Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere recinzioni e frangivista

Delimitano la tua proprietà, ti garantiscono tutta l’intimità che cerchi, fungono da sostegno e protezione per le tue piante preferite e dividono razionalmente i tuoi esterni, abbellendoli e trasformandoli nell'oasi di relax che hai sempre desiderato: recinzioni e frangivista sono essenziali per dare funzionalità e stile al giardino o al terrazzo. E, soprattutto, ti migliorano la vita.

La scelta tra le diverse tipologie di recinzioni e frangivista dipende da esigenze pratiche e stilistiche ma, ancor di più, dalla tua voglia di osare e metterti in gioco.


Come creare una recinzione frangivista?

Come creare una recinzione frangivista?

È meglio un pannello oscurante preassemblato o uno da montare? E se, invece, avessi bisogno di una soluzione che garantisce una totale continuità visiva? La scelta tra le diverse tipologie di recinzioni e frangivista dipende da esigenze pratiche e stilistiche ma, soprattutto, dalla tua voglia di osare e metterti in gioco. Per non sbagliare, dunque, parti considerando il tempo che hai a disposizione e le tue capacità a livello di fai da te, per poi valutare:

  • l’ambiente di destinazione e le sue caratteristiche paesaggistiche.

  • l’estetica e lo stile che preferisci.

  • il particolare bisogno da soddisfare: dissuadere i malintenzionati da tentativi di intrusione o, più semplicemente, proteggerti dal sole, dal vento e da sguardi indiscreti.

SCOPRI TUTTE LE RECINZIONI E FRANGIVISTA


Divisori giardino occultanti e oscuranti

Divisori giardino occultanti e oscuranti

I pannelli oscuranti si caratterizzano per l’aspetto compatto e ti serviranno a:

  • delimitare aree riservate al riposo e al divertimento, come la piscina e le zone giochi e barbecue.

  • creare una vera e propria recinzione solida e robusta. Più il pannello è spesso, più resisterà nel tempo.

  • filtrare la luce e i raggi ultravioletti e difenderti da vento e rumore. Alcuni sono idonei per l'isolamento acustico.

  • proteggerti dagli sguardi indiscreti. Garantiscono maggiore privacy rispetto a grigliati e tralicci.

  • decorare o rivestire pareti danneggiate.

SCOPRI I DIVISORI DA GIARDINO

leggi di più

In assortimento trovi pannelli oscuranti:

  • pronti per l'installazione: con lame a incastro, intrecciate o annidate orizzontalmente o diagonalmente dello spessore di 5-15 mm.

  • in diverse composizioni, per creare esattamente ciò di cui hai bisogno (a esempio porte di accesso, rifugi, legnaie per legna da ardere).

  • con inserti (griglie con geometrie orizzontali o diagonali o lastre in plexiglass), per lasciare un varco per la luce e ottenere un fantastico tocco design.

 

Quale materiale scegliere:

  • legno: scegli questo tipo di pannello se, oltre alla funzionalità, desideri un effetto naturalistico e un’estetica senza compromessi, che si adatti perfettamente alle tue esigenze progettuali. A seconda della particolare lavorazione e finitura e della forma degli elementi, infatti, il risultato finale potrà apparire da rustico a molto elegante e ricercato. Pensa solo ai pannelli ruvidi al tatto, composti da tanti pezzi di corteccia di pino legati con fili di ferro plastificati in pendant. Conosci forse qualcosa che doni un effetto più caldo e naturale?

  • composito: adori il legno ma non ti piace l’idea di doverlo sottoporre a una manutenzione costante? In questo caso, i pannelli in composito, comodi anche perché pronti da assemblare, fanno sicuramente al caso tuo. Ti basterà infatti pulirli con un semplice getto d'acqua di tanto in tanto per mantenerli sempre come nuovi. La resa finale li rende molto simili al legno dal punto di vista estetico.

  • PVC: ti conquisteranno con la leggerezza e la versatilità, per la possibilità di riavvolgerli al bisogno.

Reti ombreggianti

Reti ombreggianti

Le reti ombreggianti o frangivista, come si evince dal nome, sono pensate per garantire una diffusione omogenea e ottimale della luce e dell’aria. Facili da montare anche su strutture esistenti, hanno molteplici applicazioni come:

  • oscurare efficacemente terrazzi, parcheggi e, se applicate in orizzontale, gazebo e pergolati eccessivamente assolati.

  • schermare orti e serre e migliorare la qualità dei prodotti, assicurando la giusta quantità di luce ed evitando deleteri sbalzi termici o i danni derivanti da vento e gelate tardive.

  • proteggere dalle zanzare, scegliendo le apposite reti.

VEDI LE RETI OMBREGGIANTI E FRANGIVISTA

leggi di più

Scegli la schermatura che preferisci:

  • scegli un telo ombreggiante a maglie fitte, come quelli neri a schermatura 95%, per un ombreggiamento ottimale di persone e animali e una protezione a prova di curiosi.

  • opta per una rete ombreggiante medio alta (75%) se hai bisogno di salvaguardare le specie più delicate come orchidee, edere e altre piante ornamentali, che necessitano di uno schermo solare che non ostacoli totalmente il passaggio dell’aria e della luce.

  • adotta teli ombreggianti a bassa protezione (tra il 30% e il 50%), stabilizzati ai raggi UV, per coprire serre e piantagioni di verdura a foglia.

 

I materiali impiegati sono:

  • polietilene: resistono ai prodotti agrochimici e ai detergenti, non obbligano a cucire orli di rinforzo e consentono di scegliere tra diverse finiture e tonalità di colore.

  • polietilene e fibra di vetro: minimali e disponibili in grigio o argento, sono duttili, resistenti e ideali per difendersi da zanzare e altri insetti molesti.

Arelle e cannicci

Arelle e cannicci

Per creare zone d’ombra e rendere più confortevoli i tuoi esterni potrai affidarti anche ad arelle e cannicci. Queste particolari stuoie, infatti, sono una soluzione pratica, conveniente e semplice da installare, che ti permetterà di tracciare la cornice perfetta per pranzare o rilassarti all’aperto. Sceglile per:

  • riparare dal sole giardini, terrazze o verande.

  • creare un angolo intimo e riservato.

  • abbellire e delimitare l'outdoor con recinzioni piacevoli al tatto e alla vista, capaci di armonizzarsi perfettamente con l’ambiente circostante.

DAI UN'OCCHIATA AD ARELLE E CANNICCI

leggi di più

Attenzione a prezzi, misure, stile e durevolezza dei materiali:

  • se cerchi soprattutto l’economicità, opta per un'arella in materiale sintetico, durevole e conveniente.

  • se non vuoi rinunciare all’autenticità, dai un’occhiata ai modelli in vimini e felci o dirigiti verso il classico canniccio in bambù.

  • se hai bisogno di ricreare un angolo raccolto, magari per prendere il sole a bordo vasca, scegli un cannicciato abbastanza alto che precluda la visuale all’esterno.

 

I materiali impiegati sono:

  • bambù: sono le soluzioni più amate e popolari, perché assicurano qualità, freschezza ed effetti estetici unici e versatili. Sono le più costose ma resistono nel tempo e si possono utilizzare come recinzioni, anche arricchire con meccanismi che ne permettono lo scorrimento, o come suggestivi controsoffitti. Scegliendole, potrai dare al tuo giardino l’aspetto che preferisci, sbizzarrendoti con un effetto casa sul fiume, dimora sulla spiaggia o orientale, mutuato direttamente dallo stile delle abitazioni mandarine. Non solo: diversamente dal legno e da altri materiali vegetali che temono le intemperie e vanno sostituiti dopo pochi anni dalla loro installazione, il bambù è meno delicato e resiste egregiamente all'acqua, rimanendo inalterato nel tempo.

  • PVC: leggere e pratiche, sono disponibili con listelli mono o bifacciali legati solitamente con filo in poliestere e vengono particolarmente apprezzate per l’economicità e la versatilità stilistica. Nella versione in colorazione naturale, infatti, emulano materiali più pregiati e organici come il bambù, non garantendo tuttavia la stessa resa estetica. I cannicci di plastica, inoltre, possono rompersi in caso di vento forte e sbiadirsi nel tempo, a causa dell’azione decolorante dei raggi UV.

Siepi artificiali

Siepi artificiali

Se ti piacciono le recinzioni vegetali ma non hai il pollice verde o non ti va di attendere mesi o anni per la crescita di una pianta naturale, le siepi artificiali fanno sicuramente al caso tuo. Potrai infatti utilizzarle sia come bordure che come vere e proprie pareti per creare divisori o fondali suggestivi, che:

  • arrederanno e decoreranno con eleganza e naturalezza i tuoi esterni, armonizzandosi perfettamente con l’ambiente circostante.

  • creeranno un confine per la tua proprietà o tra il tuo balcone e quello dei vicini, in modo funzionale ed elegante.

  • ti proteggeranno dal vento e dai raggi ultravioletti, grazie a un potere schermante fino al 90%.

  • ti permetteranno di dare un tocco di verde allo spazio esterno senza obbligarti a gestire delle piante vere che, seppur affascinanti, necessitano di cure costanti e possono rovinarsi nel corso del tempo.

  • non sono soggetti a vincoli ambientali o climatici: se abiti in una zona ma ti piace una specie vegetale che cresce abitualmente in un’altra, potrai circondartene senza problemi.

  • si adattano a ogni esigenza compositiva, perché si presentano in moduli componibili di altezze differenti, che possono essere tagliate a seconda della lunghezza desiderata.

SCOPRI LE SIEPI ARTIFICIALI

leggi di più

Scegli il tipo di siepe che ti piace di più:

  • decidi il tipo di foglia: non importa quale sia la tua pianta preferita, perché nella nostra collezione trovi modelli che riproducono ogni tipo di coltura, dagli aceri all’edera, fino ai fili di prato.

  • valuta attentamente le dimensioni: per delimitare piccoli spazi, come i cancelletti o le zone inferiori delle cancellate, probabilmente ti basterà una siepe bassa, alta circa un metro.

  • considera anche il rapporto qualità prezzo: se oltre alla protezione cerchi una decorazione di design, dirigiti verso una siepe artificiale 3D, più costosa ma incredibilmente realistica e bella da vedere.

 

I materiali impiegati sono:

  • PVC e in polietilene: hanno proprietà isolanti, sono leggere agli agenti chimici, all’acqua, al sale e ai raggi UV.

  • polietilene ad alta densità: oltre alle qualità di elevata resistenza, offre una resa estetica notevole. Riproduce fedelmente le gradazioni cromatiche di quelle naturali. Scommettiamo che nessuno si accorgerà della differenza?

Grigliati in legno e tralicci

Grigliati in legno e tralicci

Anche se talvolta capita di incontrali persino negli interni, dove vanno a contornare piccoli e inaspettati angoli di natura, i grigliati in legno sono una soluzione più comune in giardini, balconi e terrazzi che, in loro presenza, diventano subito piacevoli e funzionali. I reticolati formati da listelli di essenze fissate tra loro, infatti, ti permettono di:

  • realizzare decorazioni floreali di grande impatto, grazie al supporto che guida e orienta la crescita di piante rampicanti, in modo che seguano esattamente l'andamento voluto.

  • organizzare e separare gli spazi in modo efficiente e razionale, anche per indirizzare gli ospiti nel percorso voluto.

  • creare un perimetro altamente decorativo a gazebi e pergole che, in caso di modelli specifici, verranno riparati allo stesso tempo dall’azione meccanica del vento.

  • apportare modifiche strutturali e creare un angolo di relax in terrazzo senza dover chiedere alcuna autorizzazione.

VEDI I GRIGLIATI IN LEGNO

leggi di più

Cerca il pannello grigliato in legno perfetto per te:

  • se ti serve per una pianta rampicante e non hai ancora il vaso, opta per un traliccio completo di fioriera.

  • fai attenzione alle maglie, e non solo per la resa estetica: oltre a decidere tra quelle quadrate o a rombi o tra i modelli meno tradizionali, dove i listelli asimmetrici sono assemblati in orizzontale, considera la larghezza della trama. Un reticolato stretto e fitto, infatti, ti permetterà di utilizzare il grigliato anche come frangivento.

  • scegli il colore a seconda dello stile dei tuoi esterni: se sono rustici, sbizzarrisciti con le innumerevoli nuance del legno. Per ambienti moderni, invece, osa con finiture meno di tendenza come quelle grigie o bianco frassino.

  • anche la forma dei grigliati dovrà armonizzarsi col contesto: quelli ad arco e curvilinei stanno benissimo in ville e case classiche, mentre quelli geometrici danno subito un irresistibile tocco contemporaneo.

 

I grigliati in legno sono belli e resistenti:

  • hanno un effetto naturale e sono adatti ad affiancare i fiori, grazie a una materia prima che si integra come nessun’altra negli spazi naturali.

  • sono ecologici, biocompatibili e sostenibili.

  • di solito vengono realizzati in essenze di pino o abete e si possono scegliere sia in pregiato legno massello che nel più economico lamellare.

  • per assicurare una maggiore durevolezza nel tempo, i grigliati subiscono appositi trattamenti in autoclave che li rendono più resistenti contro l'attacco di insetti e agenti atmosferici e contrastano l'insorgenza di funghi e muffe.