Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere paraschizzi e pannelli retrocucina

Sogni una cucina dove liberare la tua creatività ai fornelli, ma temi schizzi e macchie? Niente paura! Con i pannelli retrocucina non solo proteggi e mantieni pulita la zona dei fuochi, il piano di lavoro e il lavello ma arredi e decori la tua cucina in modo personale e creativo.

green quotes opensAcciaio, vetro temprato, laminato... il paraschizzi è il perfetto elemento per proteggere la tua cucina e personalizzarla decorandola secondo i tuoi gusti.green quotes closes


Pannelli retrocucina e paraschizzi: a cosa servono?

Pannelli retrocucina e paraschizzi: a cosa servono?

La cucina è sicuramente uno degli ambienti della casa più vissuti, un moderno focolare domestico nel quale dare spazio alla creatività culinaria. Questo però significa anche una maggiore attenzione all'igiene, che in cucina è un fattore estremamente importante. Durante la preparazione e la cottura dei cibi macchie di sugo o unto possono finire sulle pareti dietro il piano di lavoro o quello di cottura.

Per mantenere in perfetto ordine la tua cucina la soluzione è quella di proteggere le pareti rivestendole con uno schienale cucina. Scegliere il pannello retrocucina più adatto non è una missione impossibile, ma necessita di un poco di attenzione. Tra le varianti da considerare spiccano infatti l'aspetto estetico, quello legato al budget, la semplicità di installazione e manutenzione e naturalmente la pulizia. I pannelli retrocucina sono pensati per offrire alla tua cucina il massimo della protezione dagli schizzi durante la preparazione dei cibi, fondendosi allo stesso tempo con ogni tipologia di stile d'arredamento scelto da quello più classico a quello più moderno. Che tu voglia solo "regalare" alla tua cucina un restyling, o che si tratti di un ambiente del tutto nuovo da arredare, il paraschizzi ti offre la possibilità di rendere la tua cucina altamente funzionale e personalizzata.

SCOPRI SUBITO I PANNELLI RETROCUCINA


Pannelli retrocucina: quali materiale scegliere?

La scelta del materiale dei pannelli retrocucina gioca un ruolo fondamentale nell'estetica e nella funzionalità della cucina. Lo schienale oltre a integrarsi perfettamente con lo stile d'arredamento della cucina, dovrà offrire caratteristiche idonee a sopportare le temperature elevate, se posto nel retro del piano cottura, e una resistenza al tempo e ai lavaggi frequenti. Dal pannello in vetro temperato per una cucina dallo stile moderno, alla praticità low cost del truciolare nobilitato la scelta è davvero varia e adatta a soddisfare tutte le esigenze. Analizziamo allora più nel dettaglio le varie tipologie di materiali utilizzati per realizzare i paraschizzi per scoprire quello più adatto a rivestire la tua cucina.

Pannello in acciaio

Pannello in acciaio

L'acciaio trova un largo impiego nella realizzazione degli elettrodomestici, eppure può essere una scelta interessante e moderna per rivestire il retro della cucina soprattutto nella zona dei fuochi. I pannelli in acciaio si prestano a rivestire pareti e supporti di compensato e vantano un'elevata resistenza a urti, abrasioni e graffi. L'acciaio è poi un materiale igienicamente sicuro dato che impedisce la formazione, e la conseguente proliferazione, dei batteri. Inoltre, questa tipologia di materiale è resistente al calore e all'aggressione dell'umidità.

Bisogna però tenere in considerazione anche l'aspetto meno vantaggioso dello scegliere per il retro della cucina un rivestimento in acciaio. I pannelli in acciaio non possono essere facilmente forati e tagliati. Quindi nel caso in cui tu voglia rivestire tutta la parete, dovrai adattarti alle larghezze predefinite dei pannelli, cosa che potrebbe non consentire di arrivare perfettamente a fine cucina. Inoltre, potresti trovare difficoltoso praticare uno scasso nel pannello per incassare le prese a muro della corrente o interruttori. Rimuovere lo sporco dai pannelli in acciaio è molto semplice, stessa cosa non si può dire però delle antiestetiche impronte che risultano più ostiche da eliminare e richiedono una pulizia giornaliera.

Pannello in Vetro Temprato

Pannello in vetro temprato

Per una cucina dal carattere deciso, elegante e dal grande impatto visivo la scelta giusta è sicuramente quella del vetro temperato. Un'opzione che arreda la tua cucina con personalità e gusto conferendole un aspetto ricercato e allo stesso tempo essenziale. I pannelli in vetro temprato sono realizzati per resistere alle alte temperature, sono facili da mantenere puliti e non temono le macchie. Inoltre, sono resistenti ai graffi, alla rottura e impediscono la proliferazione della muffa. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un materiale "nobile" che può avere costi anche piuttosto elevati. Vale la stessa considerazione dell’acciaio: il vetro temprato non può essere tagliato e non vi si possono praticare finestre per incasso prese elettriche.

Pannello laminato

Pannello laminato

Tra i materiali più versatili e anche economicamente più accessibili, spicca sicuramente il laminato. I pannelli realizzati con questo materiale sono infatti la scelta preferenziale se stai cercando un rivestimento semplice da applicare e low cost. Facili da installare, possono essere sagomati e rifilati con seghetto alternativo o sega circolare, i pannelli in laminato ben si adattano alle cucine economiche o dallo stile moderno. L'installazione risulta estremamente semplice dato che i pannelli possono essere montati mediante l'utilizzo di nastro biadesivo di PVC o con del mastice. Nonostante non si tratti di un materiale "nobile", il laminato stupisce per la resa estetica. Un'altra importante prerogativa di questi pannelli decorativi retrocucina è infatti la ricca varietà di colorazioni e di effetti materici, come legno e cementine.

Pannello in truciolare nobilitato

Pannello in truciolare nobilitato

I pannelli decorativi retrocucina in truciolare nobilitato sono la soluzione ideale se vuoi risparmiare ma desideri ottenere comunque un risultato finale di grande effetto. Il pannello in truciolare nobilitato misura all'incirca 300 cm e può essere tagliato su misura a seconda delle tue esigenze. Ma di cosa si tratta? Questa tipologia di pannelli è composta da truciolare, ma talvolta anche da legno riciclato o compensato, rivestiti con fogli precedentemente impregnati con della resina melaminica. Il grande pregio di questo materiale, oltre alla già citata economicità, è l'alta resistenza a vari fattori di stress come urti, graffi, infiltrazioni, umidità e macchie. Il truciolare nobilitato è quindi un materiale che si presta a essere sottoposto a un utilizzo intensivo poiché è progettato per essere vissuto.

Non è tuttavia adatto all’uso con piani cottura a gas, potendo essere usato solo con piani a induzione. Per mantenerlo sempre in "perfetta forma" è importante evitare di bagnarlo eccessivamente e procedere alla pulizia del pannello utilizzando detergenti dalla composizione neutra. La resa estetica è notevole, dato che i pannelli in truciolare nobilitato vantano una grande versatilità cromatica passando dall'ampia gamma di venature e colori delle più belle essenze di legno, alle texture più moderne con effetti che virano dal graffiato al cemento.


Pannello retrocucina fai da te: resina o ceramica

Il retro della tua cucina è una tela bianca pronta per essere personalizzata secondo i tuoi gusti e le tue esigenze! Vetro temprato, acciaio... ma anche resina e ceramica. Se la tua cucina ha solo bisogno di essere rinnovata, magari con un tocco di originalità, allora opta per la resina. Un prodotto duttile e perfetto per "coprire" un retrocucina passato di moda o logoro, senza la necessità di interventi invasivi. La ceramica è invece un evergreen intramontabile capace di unire resistenza, versatilità e un pizzico di creatività. Scopriamo più da vicino le caratteristiche della resina e della ceramica per dare un nuovo volto alla tua cucina!

Ceramica

Ceramica

La ceramica è senza ombra di dubbio il rivestimento più utilizzato per proteggere le pareti del retrocucina. La ceramica risulta infatti resistente alle alte temperature e mantenerla pulita e igienizzata è molto semplice. Essendo un materiale in grado di sopportare notevoli stress termici, può essere installata senza problemi dietro i piani cottura anche quelli con fuochi a gas. Se questa è la soluzione che preferisci ricorda però di optare per piastrelle dal formato grande, evitando i piccoli formati e le tesserine a mosaico. Questo perché in questo modo si minimizzano le fughe, dove solitamente si annida lo sporco, e si crea un'armoniosa continuità della parete. Le piastrelle in grès porcellanato sono un materiale altamente versatile che ti permette di creare un retrocucina decisamente originale e personalizzato. La ceramica è infatti un rivestimento decorativo dall'ampio respiro che apre un'infinità di possibilità creative!

Resina

Resina

Quando la necessità è solamente quella di "regalare" un restyling alla cucina, la soluzione più adatta può essere quella di utilizzare la resina. Un pannello in resina epossidica è l'opzione rapida e pratica per dare un nuovo aspetto alla cucina senza dover intervenire con ristrutturazioni invasive. Questo perché la resina è una vernice che può tranquillamente essere stesa con un pennello o un rullo direttamente sulle vecchie piastrelle. Tra le caratteristiche interessanti della resina spicca un elevato potere idrorepellente che la rende adatta a essere utilizzata anche in ambienti particolarmente umidi. La resina è inoltre semplice da mantenere pulita e rappresenta un'opzione interessante poiché estremamente resistente all'aggressione della muffa e all'usura. Scegliere la resina consente di dare libero sfogo alla creatività dato che è disponibile in numerose nuance e tonalità di colore. Per conferire alla resina, una volta asciutta, un effetto levigato e ricercato puoi optare per diversi tipi di finiture come la versione opaca, satinata o lucida.