Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere le lampadine LED e alogene

Nella scelta della lampadina giusta devi tenere conto di molti fattori: per prima cosa, l’attacco e la forma devono essere adatti alla tua lampada. Poi, devi valutare la tecnologia: lampadine LED o alogene? Scegli una lampadina che consenta una buona luminosità, garantendo efficienza energetica e bassi consumi.


Tecnologia e tipo di lampadina

Le vecchie lampadine a incandescenza sono state ritirate dal commercio tra il 2009 e il 2013 in tutta la Comunità Europea. Sono state sostituite da lampadine con tecnologie più avanzate che permettono una migliore resa luminosa e una maggiore efficienza energetica, riducendo i consumi e l’impatto ambientale. La lampadine per elettrodomestici e quelle decorative, pur essendo a incandescenza, possono essere ancora vendute perché hanno un wattaggio (quindi un consumo) molto basso.

Lampadine LED

Lampadine LED

Fanno tanta luce e permettono un risparmio energetico di circa il 90% rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza. Le lampadine LED di nuova generazione sono in vetro e hanno un filamento interno che le rende molto simili alle lampadine a incandescenza dal punto di vista estetico.

  • durano molto a lungo: da 10.000 a 20.000 ore di accensione, circa 10-15 anni di un utilizzo medio. Oltre al risparmio in bolletta per il loro basso consumo, riducono i costi perché vanno sostituite con meno frequenza.
  • Le nostre lampadine LED Lexman sono garantite 5 anni. Se non funzionano più, fai un salto in negozio: te le sostituiamo.
  • raggiungono istantaneamente la massima luminosità all’accensione e sopportano molti cicli di accensione e spegnimento.
  • possono avere luce calda, fredda, naturale per adattarsi a ogni ambiente. Le lampadine colorate o cangianti (RGB multicolore) sono molto indicate per una funzione decorativa.
  • le lampadine LED sono in continua evoluzione perché diventano sempre più luminose e potenti, pur mantenendo i consumi molto bassi. Inoltre, il loro costo oggi è alla portata di tutti.
  • non scaldano e possono essere utilizzate praticamente in tutti i tipi di apparecchi illuminanti.

SCOPRI LE LAMPADINE LED

Lampadine alogene

Lampadine alogene

Hanno avuto un’evoluzione negli ultimi anni e consumano circa il 20-30% in meno rispetto alle lampadine alogene di qualche anno fa, mantenendo la stessa resa luminosa e il colore della luce, particolarmente caldo e brillante.

  • durano circa 2000 ore, circa 1-2 anni di utilizzo medio.
  • accendono istantaneamente e sono compatibili con dispositivi come varialuce o dimmer, rilevatori di presenza e rilevatori crepuscolari.
  • le lampadine alogene a 12 Volt hanno wattaggi più bassi (5-10W) ma emettono una luce molto potente.

SCOPRI LE LAMPADINE ALOGENE

Lampadine decorative

Lampadine decorative

Di grande tendenza, queste lampadine possono essere LED o a incandescenza con wattaggio molto basso, quindi ancora commerciabili. Sono molto usate solo con il pendel portalampada e arredano tutti gli ambienti di casa e di attività commerciali come bar e ristoranti.

GUARDA LE LAMPADINE DECORATIVE

Lampadine Smart

Lampadine Smart

Tecnologie LED innovative che permettono di avere delle funzioni in più, come il controllo a distanza con lo smartphone o la riproduzione di musica.

DAI UN’OCCHIATA ALLE LAMPADINE SMART

Fluorescenti compatte

Fluorescenti compatte

Comunemente dette a basso consumo o anche a risparmio energetico, sono state la prima alternativa alle lampadine a incandescenza ma oggi sono in via di sostituzione da parte delle lampadine LED.

  • hanno una durata di 6.000 - 12.000 ore, quindi circa 6 volte la durata di una lampadina a incandescenza.
  • consumano circa l’80% in meno di una lampadina a incandescenza.
  • sono disponibili in tonalità di luce calda, fredda, neutra o colorate ma non cangianti (RGB multicolore).
  • a seconda della lampadina, occorrono alcuni secondi per raggiungere la massima luminosità e per questo motivo sono consigliate negli ambienti dove possono rimanere accese a lungo.
  • alcune lampadine hanno la tecnologia Quick start che permette di raggiungere la massima resa in meno di 30 secondi.

SCOPRI TUTTE LE LAMPADINE FLUORESCENTI

Tubi e circoline fluorescenti

Tubi e circoline fluorescenti

Anche detti neon, sono simili alle lampadine fluorescenti compatte per tipo di luminosità e consumi. Rispetto a queste, hanno forme e attacchi differenti quindi sono specifiche per apparecchiature come le plafoniere stagne e alcuni tipi di lampade da ufficio o da negozio.

  • durano circa 12.000 ore.
  • non accendono istantaneamente.
  • consumano circa l’80% in meno rispetto alle lampadine a incandescenza.
  • sono impiegate negli uffici, nei negozi e nell’illuminazione per garage.

GUARDA I TUBI E LE CIRCOLINE

Lampadine per elettrodomestici

Lampadine per elettrodomestici

Di piccole dimensioni o con attacchi speciali, specifiche per frigoriferi, cappe, forni e macchine da cucire. Possono essere alogene o a incandescenza, poiché il wattaggio molto basso permette ancora la loro commercializzazione.

SCOPRI LE LAMPADINE PER ELETTRODOMESTICI


Attacco della lampadina

L’attacco di una lampadina è la parte che si inserisce nel portalampada dell’apparecchio e che la collega al circuito elettrico per farla funzionare. Esistono molti tipi di attacchi e certi sono specifici di alcuni tipi di apparecchi. Verifica la tua lampada o la lampadina che devi sostituire e individua il tipo di attacco corrispondente.

Gli attacchi più diffusi sono:

E27 (attacco grande)

E27 (attacco grande)

È il più frequente perché la maggior parte dei lampadari, lampade da appoggio, plafoniere e appliques dispongono di questo tipo di portalampada.

E14 (attacco piccolo)

E14 (attacco piccolo)

È anch’esso molto usato, al pari dell’E27, in lampadari e altri tipi di lampade da interno.

GU10 (a baionetta)

GU10 (a baionetta)

Impiegato nei faretti e nei faretti a incasso senza trasformatore (220-240V).

GU 5.3

GU 5.3

Un tipo di attacco usato con faretti e faretti a incasso con trasformatore (12V).

R7S

R7S

Le lampadine con questo attacco sono frequenti in lampade da terra e proiettori da esterno. Puoi trovarle in due lunghezze: 78 mm o 118 mm.

G9

G9

Questo attacco è molto usato in alcuni tipi di lampadari, plafoniere e applique senza trasformatore (220-240V).

G4

G4

Questo attacco è frequente in alcuni tipi di lampadari, plafoniere e applique con trasformatore (12V). Ti consigliamo di maneggiare sempre queste lampadine con un batuffolo di cotone.

leggi di più

Altri tipi di attacchi sono propri di apparecchi specifici. Verifica il codice indicato sulla lampadina da sostituire:

  • i tubi e le circoline fluorescenti dispongono di attacchi T10, T2, T4, T5, T8 e altri.

  • le lampadine fluorescenti o LED speciali hanno attacchi particolari. Per citarne solo alcuni: G24D3, G24Q, G24Q1.

  • anche le lampadine per elettrodomestici possono avere degli attacchi particolari, come il B15, S14S, G12 e altri.

Colore della luce delle lampadine

Il colore della luce influisce sull’atmosfera di un ambiente e sulle tue percezioni, contribuendo a migliorare il benessere fisico o ad aumentare la concentrazione. La luce bianca viene distinta per la sua tonalità ovvero il grado di calore misurato in gradi Kelvin: calda, fredda, naturale. Le lampadine a incandescenza e alogene possono essere solo calde. Le lampadine LED e fluorescenti possono avere una luce bianca (calda, fredda o naturale) o colorata. Grazie alle nuove tecnologie CCT e RGB, alcune lampadine LED permettono di regolare la tonalità o di scegliere tra tanti colori.

leggi di più
  • Luce calda: è ideale per creare un ambiente confortevole e accogliente e quindi è consigliata in camera da letto, soggiorno, sala da pranzo e altri luoghi conviviali. Ha un colore giallo e la sua temperatura di colore va da 2.700 a 3.000 gradi K. Valorizza molto gli arredi e le pareti nei colori giallo, arancione e rosso. Le luci a incandescenza e alogene sono sempre calde.

  • Luce fredda: permette di cogliere meglio i particolari e di visualizzare più nitidamente gli oggetti. Per questo motivo, è consigliata negli ambienti che necessitano di molta luce, come i garage, i laboratori e gli uffici. Ha un colore bianco, tendente all’azzurro, la sua temperatura di colore va da 5.000 a 6.500 gradi K. Valorizza molto gli interni e le pareti nei colori azzurro, verde e viola ma anche giardini e spazi esterni.

  • Luce naturale: favorisce la concentrazione e non altera i colori, quindi è consigliata in bagno e in cucina. Di colore bianco neutro, la sua temperatura di colore è di circa 4.000 gradi K.

  • CCT Color Changing Temperature: grazie a questa tecnologia puoi avere in un’unica lampadina tutte le tonalità di luce, calda, fredda o naturale, e regolarle quando desideri attraverso il suo telecomando. Solo le lampadine LED possono essere CCT

  • RGB Multicolore: puoi scegliere il colore che desideri e comandare la lampadina attraverso il suo telecomando. Solo le lampadine LED possono essere RGB, e spesso questa tecnologia è abbinata alla CCT.

La luce colorata è ideale solo per un’illuminazione d’atmosfera; non è adatta per la lettura perché affaticherebbe la vista, e nemmeno per la zona del pranzo o il make up poiché altera i colori.

La luce colorata è perfetta per un’illuminazione di atmosfera. Meglio evitare di usarla in sala da pranzo perché falsa i colori e la percezione dei piatti.


Forma delle lampadine

La scelta della forma della lampadina è soprattutto estetica ma anche funzionale perché è correlata al tipo di apparecchio e allo spazio disponibile all’interno del diffusore. Tra le lampadine di tipo decorativo, puoi scegliere tra molte forme quella che ti piace di più e che si sposa meglio con la tua lampada. Nel caso delle lampadine più tecniche, queste hanno delle forme particolari, meno estetiche, che variano anche in funzione del loro attacco.

Le forme di lampadine più comuni sono:

Lampadina colpo di vento

Colpo di vento, torciglione e oliva

Sono lampadine di piccole dimensioni che danno un tocco di stile in più. Sono consigliate per lampadari e lampade con braccia in ferro, dove la lampadine è visibile. Hanno sempre attacco piccolo E14.

Lampadina a sfera

Sfera e goccia

Le lampadine dalla forma più conosciuta, stanno bene in appliques, plafoniere, lampade da appoggio e in tutti gli apparecchi illuminanti che possono contenere lampadine di questo ingombro. Possono avere sia attacco grande E27 sia attacco piccolo E14.

Lampadina globo

Globo

Sono lampadine grandi e molto decorative, ideali in lampadari a sospensione, soprattutto quelli da cucina, e in tutte le lampade che possono contenere lampadine di questo ingombro. Sono sempre con attacco grande E27.

Lampadina per faretto

Faretto, R50, R63 e R80

Hanno delle forme disegnate per entrare bene nel bicchierino o diffusore del faretto. A seconda dell’attacco e del tipo di apparecchio per cui sono indicate, possono avere una forma più a funghetto o più simile ai riflettori.

Lampadina PAR30

PAR30 e PAR38

Hanno una forma simile a quella dei faretti, ma sono più grandi e progettate per faretti da incasso a suolo in esterno.


Luminosità e consumo

Per anni abbiamo acquistato apparecchi illuminanti e lampadine tenendo a mente un solo parametro di misurazione della potenza della luce: i Watt.
Oggi, le lampadine LED e le lampade di nuova generazione con LED integrato consumano molto meno rispetto alle vecchie lampadine (a incandescenza e alogene) pur producendo la stessa intensità luminosa.

leggi di più

Per valutarne la potenza e confrontare lampade e lampadine diverse tra loro, si è reso necessario distinguere tra:

  • luminosità: è la quantità di luce che la lampadina è in grado di emettere e si misura in lumen. Maggiore è questo valore maggiore è la potenza luminosa della lampadina.

  • consumo: è la quantità di energia elettrica che la lampadina assorbe per poter funzionare e si misura in Watt. Minore è questo valore maggiore è il risparmio in bolletta.

 

La luminosità in lumen è l’unico dato che permette di comparare lampadine diverse tra loro, perché a seconda della loro tecnologia la stessa intensità luminosa (quindi gli stessi lumen) corrispondono a un consumo diverso.

Ad esempio, una vecchia lampadina da 100 W corrisponde a 1521 lumen. Per sostituire questa lampadina possiamo scegliere tra:

  • Lampadina LED: consuma 12 W e illumina 1521 lumen.

  • Fluorescente o risparmio energetico: consuma 25 W e illumina 1521 lumen.

  • Alogena eco: consuma 80 W e illumina 1521 lumen.

 

Come vedi da questi esempi, per sostituire una vecchia lampadina da 100 W e produrre 1521 lumen di luce si può consumare di più o di meno, a seconda della tecnologia scelta. Tuttavia, anche all’interno della stessa tecnologia, ad esempio quella LED, una lampadina più qualitativa emette più luce (quindi più lumen) e consuma meno (quindi meno Watt).


Angolo di diffusione delle lampadine

L’angolo di diffusione misura il raggio di emissione della luce. Valuta questa caratteristica in base al tipo di luce che desideri e del tipo di apparecchio dove inserirai la lampadina.

leggi di più

Puoi orientarti tra lampadine con angolo di diffusione:

Lampadine con angolo di diffusione fino a 36°

Fino a 36°

Ideali per una luce direzionale, per illuminare e valorizzare oggetti e zone della stanza. Sono indicate per faretti, faretti a incasso, lampade da scrivania e altre lampade di tipo direzionale. Esistono lampadine direzionali per faretti con angolo di diffusione 100°.

Lampadine con angolo di diffusione tra 150° e 300°

Tra 150° e 300°

Indicate per una luce diffusa quindi per illuminare tutti gli spazi della stanza riducendo le zone d’ombra. Sono adatte in tutte le lampade da appoggio e i lampadari con diffusore che coprono la lampadina.

Lampadine con angolo di diffusione di 360°

360°

Permettono di illuminare tutti gli spazi della stanza in modo omogeneo e senza zone d’ombra. Sono molto indicate per applique, plafoniere e tutte le lampade con diffusori in vetro che lasciano visibile la lampadina.


Efficienza energetica

Efficienza energetica

L’etichetta energetica serve a informare sul consumo di elettricità delle apparecchiature domestiche, classificando la performance energetica con una lettera dalla A++ (molto efficiente) a E (poco efficiente).

Anche le lampadine hanno un’etichetta che indica la loro classe energetica.
L’efficienza energetica va di pari passo con la tecnologia:

  • lampadine LED: classi A++, A+ e A.

  • lampadine fluorescenti (a risparmio energetico): classi A e B.

  • lampadine alogene: classi B, C, D.

  • lampadine a incandescenza: classi D ed E.

Come riciclare una lampadina

Quando la tua lampadina non funzionerà più, ricordati di smaltirla nel modo giusto per permettere il riciclo dei materiali e lo smaltimento di componenti nocivi all’ambiente.

  • Le lampadine a incandescenza e alogene possono essere gettate nella campana del vetro.

  • Lampadine a risparmio energetico, tubi fluorescenti, circoline e lampadine LED devono essere lasciate negli appositi contenitori che trovi nei nostri negozi. Puoi portarle anche nelle piattaforme ecologiche e nei negozi che vendono materiale e apparecchi elettrici (RAEE).

  • Se una lampadina fluorescente si rompe, fai attenzione a non respirare il gas che fuoriesce dai vetri e fai areare il locale.