera dura nel tempo ed è molto solida perché ricavata dal legno massello che è la parte più resistente dell’albero. Le essenze più utilizzate sono abete, faggio, pino e frassino.

Una ringhiera in legno dà un tocco naturale alla tua casa e si abbina perfettamente a qualunque design. Particolari configurazioni possono poi dare un aspetto rustico alla baita di montagna. Si tratta sempre di strutture leggere, facili da montare, che non richiedono sofisticati supporti per il fissaggio. A seconda della tipologia della scala potrai optare per ringhiere che metteranno in sicurezza la scala a chiocciola oppure per strutture a fasce o ancora per un mix di metallo e legno. Come sai il legno rappresenta una scelta ecologica in quanto è riciclabile e soprattutto non è eccessivamente costoso, a meno che non si tratti di essenze molto pregiate.


Stile e colori: dal classico al moderno

Stile e colori: dal classico al moderno

Che la tua ringhiera debba essere inserita in un ambiente interno o esterno sarà importante predisporre un progetto che tenga nella dovuta considerazione sia i colori che i materiali. Lo stile e il colore, infatti, dovranno intonarsi all’ambiente e realizzare una certa omogeneità con quanto è presente. In questo modo, oltre ad avere materiali di qualità e strutture solide e sicure, potrai produrre creazioni di design che conferiscono eleganza e classe.

Se le tue preferenze vanno alle ringhiere in acciaio inox, della cui resistenza e bellezza abbiamo già detto, sappi che la finitura che caratterizza il materiale la rende facilmente inseribile in qualunque ambiente. Inoltre, potrai rendere ancora più bella la struttura integrando materiali come il vetro o il legno: in entrambi i casi avrai dato al locale una notevole personalizzazione. Nella scelta dello stile dovrai farti guidare anche dal tipo di scala su cui la ringhiera sarà installata. Se per esempio si tratta di una scala a sbalzo, cioè con struttura auto portante, la tua guida dovrà essere lo stile seguito per l’ancoraggio dei moduli.

La scala non è a sbalzo ma è a chiocciola? In questo caso la ringhiera, oltre che molto robusta, potrà seguire lo stile dell’arredamento e potrai privilegiare il legno se nel locale lo stile è classico. Un interior design che realizza un progetto moderno, oggi tende a creare una ringhiera in ferro o acciaio caratterizzata da elementi squadrati che la rendono perfetta soprattutto se nel corrimano sono inseriti gli stessi elementi geometrici che ricorrono nello stile della casa: dalle finestre ai complementi d’arredo si verrà così a creare una totale armonia.

La ringhiera deve essere posizionata all’esterno? In questo caso devi basarti sullo stile dell’edificio e, se si tratta di uno stabile storico, potrebbero essere presenti vincoli della Soprintendenza. Sempre in tema di stile non dimenticare che per la ringhiera di un balcone devi tenere presente lo stile di quest’ultimo. Se il balcone è aggettante, cioè se ha una veduta frontale e due laterali e possiede linee dritte, la ringhiera potrà avere linee dritte o curve, a tuo piacimento. Hai un balcone incassato nella facciata e ha solo la veduta frontale? Le linee dovranno essere dritte. Il balcone ha solo una piccola sporgenza le cui dimensioni sono pari all’apertura dell’infisso? In questo caso puoi basarti sulla forma dell’infisso stesso: se è curvo anche il parapetto avrà linee curve. Per quanto riguarda i colori, le tendenze degli ultimi anni si orientano verso tonalità scure per l’innegabile tocco di eleganza che danno all’ambiente. Un legno scuro coordinato a dettagli inox regala un importante tocco luminoso e non appesantisce il contesto.

Non dimenticare poi che il legno chiaro delle ringhiere si sposa egregiamente con lo stile shabby chic ed è adatto anche a una casa di montagna. Oggi gli stili più in voga sono fondamentalmente tre: quello moderno, minimal e luminoso; quello classico, caratterizzato soprattutto dalle nuances del legno con abbinamenti faggio/acciaio; quello industriale in cui è preponderante lo scheletro metallico della struttura e dove possono essere presenti dettagli particolari come le funi della ringhiera. Un ultimo accenno in fatto di stile deve essere riservato alla configurazione della ringhiera. Anche se il mercato propone varie tipologie di strutture che comprendono lamiere, reti e cavi, le tipologie più utilizzate sono le ringhiere dotate di sbarre e quelle composte da pannelli. Queste ultime sono particolarmente adatte per altezze importanti perché danno una maggiore sicurezza e possono essere adottate non solo sulle scale ma anche su balconi, mezzanini e terrazze. Le configurazioni possibili sono praticamente infinite e soddisfano qualsiasi esigenza architettonica valorizzando sia le facciate che gli ambienti interni.

SCOPRI TUTTE LE RINGHIERE


Posa e installazione delle ringhiere

Hai scelto la ringhiera secondo il tuo stile e ora devi fissarla in modo sicuro, adoperandoti per la corretta riuscita del montaggio. I metodi per installare una ringhiera sono sostanzialmente tre:

  • a pavimento;

  • laterale;

  • a solaio.

 

L’installazione a pavimento è tra le più utilizzate e per effettuarla potrai servirti di tasselli a espansione o chimici, con barre filettate su misura. Questo vale sia per una ringhiera esterna che per il fissaggio della struttura sulle scale che collegano i piani della casa. Il metodo di fissaggio può presentare delle variazioni a seconda che il materiale di base sia marmo o legno. Il fissaggio laterale sfrutta lo spazio laterale della scala, questo significa che i tasselli chimici e le barre saranno fissati nella parte laterale dei gradini. È una metodologia che potrai utilizzare sia per i parapetti esterni in acciaio e in vetro che per il soppalco di casa. L’installazione a solaio, invece, trova impiego quando si tratta di scale su diversi piani: in questo caso oltre al fissaggio eseguito lateralmente o a pavimento, ti servirai dei traversi per effettuare il fissaggio al solaio (cioè alla parte sottostante della rampa di scala successiva).

Per essere più chiari ecco un esempio di installazione a pavimento. Le fasi che dovrai prevedere sono le seguenti:

  • posiziona la ringhiera perpendicolarmente al muro e segna i punti di ancoraggio;

  • fora il materiale aiutandoti con la guida di profondità del trapano e al termine dell'operazione elimina la polvere dai fori;

  • introduci l’ancorante chimico e le barre filettate;

  • inserisci la ringhiera nei fori;

  • dopo l’indurimento del materiale procedi a fissare le viti e i bulloni.

 

Per questa operazione ti serviranno il trapano avvitatore, un cacciavite per montare i componenti della ringhiera, una staggia, un metro, i tasselli e le barre filettate. Sono tutti materiali che potresti avere in casa e sono di facile reperibilità ma, nel caso tu ne sia sprovvisto, li trovi nel negozio Leroy Merlin più vicino a te, dove sono disponibili anche tutte le tipologie di ringhiere per interni ed esterni.

 

Se temi di cimentarti nell'installazione, alla posa ci pensiamo noi. I nostri artigiani sono a disposizione per un sopralluogo, un preventivo e per posare le tue ringhiere.

SCOPRI IL SERVIZIO POSA E INSTALLAZIONE