Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come allestire un bagno per disabili o anziani in sicurezza

Condividi la casa con un disabile o un anziano? Devi allestire un bagno accessibile in un locale aperto al pubblico? La stanza da bagno, più di qualsiasi altro ambiente è quello che per anziani e disabili presenta un numero maggiore di potenziali impedimenti, se non fai in modo di eliminare gli ostacoli? Come? Progetta un bagno per disabili privo di barriere seguendo i consigli presenti in questa guida.

green quotes opensSe i locali commerciali e pubblici sono obbligati a rispettare delle direttive, la creazione di un bagno accessibile per un congiunto disabile o per anziano può andare oltre, rispondendo a ulteriori requisiti prestazionali.green quotes closes


Come allestire in sicurezza un bagno per disabili o anziani

Come allestire un bagno per disabili in sicurezza: quali sono i tuoi obiettivi?

La necessità di allestire un bagno accessibile può nascere tanto in ambienti domestici quanto in ambienti commerciali o lavorativi. Nel primo caso, il bisogno emerge perché si intende favorire l'autonomia di un anziano o di un disabile, nel secondo perché si ha l'obbligo di rispettare la normativa bagni locali pubblici, che regolamenta la creazione in sicurezza di bagni disabili nei locali pubblici e commerciali.

Volendo riprogettare la stanza da bagno per un anziano o un disabile con difficoltà motorie, quindi, si dovrà partire da alcuni semplici accorgimenti, inclusi nella normativa obbligatoria per i bagni locali commerciali, che riguardano anzitutto le dimensioni della stanza. Le misure bagni disabili locali pubblici della stanza devono essere minimo di 180 cm x 180 cm, con uno spazio antistante i sanitari principali di 55 cm.

Se i locali commerciali e pubblici sono obbligati a rispettare delle direttive, la creazione di un bagno accessibile per un congiunto disabile o per anziano può andare oltre, rispondendo a ulteriori requisiti prestazionali. Piccoli accorgimenti e tanti accessori possono trasformare l'ingresso e le attività da svolgere in bagno per un anziano o un disabile da un momento di fatica a un piacevole e autonomo momento di relax.

Fra le prime cose da valutare, quindi, vi è la dimensione della porta d'ingresso, che deve avere una luce netta di almeno 75 cm. Confortevole è anche la sistemazione del lavandino, con accesso frontale, e del WC: è opportuno considerare lo spazio necessario per potervi accedere lateralmente. La doccia sarà preferibilmente un walk in, o comunque abbastanza spaziosa e con piatto doccia di tipo filo pavimento, munita di sedile. Molto importanti, sono poi, le altezze di lavandino e sanitari: il primo è preferibile che sia almeno a 80 cm, i secondi a 45 - 50 cm dal pavimento. A questi primi accorgimenti si somma tutta una serie di accessori come maniglioni e punti di appoggio, che sono sempre utili per chi ha difficoltà a muoversi.

VAI AGLI AUSILI PER DISABILI BAGNO


Accessori bagno per disabili: come migliorare la sicurezza in bagno

Tanto i bagni locali pubblici quanto il bagno per disabili di un'abitazione privata dovrebbero avere alcuni indispensabili complementi e accessori.

Maniglione di sicurezza bagno

Maniglione di sicurezza bagno

Il maniglione per bagno disabili è un supporto, che si fissa alla parete della stanza oppure nelle immediate vicinanze del WC. Sono studiate per offrire una maggiore stabilità nella stanza della casa che, per sua natura, può essere più pericolosa. Quindi è un appoggio addizionale per chi ha difficoltà motorie o di equilibrio. Oltre al maniglione bagno per disabili è molto utile anche la maniglia di sicurezza per vasca da bagno, utile all'anziano o al diversamente abile per uscire dalla vasca senza necessità d'aiuto. La maniglia per bagno disabili può essere fissa o a ventosa.

  • maniglione per bagno disabili a ventosa: può essere fissata al muro mediante una ventosa. Si fissa su piastrelle lisce e grandi. Il vantaggio offerto da questa tipologia di maniglie è che non devono essere eseguiti fori nel muro per fissarle. Possono essere spostate con facilità da un punto all'altro della stanza.

  • maniglione per bagno disabili fisso: è applicata al muro mediante fori e tasselli. Risulta essere più solida e resistente nel tempo.

SCOPRI TUTTI I MANIGLIONI PER BAGNO DISABILI

Lavabo per disabili e anziani

Lavabo per disabili e anziani

La normativa impone alle attività aperte al pubblico e ai locali commerciali l'installazione in bagno di un lavabo più basso rispetto alla posizione dei lavabi tradizionali. In particolare, il piano su cui poggia il lavabo deve essere al massimo a 80 cm (prendendo come punto di riferimento di base il pavimento).

Il modello di lavabo da preferire, per garantire l'accesso con carrozzina, è quello a mensola: in questo modo le gambe e la carrozzina possono essere inserite comodamente al di sotto della mensola. L'area sottostante la mensola deve essere priva di scarichi, mobili o colonne. Di norma, e per un utilizzo ottimale, è meglio che il lavabo sia posizionato sulla parete opposta rispetto a quella che ospita il WC.

ACQUISTA IL TUO LAVABO PER DISABILI

Rubinetti per anziani e disabili

Rubinetti per anziani e disabili

Ai rubinetti indicati per il corretto uso da parte di anziani e disabili si fa riferimento nel D.M. 236/86, dove si sostiene che la preferenza, nella scelta dei rubinetti, deve essere data ai rubinetti con leva clinica, che sono caratterizzati da una grande semplicità d'uso ed ergonomicità. In alternativa, è possibile installare anche rubinetti a pedale.

ACQUISTA I RUBINETTI PER ANZIANI E DISABILI

WC per disabili e anziani

WC per disabili e anziani

La scelta del wc per disabili più idoneo dipende dalle esigenze e dal tipo di disabilità di cui è affetto l'utilizzatore. Ad esempio, i diversamente abili o gli anziani che sono in grado di muoversi parzialmente potrebbero scegliere un alzawater, ovvero un rialzo per wc; Anche detto sedile wc per anziani, permette di utilizzare il water in sicurezza e di sedersi e alzarsi senza difficoltà. Questo poi è adattabile a qualsiasi genere di sanitario e consente di evitare l'acquisto di un nuovo water. Se, invece, sei nella situazione di ristrutturare il bagno in toto, puoi optare per un Wc idoneo ai disabili.

Se hai deciso di ristrutturare il bagno per intero preferisci water e bidet sospesi. In particolare, fai attenzione che l'asse del wc sia a una distanza:

  • di almeno 40 cm dalla parete laterale

  • di almeno 75 - 80 cm (considerando la distanza tra bordo anteriore e la parete posteriore)

  • di almeno 45 - 50 cm (considerando la distanza del piano superiore dal pavimento)

SCOPRI TUTTI I WC PER DISABILI

SCEGLI UN RIALZO PER WC

Sgabello doccia per disabili

Sgabello doccia per disabili

Lo sgabello per anziani è un oggetto economico oltre che trasportabile semplicemente. Fra gli ausili per disabili bagno, lo sgabello per doccia anziani è solitamente realizzato in materiali resistenti alla ruggine, come la plastica, l'alluminio o l'acciaio. Lo sgabello per disabili è una vera e propria seduta che può essere inserita all'interno del vano doccia: grazie ad essa è possibile muoversi e lavarsi senza difficoltà, senza correre il rischio di perdere l'equilibrio o scivolare. Gli sgabelli bagno per anziani sono uno strumento molto utile per consentire ai propri cari di fare una doccia in totale autonomia.

SCOPRI TUTTI GLI SGABELLI PER IL BAGNO

Sedile doccia o vasca per anziani

Sedile doccia o vasca per anziani

Il sedile doccia e il sedile vasca per anziani, al pari dello sgabello, sono fra gli ausili per anziani bagno più utili per le attività di pulizia personale che si svolgono nella doccia o nella vasca da bagno. Queste sedute consentire al disabile o al parente anziano di fare la doccia o un bel bagno caldo senza alcuna difficoltà e in totale autonomia. Le sedie per bagno disabili si adattano perfettamente a ogni tipologia di vasca. Le sedie per doccia possono anche essere ribaltabili.

ACQUISTA UN SEDILE PER DOCCIA O VASCA DA BAGNO

Piatto doccia filo pavimento

Piatto doccia filo pavimento

Il piatto doccia filo pavimento è la soluzione per tutte le persone con disabilità, per le quali sia il rialzo della vasca da bagno che quello del piatto doccia è una barriera. Il rialzo, infatti, impedisce agli individui diversamente abili di accedere direttamente alla doccia in carrozzina. La scelta di una doccia filo pavimento non fa altro che costituire una continuazione del pavimento del bagno all'interno della doccia.

SCEGLI UN PIATTO DOCCIA A FILO PAVIMENTO

Doccia Walk in

Doccia Walk in

È uno spazio doccia aperto e ampio, dal design moderno ed essenziale. Offre la massima comodità d'entrata ed è una soluzione adatta anche per persone anziane e disabili.

  • Spesso installato con piatti doccia piastrellati o ultrasottili a filo pavimento.

  • La parete può essere dritta o con aletta.

DAI UN'OCCHIATA AI WALK IN

Sostituzione vasca con doccia

Sostituzione vasca con doccia

Al momento nel tuo bagno c'è una vasca da bagno e vorresti rimuoverla per inserire al suo posto un'area doccia grande e accessibile, come appunto il walk in di cui parlavamo prima? Allora sappi che puoi sostituire la tua vasca e trasformare lo spazio in un'area total relax.

SCOPRI COME TRASFORMARE LA VASCA IN DOCCIA


Arredare un bagno per disabili e tutti i bagni per locali pubblici

Tutti i tipi di locale pubblico, dal negozio al centro commerciale, dall'ospedale al ristorante, dall'ambulatorio alla scuola, inclusi hotel, impianti sportivi e stazioni devono fornire agli ospiti e agli utenti che circolano nell'edificio, bagni attrezzati con diversi accessori.

Fra essi ricordiamo:

  • distributori per la carta igienica

  • dispenser per carta asciugamani

  • dispenser per il sapone

  • portascopino

  • gettacarte

  • asciugamano elettrico

  • specchio

  • appendini

  • dispenser fazzoletti

  • dispenser guanti

VEDI TUTTI GLI ACCESSORI PER BAGNI PUBBLICI


Nei locali pubblici e nei posti di lavoro: la valigetta di primo soccorso

Nelle abitazioni private, la presenza di una valigetta di primo soccorso non è obbligatoria, ma è ormai presente un po' ovunque. Difatti, avere a portata di mano tutto ciò che serve per poter intervenire in caso di emergenza è fondamentale.

Le aziende, siano essi locali pubblici o imprese private, così come i mezzi aziendali, invece, devono avere il kit di primo soccorso nel rispetto del D.M. 388 del 2003. Secondo questa normativa le aziende sono suddivise in 3 categorie, ciascuna delle quali individua un grado di pericolosità.

Le aziende che rientrano nel gruppo A hanno un grado d pericolosità molto alto. In esse rientrano le centrali nucleari e termoelettriche, le attività di miniera e le aziende che lavorano con esplosivi. Inoltre, appartengono a questa categoria le aziende agricole con più di 5 lavoratori e quelle con lavoratori con grado di inabilità superiore a quattro. Del gruppo B fanno parte tutte le aziende che non rientrano nel gruppo A e che hanno più di 3 lavoratori. Al gruppo C appartengono tutte le aziende con al massimo 2 lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Nell'armadietto o nella cassetta di primo soccorso dovrai riporre:

  • guanti sterili (da 2 a 5 paia)

  • visiera

  • soluzione di iodio al 10%

  • soluzione fisiologica

  • garze sterili

  • pinzette di medicazione monouso

  • cotone idrofilo

  • cerotti in varie misure

  • cerotto in rotolo

  • forbici

  • laccio emostatico

  • ghiaccio istantaneo

  • sacchetto per raccogliere rifiuti medici

  • apparecchio per misurare la pressione arteriosa

  • termometro

DAI UN'OCCHIATA AGLI ARMADIETTI DI PRIMO SOCCORSO


Norme igieniche per luoghi pubblici ed esercizi

I luoghi pubblici e gli esercizi commerciali sono da sempre tenuti a tenere i bagni e i locali perfettamente puliti. L'avvento del Covid19 ha reso quest'obbligo ancora più stringente. In tutti i locali aperti al pubblico deve essere messo a disposizione dei clienti un disinfettante mani base alcolica, sia all'ingresso e all'uscita del locale che nelle aree adiacenti il bagno.

Inoltre, i locali pubblici e commerciali devono sanificare gli ambienti con particolare cura. Nello specifico è prevista:

  1. La pulizia quotidiana degli ambienti che deve avvenire due volte al giorno con acqua e sapone o con una soluzione di alcool etilico al 70%.

  2. La pulizia frequente delle superfici più manipolate dalle persone: tutte le porte e le maniglie, i vetri, i tavoli, i lavandini, i servizi igienici, i rubinetti, le maniglie dei carrelli, le maniglie dei cestini della spesa, le sedie e i tavoli, gli interruttori della luce, i distributori di biglietti i pulsanti di telecomandi e stampanti e tutto ciò che è utilizzato spesso da più persone deve essere pulito non solo due volte al giorno ma più volte con una soluzione di ipoclorito di sodio al 5%. Tale soluzione deve essere utilizzata per tutti i servizi igienici e le loro pertinenze. Tutto il resto può essere sanificato con candeggina o detergenti similari.

  3. La sanificazione periodica: a seconda del tipo di attività e di frequenza di ingresso degli utenti deve essere effettuata una sanificazione completa di tutti gli ambienti del locale.

ACQUISTA DETERGENTI IGIENIZZANTI PER LA PERSONA

SCEGLI DETERGENTI SANIFICANTI PER GLI AMBIENTI

 

Ulteriori informazioni sulle normative:

La presenza del bagno è obbligatoria in tutti i locali commerciali e i locali pubblici in cui sono distribuite bevande e alimenti. La presenza del bagno non è, invece, obbligatoria in gelaterie o esercizi commerciali d'asporto, ovvero dove il consumo degli alimenti non è immediato o non è previsto un servizio al tavolo Se la presenza della toilette è obbligatoria allora devono essere presenti due bagni, uno per sesso, più un bagno per disabili che può essere integrato già a un bagno esistente (solitamente quello delle donne).

A seconda del numero dei posti a sedere si possono distinguere questi casi:

  • 1 solo bagno adatto a disabili (30 posti a sedere)

  • 1 bagno per signore (e disabili) e 1 per uomo (50 posti a sedere)

  • 2 bagni per donne e 2 per uomo (100 posti a sedere) – di cui uno adatto a disabili.

  • 3 bagni per donne e 3 per uomo (150 posti a sedere) – di cui uno adatto a disabili.

Anche i locali e gli spazi pubblici all’aperto devono prevedere la presenza di un bagno se la superficie è ampia almeno 250 mq.

 

Secondo il DL 236/89 del 14 giugno, un bagno accessibile ovvero bagno per disabili deve:

  • misurare almeno 180 cm x 180 cm

  • avere una porta d'ingresso di 85 cm minimo

  • avere una porta con apertura scorrevole o con anta verso l'esterno

  • prevedere uno spazio di manovra per accedere al wc di almeno 100 cm lateralmente e di 80 cm frontalmente

  • presentare diversi corrimano e un campanello per le emergenze

  • non presentare la serratura ma una manopola da girare

  • presentare rubinetti a leva clinica

  • avere sanitari sospesi

  • il lavabo deve essere presente anche nell'antibagno
Giardinaggio, ristrutturazione, fai da te | Leroy Merlin