Visore la scelta facile
GUIDE ALLA SCELTA

Come scegliere l’erba sintetica

Sei alla ricerca di un prato finto per il giardino, per il terrazzo o per spazi destinati al pubblico? L'erba sintetica è molto simile a quella naturale e non richiede alcuna manutenzione. In questa guida ti illustriamo le caratteristiche di questi prodotti pratici, poco costosi e sempre più utilizzati e ti daremo tanti consigli utili perché tu possa scegliere bene.

green quotes opensHai la possibilità di installare il prato sintetico anche su superfici cementate o pavimentate senza problemi e rendere accoglienti in ogni stagione gli spazi esterni.green quotes closes


Perché scegliere l’erba sintetica?

Perché scegliere l’erba sintetica?

Il prato artificiale ha una lunga storia che risale agli Anni '60, quando viene utilizzato per ricoprire un palazzetto delle sport a Houston, il Reliant Astrodome. Da allora sono passati molti anni e oggi l'erba sintetica per giardino, terrazzo o spazio pubblico è talmente simile a quella naturale che è impossibile notare le differenze. I benefici che questo prodotto assicura sono molteplici mentre i pochi svantaggi possono essere evitati con un po' di attenzione e facendo una scelta che privilegia la qualità. Illustrarti i vantaggi è molto semplice in quanto l'erba sintetica per esterni e per interni ne presenta moltissimi, qualunque sia la destinazione.

DAI UN'OCCHIATA ALL'ERBA SINTETICA

Ecco i principali vantaggi dell'erba sintetica:

  • l'impatto visivo è piacevole e appagante esteticamente.

  • i terrazzi, i giardini e i balconi sono sempre in ordine.

  • i bambini giocano senza sporcarsi perché non c'è la terra.

  • non richiede alcuna manutenzione.

  • non devi tagliare e concimare.

  • non devi irrigare e quindi non consumi acqua.

  • il risultato è realistico.

  • nessun problema di insetti come accade con l'erba naturale.

  • in caso di forti piogge l'erba sintetica è drenante e non si rovina.

  • non causa allergie e non è infiammabile.

  • puoi installarla sul terreno ma anche su superfici cementate o pavimentate.

  • hai la possibilità di personalizzare lo spazio green grazie alle diverse estetiche in commercio.

 

Dopo questa breve ma significativa carrellata sui vantaggi vogliamo parlarti degli svantaggi dati dall'erba sintetica per terrazzo e per gli altri spazi esterni o interni: sono effetti che però non compaiono se la scelta cade su erbetta sintetica di qualità. Infatti, l'erba sintetica per esterni se è un prodotto di buon livello, non ha cambiamenti di colore anche se rimane esposta al sole per molto tempo. L'erba sintetica per balcone è un altro abbellimento che nei mesi estivi, quando è esposta ai raggi UV aiuta psicologicamente a percepire meno il caldo grazie all'impressione di frescura che solo il verde sa dare. Se pensi poi che il continuo calpestio e una forte usura possano appiattire i fili d'erba, sappi che con i prodotti che hanno una qualità certificata questo non succede. Diverso è il caso in cui questo accade perché chi si è occupato della posa del manto erboso non ha eseguito correttamente l'intaso di sabbia, oppure quando qualcuno poco esperto ha pensato di farne a meno scegliendo però una tipologia di erba in cui è necessario. Come è noto l'intaso è indispensabile se il prodotto ha uno spessore alto mentre non è né richiesto né consigliato se il manto misura pochi millimetri.

L'invito comunque è di fare attenzione nella scelta e privilegiare sempre erba sintetica per giardino che abbia le giuste caratteristiche e peculiarità: quella che proponiamo nei nostri negozi risponde a questi parametri e garantisce la riuscita del prodotto. Vogliamo infine concludere questa rassegna con un'ultima informazione: l'erba sintetica per terrazzo o giardino, esposta al sole estivo, assorbe il calore come qualunque altro elemento, ma questo che potrebbe sembrare un inconveniente in realtà diventa un vantaggio. Infatti, è sufficiente spruzzare un po' d'acqua sull'erba sintetica con un semplice tubo d’irrigazione, se si tratta di una superficie estesa o servendoti di un secchio, se l'area è più piccola, e ti sembrerà di essere su un bel prato fresco.


I parametri per scegliere bene l’erba sintetica in base all’uso

I parametri per scegliere bene l’erba sintetica in base all’uso

L'erba sintetica per esterni ti permette di progettare il giardino, il terrazzo e il balcone ma può essere messa anche a bordo piscina, nelle strutture di attività commerciali e negli interni delle aziende o dei locali pubblici. Con l'erba sintetica per giardino, oltre ad abbellire la tua casa, puoi creare un prato finto nelle aree esterne del tuo hotel, del bar e del ristorante. Questo abbellimento aumenta il prestigio dell'esercizio commerciale e non teme il logorio perché è stato studiato per poter essere calpestato da un gran numero di persone senza che si rovini. Il prato finto può essere scelto per una fiera ma anche per un bordo piscina dove renderà ancora più piacevole e raffinata l'estetica. Senza dimenticare la bellezza di un giardino verticale che potrà essere realizzato in un centro commerciale o all'esterno di un'azienda. Per applicazioni destinate agli spazi gioco o al passaggio è fondamentale acquistare prodotti che siano antiscivolo, in particolare, per le aree destinate ai bambini, sono necessarie anche caratteristiche anti-shock in grado di attutire le cadute. Altrettanto importanti sono le proprietà ignifughe dell'erbetta sintetica. Ma vediamo di capire quali sono i parametri che devi considerare per fare la scelta più corretta.

Principalmente sono:

Colore dell'erba sintetica

Colore dell'erba sintetica

Il colore è un fattore molto importante perché determina la resa estetica del prodotto anche per quanto riguarda l'erba sintetica per balcone. Se si tratta del tuo giardino, l'erba artificiale realizzata negli ultimi anni permette di avere manti erbosi che possono essere scambiati per erba naturale, infatti con la colorazione in quadricromia vedrai che tra i fili di erba verde ne compaiono anche alcuni gialli e opachi che danno un effetto estremamente reale al prato.

Spessore, memoria elastica e densità

Spessore, memoria elastica e densità

La tipologia di erba artificiale dipende poi dall'utilizzo che ne farai. Infatti, se il prato sintetico è per un uso interno, lo spessore potrà essere basso. Se opterai per un prato rigoglioso, oltre allo spessore alto, dovrai anche considerare la memoria elastica, caratteristica che consente ai fili d'erba di non rimanere schiacciati ma di tornare in posizione verticale.

Valuta la densità dei fili d'erba, cioè la numerosità di questi rapportata alle dimensioni del manto di erbetta sintetica. Gli ultimi due parametri della nostra lista sono correlati alla morbidezza: se prediligi la morbidezza al tatto acquisterai filati poco corposi. Se invece la tua scelta cade sulla morbidezza al calpestio il parametro da considerare sarà la memoria elastica: ad una maggiore memoria elastica dell'erbetta sintetica corrisponde una più elevata morbidezza al calpestio.

Capacità drenante

Capacità drenante

Un altro punto fondamentale è la capacità drenante del manto erboso: a questo proposito dobbiamo ricordare che non si tratta di un dettaglio ma di una caratteristica di grande rilevanza funzionale. Noi ti consigliamo, anche in questo caso, un prodotto di qualità che ti permetta di avere erba sintetica per esterni senza problemi di ristagno. In questo modo l'erba sintetica per balcone, per terrazzo e per giardino non si rovinerà. Il tappeto erboso è drenante quando è dotato di fori che fanno defluire l'acqua anche se sono in corso forti piogge, non dimenticare però che la capacità di drenare sarà diversa se il manto erboso viene installato su un terreno drenante o su un'area in cemento.


La scelta dello spessore dell'erba sintetica

Lo spessore del prato finto dipende dall'utilizzo che intendi farne. Le proposte in commercio di erba sintetica per balcone o per spazi più ampi sono molto varie e puoi trovare spessori di circa 8 mm: in questo caso si tratta di un manto a pelo raso, destinato ad un uso interno e a terrazze ma anche a cortili di piccole dimensioni. Questi prodotti, noti anche come stuoie a telo basso, assomigliano a tappeti. Sono realizzati anche con misure leggermente superiori di 12-14 mm e sono ideali anche per gli esterni poiché lo spessore li rende simili al prato naturale. Entrambe le tipologie si rivelano di grande effetto per decorare gli angoli dei locali e le aree gioco dei bambini. Alcune stuoie, grazie all'erba artificiale realizzata con fibre ritorte, hanno l'effetto di morbidi manti erbosi. Sono disponibili poi le moquette, più spesse delle stuoie e idrorepellenti, dove i fili di erba sono più alti ed evidenti. Lisce e morbide sono un prodotto di maggiore qualità rispetto alle stuoie, anche se i loro utilizzi sono simili.

Per quanto riguarda lo spessore dell'erbetta sintetica, all'estremo opposto di quella da 8 mm trovi l'erba sintetica per giardino o per campi ad uso sportivo che può superare i 50 mm. Scegliendo questa soluzione vedrai che ogni filo d'erba è attorcigliato e questa caratteristica è realizzata per offrire una maggiore resistenza ai passaggi continui. Come avrai capito questa tipologia di prato sintetico è particolarmente indicata dove c'è una grande affluenza di pubblico.

Se la lunghezza dell'erba varia a seconda dell'uso anche il colore può variare e presentare delle differenza da una tipologia di prodotto ad un'altra: maggiore è il costo e maggiore è il realismo dell'erba. Nei giardini eleganti la differenza con l'erba tradizionale non si nota qualunque sia la luce con cui sono illuminati e l'angolo di osservazione.


I migliori materiali con cui è realizzata l’erba sintetica

I migliori materiali con cui è realizzata l’erba sintetica

Una cosa è assolutamente certa: l'erba artificiale è talmente simile a quella naturale che è difficile accorgersi della sua natura. Stiamo parlando di manti erbosi che dagli anni '60 sono giunti alla terza generazione con prodotti sempre più sofisticati che sono anche confortevoli, belli e soprattutto atossici. Questo spiega perché da tempo sono molti i contesti per i quali viene acquistata l'erba artificiale che si rivela sempre un investimento economico di grande soddisfazione per la facilità di gestione e per la resa. Ma di cosa è fatto il prato finto? In buona sostanza si può dire che i materiali utilizzati sono:

  • polietilene

  • polipropilene

  • nylon
  • il polietilene è un ottimo materiale in termini qualitativi e dura moltissimi anni. Elastico e morbido, è l'ideale per il continuo calpestio e quindi è perfetto per fiere, hotel e locali pubblici. La posa deve avvenire mediante intaso a radice: grazie a questo sistema i fili rimangono dritti.

  • il polipropilene è una buona soluzione che permette di risparmiare e regala un manto basso molto confortevole. Non scolorisce sotto l'effetto dei raggi UV e dimostra una notevole resistenza al logorio.

  • il nylon o poliammide è il materiale più resistente: dato gli alti costi è consigliato per spazi come i campi sportivi in cui lo sfruttamento del prato sintetico è continuo e notevole.

Come posare l’erba sintetica

Posare l'erba sintetica richiede alcune competenze, a meno che non si tratti di stuoie o moquette che saranno semplicemente da posare sul pavimento come se fossero tappeti. Se invece ti domandi come posare l'erba sintetica con spessori importanti sappi che se la superficie è estesa dovrai eseguire alcuni passaggi. Sarà un gioco da ragazzi, se con un po' di pazienza seguirai i consigli del nostro tutorial.

leggi di più

Per farlo avrai bisogno di:

  • barriera geotessile

  • sabbia o ghiaia

  • rastrello

  • compattatore

  • colla per erba sintetica

  • chiodi galvanizzati

  • scopa in nylon

 

Segui questi passaggi:

  1. la prima operazione consiste nell'eliminare erbe, radici e sassi e poi stendere un materiale geotessile antivegetativo per evitare la crescita di erba. Il terreno deve essere quindi adeguatamente livellato, operazione che puoi eseguire portando via alcuni centimetri di terra per far posto all'erba senza creare dislivelli. A questo punto per rispondere correttamente alla domanda "come posare erba sintetica?" bisogna dire che questa può essere con radice a intaso o a intaso con riempimento.

  2. nel primo caso, dove il tessuto artificiale è con radice a intaso, poserai l'erba sul terreno senza fare alcun riempimento perché sarà la radice stessa a colmare lo spazio scavato nel terreno. Se invece devi posare l'erba a intaso con riempimento dovrai riempire lo scavo con sabbia e livellarlo con un rastrello che ti aiuterà a spianarla. Crea poi una pendenza del terreno, servendoti di una livella a bolla, in direzione dello scarico e bagna la sabbia che compatterai manualmente o con un compattatore.

  3. a questo punto potrai posare l'erba artificiale che viene venduta pretagliata o a rotoli. Durante l'operazione di posizionamento controlla la piegature dei fili d'erba e posa le strisce tutte nello stesso verso. Per seguire il taglio del perimetro puoi utilizzare un coltello da moquette e poi unire le strisce con colla per erba sintetica. La colla per erba sintetica è un adesivo che non ha né acqua né solventi e tiene unite le bande di giunzione dei teli. Efficace anche in presenza di umidità, utilizzerai la colla per erba sintetica servendoti di uno spalmatore. Ci sono comunque altri sistemi alternativi come il nastro adesivo specifico per esterni.

  4. dopo aver fissato il manto con la colla per erba sintetica (o con il nastro) dovrai ancorare il perimetro inserendo i paletti galvanizzati, spargere poi la sabbia da intaso ed eseguire la spazzolatura con la scopa in nylon: quest'ultima operazione permetterà alla sabbia di penetrare tra i fili tessili consentendogli di stare dritti soprattutto se il manto erboso è a fili lunghi.

Come lavare l’erba sintetica

Dopo aver illustrato come posare l'erba sintetica è importante parlare di come lavarla. La prima operazione consiste nell'aspirare la polvere dal manto erboso e potrai farlo utilizzando un normale aspirapolvere. Dovrai quindi passare al lavaggio vero e proprio con dell'acqua, un detergente non aggressivo e una scopa che rimuoverà lo sporco. Sarà quindi la volta del risciacquo che farai con acqua pulita, aiutandoti con la scopa. Lascia che l'erba asciughi e passa poi il rastrello. La stessa procedura può essere attuata se hai posato l'erba sintetica per balcone o per altre tipologie di prato sintetico.