Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere il lavabo per il bagno

Il lavabo è un elemento fondamentale nel bagno, che usiamo con frequenza ogni giorno. Deve essere funzionale e bello perché darà stile a tutto l’ambiente. La scelta è vasta. Un lavabo d’appoggio, sospeso, con colonna o integrato al mobile: tu quale preferisci? Ti aiutiamo a scegliere tra tipologie, materiali e design e dimensioni.


Quali sono i differenti tipi di lavabo per il bagno

La prima scelta è soprattutto una questione di gusto che spazia dai classici lavandini a colonna ai più moderni lavabi d’appoggio fino ad altre soluzioni integrate, incassate o sospese. Stile, ma non solo. La tipologia di lavabo va scelta anche in funzione delle dimensioni del bagno e del tipo di installazione possibile.

Nella scelta dei lavabi, puoi scegliere un:

Lavabo d’appoggio

Lavabo d’appoggio

È il tipo di lavabo più moderno e di tendenza che offre infinite possibilità di personalizzazione per il tuo bagno. Puoi sbizzarrirti con forme, materiali e colori e giocare nel creare la tua combinazione unica abbinandolo a un top o al mobile che vuoi tu. Basta semplicemente che il piano su cui lo appoggi sia forato per lo scarico.

SCOPRI I LAVABI D'APPOGGIO

Lavabo con colonna

Lavabo a colonna

È il classico lavandino sorretto da una colonna poggiata a pavimento, che copre il sifone. È perfetto negli ambienti dallo stile un po’ più classico e rétro. Non offre spazi d’appoggio, quindi va completato con un pensile, una colonna o un altro mobile dove contenere i prodotti per l’igiene e la cura del corpo. Solitamente in ceramica, i modelli standard sono adatti per un piccolo budget. È quindi un’ottima soluzione per un secondo bagno o in una seconda casa dove non vuoi investire molto. Tuttavia, negli ultimi tempi stanno emergendo nuovi modelli monoblocco, dove lavabo e colonna formano un pezzo unico, dal design più moderno e ricercato.

VEDI I LAVABO A COLONNA

Lavabo sospeso

Lavabo sospeso

Il lavandino è fissato unicamente alla parete con staffe e tasselli. Il sifone può essere a vista, nascosto nella struttura o dalla semicolonna. Non avendo una colonna di sostegno, puoi fissarlo all’altezza che desideri. Inoltre, lo spazio sotto il lavabo si pulisce facilmente. Come il lavabo a colonna, non offre spazi d’appoggio. È ideale per i bagni piccoli, inoltre è adatto alle persone con difficoltà motorie. Per coprire il sifone, si può completare con una semicolonna. Solitamente in ceramica è una soluzione adatta per i piccoli budget.

GUARDA I LAVABI SOSPESI

Lavabo integrato al mobile

Lavabo integrato al mobile

Una soluzione moderna, costituita da un piano unico incassato nella parte superiore del mobile. Se hai un bagno molto piccolo, opta per una soluzione con lavabo a semi incasso che ti consentirà di avere un mobile di dimensioni più ridotte.

SCOPRI TUTTI I MOBILI BAGNO


Il lavabo della giusta forma e misura

La scelta della forma è soprattutto una scelta di design. Le dimensioni del lavabo devono adattarsi allo spazio disponibile. Scegli in base al tuo gusto, non trascurando la funzionalità.

Forma dei lavabi

Forma

Tra le varie tipologie di lavabo, quella che offre più scelta per quanto riguarda la forma è il lavabo d’appoggio. Tra questi puoi sbizzarrirti con forme rettangolari, quadrate (più o meno stondate), perfettamente rotonde, ovali e anche irregolari.

I lavabi sospesi o a colonna, dallo stile più classico, sono generalmente rettangolari e un po’ stondati. I lavabi integrati hanno la forma del cassone ed è soprattutto lo spazio interno che può avere forme differenti, più squadrate o più curve.

Dimensioni dei lavabo

Dimensioni

Parti dallo spazio disponibile nel tuo bagno e scegli la tipologia più adatta tra un mobile con lavabo integrato, un lavabo ad appoggio, un lavabo sospeso o con colonna.

  • Tieni conto delle misure: larghezza, altezza, profondità o diametro.

  • Se opti per un lavabo integrato dovrai considerare le dimensioni del mobile e degli spazi d’appoggio che lo rendono più funzionale.

  • Se preferisci il lavabo d’appoggio, presta attenzione all’altezza a cui fisserai il top. Normalmente un mobile da bagno ha un’altezza tra 85 e 95 cm. Il top dovrà essere posto più in basso in modo che l’altezza totale con il lavabo posato sia più o meno la stessa di un mobile per essere comoda da usare.

  • Hai molto spazio a disposizione? Puoi valutare anche di mettere due lavandini. In questo modo tu e la tua dolce metà potrete avere uno spazio tutto vostro.

  • La profondità è molto importante. Un lavabo poco capiente è una scelta soprattutto di design ma crea più schizzi d’acqua.


Il miglior materiale per il tuo lavabo

La scelta del materiale dipende dal gusto e dallo stile del bagno ma è soprattutto importante per quanto riguarda la resistenza nel tempo, la manutenzione e la facilità di pulizia.

Lavabo in metallo

Alluminio

Permette soluzioni moderne. Può essere smaltato nei colori più disparati oppure riprodurre i classici metalli con finiture lucide, spazzolate o martellate. È un materiale leggero e infrangibile. Resiste bene all’ossidazione, quindi all’umidità, e si pulisce facilmente.

Lavabo in ceramica

Ceramica

Il materiale più facile da pulire perché resiste anche ai prodotti per la pulizia più aggressivi e non altera il suo colore nel tempo. Resiste ai graffi ma non ai forti urti e se si rompe non si può riparare. Consente poca libertà nelle forme e nel colore, proponendo più sfumature e toni del classico bianco. Solitamente è una soluzione che si adatta ai piccoli budget.

Pietra naturale

Pietra naturale

Ha un aspetto materico, naturale e genuino che ben si sposa con uno stile rustico e tradizionale. È molto resistente a colpi e agli sbalzi di calore e quindi durevole nel tempo. Per pulirlo basta un detergente neutro, evitando tutti i prodotti più abrasivi e più aggressivi che potrebbero macchiarlo e rovinarlo.

Lavabo in vetro

Vetro temperato

Un lavabo in vetro è una soluzione di design, semplice ed elegante. Il vetro permette di realizzare molti colori e finiture. Resiste ai cambi di temperatura e all’umidità essendo perfettamente impermeabile. È facile da pulire, non si macchia, e sopporta bene tutti i prodotti per la pulizia. Occorre fare attenzione solo ai graffi e agli urti ma è un materiale resistente e sicuro: in caso di rottura si disgrega in piccoli frammenti smussati ma non taglienti.

Lavabo in marmoresina

Marmoresina e Gel Coat

È un materiale composito di minerali e resine, naturale ed ecologico, riciclabile al 100%. Mantiene a lungo la temperatura e, non essendo un materiale poroso, è antibatterico e facile da pulire. Il suo aspetto ricorda quello del marmo naturale ed è reso lucido e brillante grazie a uno strato protettivo (gel coat) che lo rende resistente a graffi, urti e macchie.

Resina

Resina

È un materiale sintetico modellabile che permette di realizzare forme originali e tutti i tipi di colori, di finitura opaca o brillante. Durevole nel tempo perché resiste ai graffi e agli urti e si può facilmente riparare, inoltre il suo colore e aspetto rimangono inalterati nel tempo. È antibatterico e si pulisce facilmente con detergenti non aggressivi. È anche molto confortevole, caldo al tatto, sicuro e antiscivolo.

Lavabo in solid surface

Solid Surface

È un materiale composito che unisce tri-idrato di alluminio e resina, e che come l’acrilico e la resina può essere tinto in pasta per ottenere tutti i tipi di colore. È molto leggero, resistente all’usura, antibatterico e antimacchia grazie alla sua superficie non porosa. È apprezzato e impiegato nel design e in architettura, conosciuto con nomi commerciali diversi, per la sua finitura vellutata al tatto e per la caratteristica di prestarsi a lavorazioni e modellazioni particolari.


Miscelatori e rubinetti per lavabo

Miscelatori e rubinetti per lavabo

Il rubinetto per il lavabo va scelto in base all’installazione: a parete, sul lavandino (a seconda che questo abbia uno o tre fori) oppure sul piano nel caso dei lavabi d’appoggio.

Una volta stabilito il vincolo della posa, la scelta è indubbiamente legata solo al tuo gusto. Tieni d’occhio però anche la funzionalità. Il getto d’acqua deve essere diretto verso il centro del lavabo e l’altezza della canna deve essere adatta e ben proporzionata rispetto alle dimensioni del lavandino.

SCOPRI TUTTI I RUBINETTI PER LAVABI

leggi di più

I rubinetti possono essere:

Rubinetto bicomando

Rubinetto bicomando

Il classico rubinetto con due manopole distinte per regolare acqua fredda e calda.

Miscelatore manuale

Miscelatore manuale

Ha un’unica maniglia per aprire, chiudere e regolare la temperatura e la quantità di acqua erogata.

Miscelatore a canna alta

Miscelatore a canna alta

Se opti per un lavabo d’appoggio, un miscelatore a canna alta da posare sul piano è la scelta ideale. In alternativa, puoi anche optare per un rubinetto con attacco a parete. Una sola raccomandazione, assicurati che il getto d’acqua sia diretto verso il centro del lavabo.

Altre caratteristiche di cui tenere conto:

  • Il troppo pieno: è il foro nella parte superiore del lavandino che impedisce all’acqua di traboccare quando supera il livello massimo. Nei lavabi di design non è presente, per ragioni estetiche ma anche per ragioni legate ai materiali di ultima generazione con cui sono realizzate.

  • Piletta click clack: permette l’apertura e la chiusura manuale a pressione. Una volta chiusa occorre fare attenzione a non riempire accidentalmente troppo il lavabo.

  • Piletta a scarico libero: lascia sempre defluire l’acqua, quindi il lavandino non si riempie mai. È utile nei bagni di esercizi pubblici e commerciali.

Come pulire il lavabo

Pulisci periodicamente il lavabo, rubinetti, doccette e altri parti in metallo per eliminare il calcare e farli durare nel tempo.

leggi di più

I rubinetti possono essere:

  • per i lavandini in marmoresina, resina e Solid Surface usa un panno umido e un detergente delicato. Non usare detergenti aggressivi e spugne abrasive. In caso di graffi, puoi carteggiare leggermente con carta abrasiva finissima (grana 800-1200). Per ripristinare la lucentezza originaria, passa infine un panno soffice e della pasta lucidante. Segui sempre le indicazioni del produttore.

  • pulisci i rubinetti, deviatori e altri parti in metallo con detergente delicato, acqua e sapone o aceto.

  • per eliminare il calcare non usare detergenti contenenti acido cloridrico, acido acetico o candeggina né materiali abrasivi. Ti consigliamo l’uso di pulitori specifici.

Posa e installazione

Tu scegli, alla posa ci pensiamo noi. I nostri artigiani sono a disposizione per un sopralluogo, un preventivo e per rinnovare il tuo bagno.

SCOPRI IL SERVIZIO POSA E INSTALLAZIONE


Agevolazioni fiscali

Iva Ridotta:

Posa con noi. Ti rimborsiamo fino al 10%. Questo risparmio è possibile grazie all’IVA ridotta solo se acquisti sia il prodotto che la sua posa e se il valore della posa è almeno corrispondente al valore del prodotto.

 

Detrazioni fiscali:

La ristrutturazione del bagno permette di usufruire delle detrazioni fiscali in vigore.

LEGGI DI PIÙ SULLE AGEVOLAZIONI FISCALI