Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere i prodotti per l’impermeabilizzazione degli esterni

Terrazze, balconi e superfici esterne, se non sottoposte ad una corretta impermeabilizzazione, possono consentire infiltrazioni e causare danni più o meno ingenti alla struttura.

green quotes opensScegliere gli impermeabilizzanti giusti è il primo passo per garantire una lunga vita all'edificio, prevenendo problemi nel medio e lungo termine.green quotes closes


Guida alla scelta dell'impermeabilizzante migliore

Guida alla scelta dell'impermeabilizzante migliore

La tecnica di impermeabilizzazione viene utilizzata per impedire il passaggio di acqua dalle superfici normalmente esposte alle intemperie agli strati sottostanti. Per questo motivo l'impermeabilizzante viene collocato a livello di balconi, terrazze e coperture di vario tipo subito dopo l'isolante termico, in modo da creare una sorta di cuscinetto tra gli strati più interni e quelli più esterni della struttura edilizia. Per un risultato ottimale e duraturo nel tempo, prima di impermeabilizzare l'area desiderata è sempre opportuno verificare la presenza di eventuali pendenze ed avvallamenti, nonché lo stato di conservazione delle superfici e dei supporti su cui si ha intenzione di lavorare. A seconda del tipo di superficie che si desidera rivestire e dei risultati ottenuti da una prima analisi della struttura, è possibile optare per una differente modalità di intervento:

  • impermeabilizzazione previa rimozione della pavimentazione sottostante.

  • impermeabilizzazione in sovrapposizione al pavimento già esistente.

  • impermeabilizzazione dopo demolizione completa sia della pavimentazione che del massello.

VEDI SUBITO I PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZAZIONE


Impermeabilizzazione solida

Impermeabilizzazione solida

L'impermeabilizzazione solida si dimostra particolarmente utile per le superfici di grande estensione, come nel caso di tetti e piscine. Un esempio di guaine impermeabilizzanti di tipo solido è rappresentato dalle membrane bituminose. Si tratta di un prodotto prefabbricato che si ottiene dalla distillazione del petrolio e garantisce un'ottima resistenza dal punto di vista meccanico. Generalmente questo tipo di guaina impermeabilizzante si trova in commercio sotto forma di rotoli, che vengono applicati sulla superficie che si intende rendere impermeabile.

Le dimensioni dei rotoli possono variare a seconda del materiale utilizzato per il loro confezionamento e della marca di appartenenza. In linea generale però, si può dire che la lunghezza dei rotoli di guaina utilizzata per impermeabilizzare superfici di medie e grandi dimensioni si attesta intorno a 10 metri. L'altezza invece è pari a 1 metro all'incirca. Queste membrane impermeabili possono essere utilizzate sia per coprire superfici piane che inclinate, come nel caso di tetti e solai. Per l'impermeabilizzazione del terrazzo questa procedura può risultare piuttosto rapida ed agevole da eseguire, data la regolarità e l'estensione della superficie di interesse.

SCOPRI LE GUAINE IMPERMEABILIZZANTI

Lo stesso si può dire per l'impermeabilizzazione dei balconi e delle piscine. Le guaine impermeabilizzanti sono solitamente additivate con polvere di marmo che garantisce una maggiore resistenza di tipo meccanico al prodotto impermeabilizzante. Per quanto riguarda lo spessore, le guaine impermeabilizzanti solide hanno variano da un minimo di 3 mm ad un massimo di 5 mm. Lo spessore naturalmente può aumentare significativamente nel caso in cui si decida di applicare più fogli prefabbricati, l'uno sull'altro, in modo da ottenere un effetto più performante. La sovrapposizione di più strati può rappresentare una strategia di intervento utile nel caso in cui si voglia procedere all'impermeabilizzazione di tetti e balconi che presentano già un manto impermeabilizzante. In questi casi, sovrapporre al vecchio strato una nuova guaina impermeabilizzante invece di smantellare e sostituire il manto preesistente può aiutare a risparmiare tempo e denaro, semplificando le operazioni per la messa in opera; questo tipo di intervento richiede però una preparazione ad hoc del supporto e spesso l’uso di aggrappanti.

Le membrane bituminose si distinguono, in base al tipo di applicazione, in due tipi principali:

  • membrana a termo adesione: sono ideale per la posa su supporto nuovo o per ripristino di un manto esistente. Per l’applicazione richiedono l’uso di fiamma in modo da rendere adesiva la parte sottostante del manto.

  • membrane autoadesive: sono ideali per la posa su superfici sensibili alla fiamma (pannelli isolanti, tetti in legno). Sono dotate di uno strato di collante che permette una sempre migliore adesione con l’aumento naturale della temperatura ambientale e per questo motivo si consiglia l’applicazione nel periodo primavera-estate.

 

Inoltre, possiamo fare una distinzione anche in base alla finitura:

  • membrane “nude”: sono membrane che si presentano senza finiture estetiche. Sono solitamente applicate su tetti piani non a vista o su terrazzi e sottofondi prima che questi vengano coperti con terra. Nel caso vengano lasciate a vista è buona norma applicare uno strato protettivo per i raggi UV.

  • membrane ardesiate: sono membrane sulle quali viene applicata della graniglia fine colorata. Vengono usate solitamente per la finitura di tetti a vista (tetti piani, casette in legno…). La finitura ha solo una funzione estetica e non protettiva del manto bituminoso dagli effetti dei raggi UV.

 

Principali vantaggi delle membrane solide:

Possiamo quindi concludere che la scelta delle membrane solide per impermeabilizzare le superfici sono i seguenti:

  • copertura di grandi superfici.

  • elevata durata nel tempo.

  • ottima resistenza meccanica.

  • gradevole aspetto estetico (per quanto riguarda le membrane ardesiate).

Impermeabilizzazione liquida

Impermeabilizzazione liquida

Le impermeabilizzazioni liquide presentano una serie di vantaggi per quanto riguarda la messa in opera. Trattandosi di prodotti impermeabilizzanti dalla consistenza liquida, l'applicazione risulta semplice e rapida poiché si riesce a coprire l'intera superficie senza lasciare punti scoperti. La guaina liquida per l'impermeabilizzazione dei balconi può essere applicata con l'utilizzo di un rullo o di un pennello, senza ricorrere a saldature o giunzioni. La posa di guaine liquidi su grandi superfici richiede, per migliorare la tenuta alla dilatazione, l’armatura con rete in fibra di vetro tra due strati successivi. La consistenza finale della guaina liquida risulta particolarmente elastica, il che permette di adeguarsi in maniera idonea al processo di dilatazione termica a cui può essere soggetta la superficie di supporto, in seguito agli sbalzi di temperatura ed all'alternanza tra caldo e freddo. Il tempo di asciugatura di questo prodotto è abbastanza breve, soprattutto se sono prodotti a base acquosa, ma sono comunque assoggettati alle condizioni climatiche.

SCEGLI IMPERMEABILIZZANTI LIQUIDI

Gli impermeabilizzanti liquidi sono selezionati spesso per la ristrutturazione di superfici di piccole dimensioni. Tra gli impermeabilizzanti dobbiamo fare una prima distinzione in base alla superficie:

  • impermeabilizzanti per superfici verticali: sono resistenti all’acqua di scorrimento ma non al ristagno.

  • impermeabilizzanti anti ristagno: sono adatti per superfici piane e resistono al permanenza di acqua per periodi prolungati.

 

Esistono inoltre prodotti spesso associati agli impermeabilizzanti liquidi, ma che in realtà sono prodotti accessori:

  • catramina: ideale per proteggere i pali in legno parzialmente interrati o come fondo aggrappante nella posa di asfalto a freddo per la riparazione di buche stradali.

  • ponte d’aggrappo: ha una funzione impermeabilizzante blanda, di solito associata ad un impermeabilizzante più prestazionale, e permette l’adesione della colla da piastrelle.

  • primer bituminoso: ideale come promotore d’adesione della membrana bituminosa.

  • adesivo bituminoso: ideale per incollare membrane bituminose non autoadesive a supporti sensibili al trattamento “a fiamma” (es: tetti di casette in legno).

 

Principali vantaggi delle membrane liquide:

In conclusione, possiamo dire che i vantaggi dell’utilizzo delle membrane liquide sono:

  • buona versatilità

  • facilità di posa;

  • gradevole aspetto estetico

  • resistenza ai raggi UV